Abbasi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'Abbasi è un'antica moneta d'argento della Persia. Prende il nome dallo scià Abbas I di Persia (1571 - 1629), un esponente della dinastia dei Safavidi.[1]

La moneta è stata emessa per la prima volta nel 1620 con un peso di 7,70 g[1] ed in seguito da parte dei succesori di Abbas I fino alla metà del XVIII secolo, seppur con un peso in continua diminuzione.[1] Fu emesso dal 1762 in Azerbaigian ed in Georgia, tra il 1804 ed il 1832 a Tbilisi, in Russia ed in Afghanistan sotto i re Habibullah e Amanullah fino al 1926.

La moneta da un abbasi valeva in origine 4 Shahi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Grande Enciclopedia De Agostini, vol. 1, p. 7

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Grande Enciclopedia De Agostini, vol. 1, Novara, 1992.
Numismatica Portale Numismatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Numismatica