Aaron Persico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aaron Persico
Finale Campionato di Eccellenza di rugby a 15 2010-2011, Aaron Persico.jpg
Persico parla con una tifosa dopo la finale di Eccellenza 2010-11 persa contro il Petrarca
Dati biografici
Paese Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Altezza 183 cm
Peso 94 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union Italia Italia
Ruolo Terza linea ala
Ritirato 2013
Carriera
Attività di club¹
1999-2003 Viadana ? (?)
2003-2004 Leeds Tykes 5 (5)
2004-2006 Agen 27 (0)
2006-2009 Calvisano 55 (30)
2009-2010 Viadana 14 (0)
2010-2013 Rovigo 58 (15)
Attività da giocatore internazionale
2000-2006 Italia Italia 56 (10)

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito

Statistiche aggiornate al 21 agosto 2013

Aaron Ronald Persico (Lower Hutt, 29 marzo 1978) è un ex rugbista a 15 italiano di origine neozelandese, in carriera attivo nel ruolo di terza linea ala e 56 volte internazionale per l'Italia con cui ha partecipato alla 5ª edizione della Coppa del Mondo.


Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Lower Hutt, nella regione di Wellington, da famiglia di origine italiana di Massa Lubrense[1], Persico iniziò a giocare a rugby in patria, crescendo nelle giovanili del Petone Rugby Club, squadra della capitale neozelandese.

Giunse in Italia nel 1998, ingaggiato dal Viadana, club nel quale militò cinque stagioni laureandosi anche campione d'Italia; nel 2000, grazie alla cittadinanza italiana spettantegli per diritto di ascendenza, fu convocato in Nazionale da Brad Johnstone, che fece esordire Persico nel Sei Nazioni di quell'anno; fu, quella, la prima di sette edizioni consecutive di tale torneo a cui prese parte (l'ultima disputata nel 2006), con 29 presenze totali su 35 incontri.

In contemporanea con il suo trasferimento al Leeds Tykes in Inghilterra, giunse anche la convocazione alla Coppa del Mondo di rugby 2003 nel corso della quale Persico disputò tutti i tre incontri dell'Italia.

Fu, a seguire, in Francia all'Agen per un biennio dopo la parentesi inglese di una sola stagione. Tornato poi in Italia militò nel Calvisano, club per il quale fu ingaggiato nel 2006 e con il quale si laureò campione d'Italia nel 2008.

A fine 2009, in seguito alla rinuncia al Super 10 del Calvisano, rientrò nella squadra che lo lanciò in Italia, il Viadana; l'anno successivo declinò l'offerta di entrare a far parte della franchise degli Aironi e accettò invece un ingaggio dal Rovigo[2].

Nel luglio 2013, terminato l'accordo con il Rovigo, fu in Sardegna al Amatori Capoterra[3], squadra militante in A2 ma, prima ancora dell'inizio del torneo, chiese di essere svincolato per motivi familiari[4], e si ritirò dall'attività.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carlo Gobbi, Terza linea Italia da urlo, in la Gazzetta dello Sport, 21 febbraio 2003. URL consultato il 16 novembre 2015.
  2. ^ Piergiorgio Callegari, In rossoblu per vincere lo scudetto. Di nuovo, in Rovigo Oggi, 16 agosto 2010. URL consultato il 31 agosto 2010.
  3. ^ Fabio Farigu, Aaron Persico a Capoterra, su capoterra.net, Amatori Rugby Capoterra, 21 luglio 2013. URL consultato il 16 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 16 novembre 2015).
  4. ^ Rugby Capoterra: Parte Aaron Persico e arriva Anouer Younes [collegamento interrotto], in Rugby Meet, 29 agosto 2013. URL consultato il 16 novembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]