Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Abarqu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Abarkūh
città
ابرکوه
Localizzazione
StatoIran Iran
ProvinciaYazd
ShahrestānAbarkuh
CircoscrizioneCentrale
Territorio
Coordinate31°07′N 53°16′E / 31.116667°N 53.266667°E31.116667; 53.266667 (Abarkūh)Coordinate: 31°07′N 53°16′E / 31.116667°N 53.266667°E31.116667; 53.266667 (Abarkūh)
Altitudine1 512 m s.l.m.
Abitanti20 994[1] (2006)
Altre informazioni
Prefisso0352
Fuso orarioUTC+3:30
Cartografia
Mappa di localizzazione: Iran
Abarkūh
Abarkūh
Abarqu
Abarkuh
Abarghood
farsi ابرکوه
UtilizzoCentro carovaniero
EpocaPrime civiltà mesopotamiche
Localizzazione
StatoIran Iran
ShahrestānAbarkuh
Altitudine1 512 m s.l.m.
Mappa di localizzazione

Abarqu, Abarkuh o Abarghood, (farsi ابرکوه) è il capoluogo dello shahrestān di Abarkuh, circoscrizione Centrale, nella provincia di Yazd in Iran. Aveva, nel 2006, una popolazione di 20.994 abitanti.

È una città di antiche origini situata nell'Iran centrale. Fra l'XI e il XV secolo ha conosciuto grande prosperità come centro carovaniero essendo posta sulla via che da Shiraz e Persepoli conduce a Yazd. Ora appare abbandonata in seguito all'emigrazione della popolazione alla volta di altre città in cerca di migliori condizioni di vita.

La città ha ormai un aspetto abbandonato ma vi emergono alcuni edifici notevoli come la moschea Nizamiyeh sormonta da due minareti risalente al 1325 e la moschea del venerdì risalente al 1337. Su una collina nella zona a sud della città è posto l'edificio più antico: il Gunbad-i 'Alī, mausoleo a forma di torre ottagonale sormontato da una cupola emisferica interamente costruito in pietra databile 1056. Altro celebre edificio è il Taūs al-Haramain contenente le tombe di al-Hasan ben Kai-Khosraw e di sua figlia Bībī 'Ā'iša Malekè Khatun, databile 1318.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Notevole è un antichissimo cipresso (sarv) di enormi dimensioni, si stima che abbia 4.000 anni e che sia il più antico presente in Iran[2] . Viene chiamato Sarv-e-Abarghood, o anche il Cipresso di Zoroastro[3][4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il dato proviene dal sito World Gazetteer, che non esiste più e non è stata trovata una copia disponibile
  2. ^ . 17 "Green Giant Tree - Iran" Archiviato il 18 dicembre 2009 in Internet Archive.
  3. ^ Trees in ancient Iran Archiviato il 11 gennaio 2013 in WebCite
  4. ^ The World's Oldest Trees

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Archeologia Portale Archeologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di archeologia