A braccia aperte (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A braccia aperte
Titolo originaleJohn Goldfarb, Please Come Home!
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1965
Durata96 min
Rapporto2,35 : 1
Generecommedia
RegiaJ. Lee Thompson
SceneggiaturaWilliam Peter Blatty
ProduttoreJ. Lee Thompson, Steve Parker
Casa di produzioneOrchard Productions, Steve Parker Productions, Twentieth Century Fox Film Corporation
FotografiaLeon Shamroy
MontaggioWilliam B. Murphy
Effetti specialiL.B. Abbott, Emil Kosa Jr.
MusicheJohn Williams
ScenografiaDale Hennesy, Jack Martin Smith
CostumiAdele Balkan, Edith Head
TruccoMargaret Donovan, Ben Nye, Frank Westmore
Interpreti e personaggi

A braccia aperte (John Goldfarb, Please Come Home!) è un film statunitense del 1965 diretto da J. Lee Thompson.

È un film commedia basato sul romanzo John Goldfarb, Please Come Home di William Peter Blatty del 1963 con protagonisti Shirley MacLaine, Peter Ustinov e Richard Crenna.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'ambasciatore statunitense John Goldfarb viene cacciato dal regno di Fawz a seguito di un incidente. Toccherà alla giornalista Jenny Ericson, che doveva fare un servizio sull'harem del sultano per il suo giornale, cercare di risolvere il problema, con l'aiuto di un pilota poco affidabile e del principe Ammud.[1]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, diretto da J. Lee Thompson su una sceneggiatura di William Peter Blatty,[2] fu prodotto da J. Lee Thompson e Steve Parker per Orchard Productions, Steve Parker Productions e Twentieth Century Fox Film Corporation[3] e girato nei 20th Century Fox Studios a Century City e nella Edwards Air Force Base in California[4] con un budget stimato in 4 milioni di dollari.[5]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu distribuito negli Stati Uniti dal 24 marzo 1965 al cinema dalla Twentieth Century Fox e sulla ABC nel 1968 in televisione.[3]

Alcune delle uscite internazionali sono state:[6]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

La tagline è: "It's the happiest, wackiest, zaniest comedy you'll ever see!".[7]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il Morandini il film è "una farsa esotica confezionata con mano greve" e risulta uno dei passi falsi dell'intera carriera di Shirley MacLaine.[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A braccia aperte (1965) | FilmTV.it, su FilmTV. URL consultato l'08 gennaio 2016.
  2. ^ A braccia aperte - IMDb - Cast e crediti completi, su imdb.it. URL consultato il 28 agosto 2012.
  3. ^ a b A braccia aperte - Crediti per le compagnie di produzione e distribuzione, su imdb.it. URL consultato il 28 agosto 2012.
  4. ^ A braccia aperte - Luoghi delle riprese, su imdb.it. URL consultato il 28 agosto 2012.
  5. ^ A braccia aperte - Box office / incassi, su imdb.it. URL consultato il 28 agosto 2012.
  6. ^ A braccia aperte - IMDb - Date di uscita, su imdb.it. URL consultato il 28 agosto 2012.
  7. ^ (EN) A braccia aperte - Tagline, su imdb.com. URL consultato il 28 agosto 2012.
  8. ^ Scheda di A braccia aperte su MYmovies

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema