Abd al-Muhsin al-Sa'dun

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Abd al-Muhsin al-Sa'dun

Primo ministro dell'Iraq
Durata mandato20 novembre 1922 –
22 novembre 1923
MonarcaFaysal I d'Iraq
PredecessoreAbd al-Rahman al-Kaylani
SuccessoreJa'far al-'Askari

Durata mandato26 giugno 1925 –
21 novembre 1926
MonarcaFaysal I d'Iraq
PredecessoreYasin al-Hashimi
SuccessoreJa'far al-'Askari

Durata mandato11 gennaio 1928 –
28 aprile 1929
MonarcaFaysal I d'Iraq
PredecessoreJa'far al-'Askari
SuccessoreTawfiq al-Suwaidi

Durata mandato19 settembre 1929 –
13 novembre 1929
MonarcaFaysal I d'Iraq
PredecessoreTawfiq al-Suwaidi
SuccessoreNaji al-Suwaidi

Dati generali
Partito politicoPartito del Progresso
UniversitàAccademia militare turca
Abd al-Muhsin al-Sa'dun
NascitaNāṣiriya, 2 maggio 1879
MorteBaghdad, 13 novembre 1929
Dati militari
Paese servito Impero ottomano
Forza armata Esercito ottomano
Corpofanteria
GradoSecondo tenente
voci di militari presenti su Wikipedia

ʿAbd al-Muḥsin al-Saʿdūn (in arabo عبد المحسن السعدون?; Nāṣiriya, 2 maggio 1879Baghdad, 13 novembre 1929) è stato un politico iracheno.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

ʿAbd al-Muḥsin al-Saʿdūn, Cavalier onorario dell'ordine di San Michele e San Giorgio (KSMG) (in arabo عبد المحسن السعدون?) è stato un politico iracheno che ricoprì quattro volte la carica di Primo ministro dell'Iraq tra il 1922 e il 1929.

Membro di un rilevante clan dell'enorme confederazione tribale degli al-Muntafiq, al-Saʿdūn servì come ufficiale nell'esercito imperiale ottomano e fu aiutante di campo del Sultano ottomano Abdul Hamid II prima di riguadagnare il proprio paese dopo la disfatta e iniziare la sua carriera politica.
Dopo la prima guerra mondiale fu un oppositore del Regno Unito che, con le sue mene, riuscì a farsi attribuire dalla Società delle Nazioni il Mandato sul neocostituito Regno hascemita d'Iraq, alla cui testa Londra pose Faysal, il comandante della Rivolta araba contro i Turchi ottomani.

Durante il suo terzo mandato di Premier, al-Saʿdūn negoziò due importanti trattati: il Trattato anglo-iracheno del 1926, che assicurò la città di Mosul al Regno - malgrado la netta prevalenza dell'elemento etnico curdo (cui furono pieni diritti di cittadinanza e una piccola autonomia locale) - e il Trattato turco-iracheno con cui l'Iraq prometteva di pagare alla Turchia kemalista il 10% delle sue entrate dei campi petroliferi di Mosul in cambio del riconoscimento turco della sovranità irachena sull'area.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso del suo quarto mandato al-Saʿdūn morì. Voci non convalidate da adeguate prove, ipotizzarono che si fosse suicidato.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN60380283 · ISNI (EN0000 0000 2164 9010 · LCCN (ENn80068492 · GND (DE1021062286 · WorldCat Identities (ENlccn-n80068492