A prova di errore (film 2000)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A prova di errore
A prova di errore (film 2000).png
Una scena del film
Titolo originaleFail Safe
PaeseStati Uniti d'America
Anno2000
Formatofilm TV
Generethriller, drammatico
Durata85 min
Lingua originaleinglese
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,78:1
Crediti
RegiaStephen Frears
SoggettoEugene Burdick, Harvey Wheeler
SceneggiaturaWalter Bernstein
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
FotografiaJohn A. Alonzo
ScenografiaTroy Sizemore
CostumiMolly Maginnis, Javier Arrieta
ProduttoreTom Park, Amy Minda Cohen (coordinatore)
Produttore esecutivoGeorge Clooney, Laura Ziskin, Pamela Oas Williams, Harvey Wheeler (co-produttore), Walter Bernstein (co-produttore)
Casa di produzioneMaysville Pictures, Warner Bros. Television
Prima visione
Data9 aprile 2000
Rete televisivaCBS

A prova di errore (Fail Safe) è un film per la televisione statunitense del 2000 diretto da Stephen Frears. La pellicola, basata sul romanzo omonimo di Eugene Burdick e Harvey Wheeler, è stata originariamente trasmessa negli Stati Uniti da CBS il 9 aprile 2000. Il libro era già stato trasposto in un'omonima pellicola da Sidney Lumet nel 1964.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Siamo negli anni della guerra fredda, in un normale controllo dello spazio aereo sull'Artico, si avvista un oggetto volante non identificato, che poi si scopre essere un aereo che ha perso la sua rotta originale. In seguito, dopo aver ricevuto un ordine sbagliato a causa di un ricevitore difettoso, alcuni bombardieri americani sono incaricati di andare a sganciare delle bombe nucleari su Mosca. Quando il Presidente degli Stati Uniti d'America lo viene a sapere si mette in contatto con i piloti per fermarli, ma invano. Allora il Presidente decide di chiamare il Premier dell'Unione Sovietica per far evacuare la città. I russi provano ad abbattere gli aerei fallendo, e così alla fine, Mosca viene rasa al suolo, e gli USA bombardano New York per ripagare la strage inferta ai nemici.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è realizzato in presa diretta[1], completamente in bianco e nero ed è stato il primo lungometraggio trasmesso in diretta dalla CBS dopo 39 anni[2].

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo fantafilm, si tratta di un "robusto remake [...], realizzato in presa diretta per il piccolo schermo. Fotografato in un austero bianco e nero e sostenuto da un ottimo cast", anche se "l'impatto emotivo e l'originalità [...] appaiono - per le mutate condizioni dello scenario politico internazionale - piuttosto datate e certamente inferiori all'originale".[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A prova di errore. MyMovies
  2. ^ AntonioGenna.net presenta: IL MONDO DEI DOPPIATORI - ZONA CINEMA: "A prova di errore"
  3. ^ Bruno Lattanzi e Fabio De Angelis (a cura di), A prova di errore, in Fantafilm. URL consultato il 13 dicembre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]