Abbi Jacobson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Abbi Jacobson al PaleyFest nel 2015

Abbi Jacobson (Wayne, 2 febbraio 1984) è un'attrice, scrittrice, illustratrice e comica statunitense.

È conosciuta principalmente per aver co-creato ed essere la co-protagonista della serie Broad City con Ilana Glazer.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Jacobson è nata e cresciuta a Wayne[2], in Pennsylvania, da una famiglia ebraica[3], figlia di Alan Jacobson, un graphic designer, e di Susan Komm, un'artista[2][4]. Ha frequentato la Valley Forge Middle School e la Conestoga High School. Ha studiato belle arti e video-making presso il Maryland Institute College of Art (MICA), dove ha studiato stand-up comedy per un anno con il poeta Jeremy Sigler con un breve periodo di studio recitazione all'Emerson College. Jacobson si è laureata nel 2006 presso la MICA con una B.F.A. in General Fine Arts.[5]

Si è trasferita a New York dopo essersi diplomata alla MICA; ha iniziato a frequentare le lezioni con l'Atlantic Theatre Company e il Upright Citizens Brigade Theatre, dove ha incontrato Ilana Glazer.[6][7][8]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

In un'intervista rilasciata nell'aprile 2018, Jacobson ha dichiarato che frequenta uomini e donne, ma "devono essere divertenti, fare qualcosa che amano".[9]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Broad City[modifica | modifica wikitesto]

Jacobson e Glazer all'Internet Week nel 2015

Dal 2009 al 2011, Jacobson e Glazer hanno scritto e recitato in una serie web intitolata Broad City, incentrata sulle loro vite a New York. La serie è stata nominata per un ECNY Award per la migliore serie web.[6] È stata ben accolta dalla critica e ha sviluppato un seguito di culto.[10] Alla Upright Citizens Brigade, Jacobson e Glazer hanno adattato la serie a uno spettacolo dal vivo in cui si sono esibiti, chiamato Broad City Live.[6]

Nel 2011, la rete via cavo FX, collaborando con Amy Poehler come produttore, ha acquistato un impegno per la sceneggiatura della serie da Glazer e Jacobson. Tuttavia, la rete non ha approvato lo script e ha deciso di non procedere con lo sviluppo. Glazer e Jacobson si sono quindi avvicinati a Comedy Central, che ha accettato di acquistare il copione da FX e ordinare un pilota.[11][12]

Broad City ha fatto il suo debutto televisivo nel gennaio 2014 ed è stato accolto con recensioni positive e voti forti, diventando la prima stagione più votata di Comedy Central dal 2012 tra i giovani, compresi gli adulti 18-34, con una media di 1,2 milioni di telespettatori.[13]

Lo spettacolo ha ricevuto critiche da parte di fan e critici. Sul sito web di aggregazione Metacritic ha ricevuto "recensioni generalmente favorevoli", assegnandole un punteggio di 75 su 100, basato su recensioni di 14 critici. Karen Valby di Entertainment Weekly ha descritto lo spettacolo come una "commedia profondamente strana, stranamente dolce e completamente esilarante".[14] Il Wall Street Journal si riferiva allo spettacolo come "Sneak Attack Feminism". Il critico Megan Angelo cita Abbi Jacobson, la protagonista di Broad City di Comedy Central: "Se guardi uno dei nostri episodi, non c'è un grande messaggio, ma se li guardi tutti, penso, danno potere alle donne."[15] Il critico del Club AV Caroline Framke ha scritto che Broad City era "degna di essere guardata" nonostante la sua "premessa ben fatta" e che la serie è "straordinariamente padrona di sé, anche nel suo primo episodio".[16]

La prima stagione dello show ha ricevuto una valutazione "Certified Fresh" del 96% da Rotten Tomatoes, basata su recensioni di 23 critici, con il consenso del sito che afferma: "Dai suoi talentuosi produttori alla sua scrittura intelligente e ai suoi fantastici lead, Broad City vanta una bellezza non comune."[17] L'AV club ha nominato Broad City il secondo miglior programma TV del 2014 per la sua prima stagione.[18]

Nel febbraio 2014, Comedy Central ha rinnovato lo spettacolo per una seconda stagione.[19] La seconda stagione ha ricevuto recensioni positive, con Metacritic che gli ha dato un punteggio di 89 su 100, basato su recensioni di 8 critici, che indicavano "acclamazione universale".[20] Rotten Tomatoes ha dato alla seconda stagione una valutazione del 100%, basata su recensioni di 11 critici, con il consenso del sito: "Guidata da due delle donne più divertenti in TV, Broad City usa la vibrante chimica delle sue stelle per dare un elemento di autenticità alla commedia, caotica ma illuminante, dello spettacolo. "[21]

A gennaio 2015, la serie è stata poi rinnovata per una terza stagione, che è stata presentata in anteprima il 17 febbraio 2016.[22] A gennaio 2016, la serie è stata rinnovata per una quarta ed una quinta e ultima stagione.[23]

Altri lavori[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011, Jacobson ha scritto e suonato in una mostra personale intitolata Welcome to Camp, che si è svolta a New York e Los Angeles.[24]

Nel dicembre 2015, la Jacobson è stata scelta per il film Person to Person, al fianco di Michael Cera e Phillip Baker Hall, scritto e diretto da Dustin Guy Defa.[25] Jacobson ha anche partecipato a LEGO Ninjago - Il film, pubblicato il 22 settembre 2017.[26]

Nel 2017, la Jacobson ha ospitato un podcast di 10 episodi sull'arte moderna e contemporanea chiamato A Piece of Work e coprodotto dal Museum of Modern Art e dai WNYC Studios.[27]

Dal 2018 doppia la principessa Bean in Disincanto.[28]

Carriera letteraria[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013, la Jacobson ha pubblicato due libri da colorare con Chronicle Books: Color This Book: New York City e Colour This Book: San Francisco.[6] Jacobson ha anche illustrato un libro intitolato Carry This Book, pubblicato nell'ottobre 2016 da Viking Press.[29] Presenta illustrazioni colorate e divertenti dei contenuti immaginati delle borse di varie celebrità. "Sono sempre stato affascinato da ciò che la gente porta con sé e può dirti tutto" dice Jacobson nell'introduzione del libro.[30] Ben accolto dalla critica, Carry This Book è stato un bestseller del New York Times.[31]

Jacobson ha pubblicato un altro libro, I Might Regret This: Saggi, Disegni, Vulnerabilità e Altre Cose. Il libro è stato pubblicato il 30 ottobre 2018 da Grand Central Publishing.[32] Con i disegni dappertutto, il libro dei saggi personali è incentrato sul viaggio in fuoristrada di Jacobson di tre settimane.[33] Le 320 pagine di saggi personali e vari racconti, anche se di natura comica, si concentrano in gran parte su come Jacobson abbia superato il suo primo amore, il primo rapporto con una donna e le questioni generali di identità.[34] Secondo Jacobson, il libro è incentrato sull'auto-riflessione: "Riguarda il modo in cui mi sono sentita un estraneo interno per tutta la mia vita perché non ho mai capito cosa fosse l'amore, che non avrei mai potuto sperimentarlo ed essere una figura pubblica solo accrescendo quell'ansia. "[35]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attrice[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

  • Revelation 13, regia di Randy e Richard LeVan (2009)
  • Special Things to Do, regia di T.J. Misny – cortometraggio (2011)
  • Upload, regia di Morgan Evans e Tim Mahoney – cortometraggio (2011)
  • High and Dry, regia di T.J. Misny – cortometraggio (2014)
  • Cattivi vicini 2 (Neighbors 2: Sorority Rising), regia di Nicholas Stoller (2016)
  • Person to Person, regia di Dustin Guy Defa (2017)
  • 6 palloncini (6 Balloons), regia di Marja-Lewis Ryan (2018)

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Vag Magazine – miniserie TV, 1 puntata (2010)
  • Broad City – webserie, 15 episodi (2010-2011)
  • Jest Originals – serie TV, 1 episodio (2012)
  • Moms V. Pros – serie TV, 4 episodi (2012)
  • CollegeHumor – serie TV, 1 episodio (2013)
  • Annie and a Side of Fries – webserie, 10 episodi (2013)
  • Broad City – serie TV, 50 episodi (2014-2019)
  • Inside Amy Schumer – serie TV, 1 episodio (2015)
  • The Untitled Web Series That Morgan Evans Is Doing for MTV – serie TV, 1 episodio (2015)
  • Lip Sync Battle – programma TV, 1 episodio (2015)
  • Portlandia – serie TV, 2 episodi (2017)
  • Drunk History – serie TV, 1 episodio (2018)
  • RuPaul's Drag Race – programma TV, 1 episodio (2018)[36]
  • Curb Your Enthusiasm – serie TV, 1 episodio (2020)

Doppiatrice[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano delle opere in cui ha recitato, Abbi Jacobson è stata doppiata da:

Da doppiatrice è sostituita da:

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

MTV Movie & TV Awards

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Talking 'Broad City' with Abbi Jacobson and Ilana Glazer, su Splitsider, 21 giugno 2014. URL consultato il 21 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 31 ottobre 2016).
  2. ^ a b (EN) Wayne Native Behind Comedy Central’s Broad City, su Mainlinetoday.com. URL consultato il 27 gennaio 2016.
  3. ^ (EN) Stephanie Butnick, On Comedy Central’s Broad City, Two Jewesses Just Want To Have Fun, su Tablet Magazine, 23 gennaio 2014. URL consultato il 25 aprile 2014.
  4. ^ (EN) Wayne native stars in new 'Broad City', su Philly.com, 23 gennaio 2014.
  5. ^ (EN) Case Wesley, 'Broad City' star Abbi Jacobson talks seeing a Baltimore mugging on podcast, su BaltimoreSun.com, 26 febbraio 2016. URL consultato il 3 gennaio 2019.
  6. ^ a b c d (EN) Nicole Drumheller Gargus, Local star Abbi Jacobson appearing on Comedy Central (TXT), su Montgomery News, 16 gennaio 2014. URL consultato il 25 aprile 2014.
  7. ^ (EN) Wesley Case, Abbi Jacobson, from MICA to 'Broad City', su The Baltimore Sun, 24 marzo 2014. URL consultato il 25 aprile 2014.
  8. ^ (EN) Lisa Liebman, Abbi Jacobson Travels Far from Broad City in Heroin Drama 6 Balloons, su Vanity Fair, 6 aprile 2018. URL consultato l'8 aprile 2018.
  9. ^ (EN) Lisa Liebman, Abbi Jacobson Travels Far from Broad City in Heroin Drama 6 Balloons, su vanityfair.com.
  10. ^ (EN) Abbi Jacobson '06, su Maryland Institute College of Art. URL consultato il 25 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 26 aprile 2014).
  11. ^ (EN) FX Developing TV Version Of Web Series ‘Broad City’ With Amy Poehler Producing, su Deadline Hollywood, 22 novembre 2011.
  12. ^ (EN) Talking to Ilana Glazer and Abbi Jacobson of 'Broad City' About Their Upcoming Comedy Central Show, su Splitsider, 20 marzo 2013. URL consultato il 12 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 20 maggio 2018).
  13. ^ (EN) Comedy Central Renews 'Broad City' for Second Season, su The Hollywood Reporter. URL consultato il 19 febbraio 2016.
  14. ^ (EN) Karen Valby, Broad City, su Entertainment Weekly, 13 marzo 2014. URL consultato il 3 gennaio 2016.
  15. ^ (EN) Megan Angelo, The Sneak-Attack Feminism of ‘Broad City’, su Wall Street Journal, 14 febbraio 2011. URL consultato il 15 luglio 2014.
  16. ^ (EN) Caroline Framke, Broad City: 'What A Wonderful World', su The A.V. Club, 22 gennaio 2014. URL consultato il 30 gennaio 2014.
  17. ^ (EN) Broad City: Season 1, su rottentomatoes.com, 22 gennaio 2014. URL consultato il 21 febbraio 2015.
  18. ^ (EN) Erik Adams, Joshua Alston, Gwen Ihnat, Kayla Kumari Upadhyaya, Myles McNutt, Genevieve Valentine e Scott Von Doviak, The best TV shows of 2014 (part 2), su The A.V. Club, 11 dicembre 2014. URL consultato il 10 gennaio 2015.
  19. ^ (EN) Comedy Central Renews 'Broad City' for Second Season, su The Hollywood Reporter, 24 febbraio 2014.
  20. ^ (EN) Broad City, su Metacritic. URL consultato il 21 febbraio 2015.
  21. ^ (EN) Broad City: Season 2, su rottentomatoes.com, 14 febbraio 2015. URL consultato il 21 febbraio 2015.
  22. ^ (EN) 'Broad City' Gets Season 3 Pickup From Comedy Central, su Deadline Hollywood, 25 gennaio 2015.
  23. ^ (EN) Denise Petski, ‘Broad City’ Gets 2-Season Renewal On Comedy Central; Pot Comedy Gets Green Light, su Deadline Hollywood, 6 gennaio 2016. URL consultato il 29 gennaio 2016.
  24. ^ (EN) Abbi Jacobson, su Upright Citizens Brigade Theatre. URL consultato il 25 aprile 2014.
  25. ^ (EN) Dave McNary, Michael Cera, Tavi Gevinson, Abbi Jacobson Starring in ‘Human People’, su Variety.com, 3 dicembre 2015. URL consultato il 29 gennaio 2016.
  26. ^ (EN) Oliver Lyttelton, Jackie Chan, Dave Franco, Michael Peña & Abbi Jacobson To Voice ‘Lego Movie’ Spin-Off ‘The Lego Ninjago Movie’, su The Playlist, 27 giugno 2016. URL consultato il 12 luglio 2016.
  27. ^ (EN) A piece of work inside Abbi Jacobson new art podcast, su rollingstone.com, Rolling Stone. URL consultato l'11 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2018).
  28. ^ (EN) Josh Weinstein on Twitter, su Twitter. URL consultato il 4 settembre 2009.
  29. ^ (EN) Isabella Biedenharn, Broad City's Abbi Jacobson to publish illustrated book -- exclusive, su Entertainment Weekly, 3 marzo 2016. URL consultato il 6 maggio 2016.
  30. ^ (EN) Jessica Bloom, Broad City’s Abbi Jacobson Publishes Book of Illustrations, su Format Magazine. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  31. ^ (EN) Carry This Book, su Penguin Random House. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  32. ^ (EN) Abbi Jacobson, I Might Regret This, Little, Brown Book Group Limited, 30 ottobre 2018, ISBN 978-0-349-01087-8. URL consultato il 12 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 9 novembre 2018).
  33. ^ (EN) Review - ‘Broad City’s’ Abbi Jacobson hits the road, su Washington Post. URL consultato il 9 novembre 2018.
  34. ^ (EN) Hilary Weaver, Abbi Jacobson on Why Now Is the Time to Be Vulnerable, su Vanities. URL consultato il 9 novembre 2018.
  35. ^ (EN) Riding in Abbi Jacobson's Passenger Seat, su Papermag.com, 31 ottobre 2018. URL consultato il 9 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 9 novembre 2018).
  36. ^ (EN) Shania Twain, "Broad City" Stars And More Join The Judges’ Panel On "Drag Race" Season 10, su Newnownext.com.
  37. ^ (EN) Get Out Leads the Nominations for MTV’s First Ever Movie & TV Awards, su PEOPLE.com, 6 aprile 2017. URL consultato l'8 aprile 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN316002896 · LCCN (ENno2015073394 · GND (DE1155881834 · WorldCat Identities (ENlccn-no2015073394