Abd Allah III al-Salim Al Sabah

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Abd Allah III al-Salim Al Sabah
Sceicco del Kuwait
In carica 1921-1950
Predecessore Ahmad Al-Jaber Al-Sabah
Successore Sabah III Al-Salim Al-Sabah
Nascita Madinat al-Kuwait, 1895
Morte Madinat al-Kuwait, 24 novembre 1965
Casa reale Al Sabah
Padre Salim I Al-Mubarak Al-Sabah

ʿAbd Allāh al-Sālim Āl Ṣabāḥ (in arabo: عبد الله السالم اﻝ صباح‎; 189524 novembre 1965) è stato Shaykh del Kuwait dal 29 gennaio 1950 al 19 giugno 1961 e poi Emiro del Kuwait dal 19 giugno 1961 al 24 novembre 1965.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio primogenito di Salim I Al-Mubarak Al-Sabah, ʿAbd Allāh III al-Sālim Āl Ṣabāḥ fu consigliere del cugino regnante durante gli anni della gioventù.

Alla sua ascesa al trono, a differenza dei suoi predecessori e dopo l'esperienza negativa del padre col governo britannico per la ridefinizione dei confini del Kuwait, ʿAbd Allāh III al-Sālim Āl Ṣabāḥ si dimostrò maggiormente filo-arabo. Era conosciuto come un uomo modesto, di notevole intelligenza, anche se il suo regno coincise con un periodo turbolento nel centro-est così come nel resto del terzo mondo.

Nel 1953 prese parte all'incoronazione della regina Elisabetta II nell'Abbazia di Westminster e il 19 giugno 1961 siglò col Regno Unito un trattato in cui Londra riconosceva la piena indipendenza del Kuwait dal protettorato britannico. Ad appena sei giorni di distanza da quella firma, dovette però fronteggiare un'invasione armata del presidente iracheno, il Generale ʿAbd al-Karīm Qāsim, che avanzava pretese sul territorio in base all'antica inclusione del futuro Kuwait, in periodo califfale e ottomano, nella wilāya di Baṣra.
Nel 1962 introdusse la Costituzione nel Kuwait, votata dal parlamento nel 1963. Egli inoltre si dichiarò "Emiro" e capo di Stato.

Lo Shaykh ʿAbd Allāh al-Sālim morì due anni dopo l'introduzione del parlamento per un attacco di cuore. Gli succedette il fratellastro, Sabah III Al-Salim Al-Sabah. È stato anche il padre dello Shaykh Saʿd al-ʿAbd Allāh al-Sālim Āl Ṣabāḥ, che regnò per breve tempo nel gennaio 2006.

Onorificenze[1][modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze del Kuwait[modifica | modifica wikitesto]

Gran Maestro dell'Ordine della Difesa Nazionale - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine della Difesa Nazionale
Gran Maestro dell'Ordine di Distinzione Militare - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine di Distinzione Militare

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia)
— 1952
Cavaliere di Gran Stella dell'Ordine della Corona (Impero d'Iran) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Stella dell'Ordine della Corona (Impero d'Iran)
— 2 agosto 1958
Membro di I Classe dell'Ordine dei due fiumi (Regno d'Iraq) - nastrino per uniforme ordinaria Membro di I Classe dell'Ordine dei due fiumi (Regno d'Iraq)
— 30 marzo 1952
Compagno dell'Ordine dell'Impero Indiano (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Compagno dell'Ordine dell'Impero Indiano (Regno Unito)
— 1º gennaio 1938
Cavaliere Commendatore dell'Ordine dei Santi Michele e Giorgio (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Commendatore dell'Ordine dei Santi Michele e Giorgio (Regno Unito)
— 5 giugno 1952
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Michele e Giorgio (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Michele e Giorgio (Regno Unito)
— 13 ottobre 1959
Cavaliere di Grazia e Giustizia Associato del Venerabile Ordine di San Giovanni (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Grazia e Giustizia Associato del Venerabile Ordine di San Giovanni (Regno Unito)
— 16 maggio 1956
Medaglia dell'Incoronazione di Giorgio VI - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'Incoronazione di Giorgio VI
— 1937
Medaglia dell'Incoronazione di Elisabetta II (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'Incoronazione di Elisabetta II (Regno Unito)
— 1953

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Royal Ark

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bidwell, Robin. The Affairs of Arabia. London: Frank Cass and Company Limited, 1971.
  • Clements, Frank A. Kuwait: World Bibliographical Series. Oxford: Clio Press Ltd., 1985.
  • Freeth, Zahra. A New Look at Kuwait. London: George Allen & Unwin Ltd, 1972.
  • Jarman, Robert L. Sabah al-Salim al-Sabah: Amir of Kuwait, 1965-77 . London: London Centre of Arab Studies Ltd, 2002.
Predecessore Emiro del Kuwait Successore Standard of the Emir of Kuwait, 1956.svg
se stesso come Sceicco 1961 - 1965 Sabah III Al-Salim Al-Sabah
Predecessore Sceicco del Kuwait Successore Standard of the Emir of Kuwait, 1956.svg
Ahmad Al-Jaber Al-Sabah 1950 - 1961 se stesso come Emiro
Predecessore Reggente dello sceiccato del Kuwait Successore Flag of Kuwait.svg
Salim I Al-Mubarak Al-Sabah
sceicco
22 febbraio - 29 marzo 1921 Ahmad Al-Jaber Al-Sabah
sceicco
Controllo di autorità VIAF: (EN36587516
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie