Abbazia di St Dogmaels

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Abbazia di St Dogmaels
(EN) St Dogmaels Abbey/(CY) Abaty Llandudoch
St Dogmaels Abbey - geograph.org.uk - 428651.jpg
StatoRegno Unito Regno Unito
   Galles Galles
Area principalePembrokeshire
Religionecattolica
Inizio costruzione1115/1120
CompletamentoXVI secolo

Coordinate: 52°04′49.87″N 4°40′50.81″W / 52.08052°N 4.68078°W52.08052; -4.68078

L'abbazia di St Dogmaels (in inglese: St Dogmaels Abbey; in gallese: Abaty Llandudoch) è un'abbazia in rovina del villaggio gallese di St Dogmaels, nel Pembrokeshire (Galles sud-occidentale), fondata nel 1115[1][2]/1120[3] da monaci tironensi.[1][2][4]

Attualmente le rovine dell'abbazia vengono utilizzate per la messa in scena di spettacoli teatrali.[5]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Le mura occidentali e settentrionali della navata sono risalenti al XIII secolo.[1]

Il transetto settentrionale è in stile Tudor.[1] e presenta figure in rilievo raffiguranti San Matteo, il leone di San Marco e l'Arcangelo Michele.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sul luogo in cui sorse l'abbazia era presente sin dal V-VI secolo una comunità di monaci celtici.[2]

Questa comunità fu allontanata nel 1115 dai Normanni per essere sostituita da monaci benedetti provenienti dall'abbazia francese di Tiron.[2] La comunità era composta da 12 monaci e un abate.[1]

Ufficialmente l'abbazia fu fondata il 20 settembre 1120.[3] dal barone Robert fitz Martin e da sua moglie, Maud Peverel (sorella di William Peverel il Giovane):[3] in realtà Fitz Martin fu colui che garantì il terreno e che fornì il denaro necessario per la realizzazione dell'abbazia.[4]

La costruzione del complesso monastico proseguì in seguito anche tra il XIII e il XVI secolo.[3]

I monaci dell'abbazia seguivano le rigide regole imposte dalla Regola di San Benedetto.[1]

L'abbazia fu abbandonata nel 1536 con la dissoluzione dei monasteri voluta da Enrico VIII d'Inghilterra.[2] e fu in seguito adibita a dimora privata.[3]

L'abbazia di St Dogmaels nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Cinema e fiction[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 1986 le rovine dell'abbazia di St Dogmaels furono utilizzate come location per alcune scene del film Il nome della rosa.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g St Dogmaels Abbey su Castles of Wales.
  2. ^ a b c d e Dragicevich - Atkinson, Galles, Lonely Planet, Victoria - EDT, Torino, 2011, p. 161.
  3. ^ a b c d e St Dogmaels Abbey and Coach House Archiviato l'8 giugno 2012 in Internet Archive. su Cadw.
  4. ^ a b c St Dogmaels Abbey's influence remains after 900 years, in: BBC.
  5. ^ Abbey Shakespeare Company.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN6847149662192507020003 · LCCN (ENno2017068760 · WorldCat Identities (ENlccn-no2017068760