A Star Is Born (film 2018)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
A Star Is Born
A Star Is Born film 2018.jpg
Bradley Cooper e Lady Gaga in una scena del film
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2018
Durata135 min
Generedrammatico, musicale, sentimentale
RegiaBradley Cooper
SoggettoÈ nata una stella di Robert Carson, William A. Wellman
SceneggiaturaBradley Cooper, Will Fetters, Eric Roth
ProduttoreBradley Cooper, Bill Gerber, Lynette Howell Taylor, Todd Phillips, Jon Peters
Produttore esecutivoBasil Iwanyk, Ravi D. Mehta, Heather Parry, Michael Rapino, Sue Kroll, Niija Kuykendall
Casa di produzioneMetro-Goldwyn-Mayer, Peters Entertainment, Gerber Pictures, Live Nation Productions, Joint Effort
Distribuzione (Italia)Warner Bros. Pictures
FotografiaMatthew Libatique
MontaggioJay Cassidy
ScenografiaKaren Murphy
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

A Star Is Born è un film del 2018 diretto da Bradley Cooper, al suo debutto come regista.

La pellicola è un remake del film È nata una stella, diretto nel 1937 da William A. Wellman. Si tratta del terzo rifacimento dopo il musical del 1954 e il musical rock del 1976.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jackson Maine è una star della musica rock, che si esibisce tutte le sere in città diverse per platee di fan urlanti. Il cantautore ha avuto un passato turbolento: il padre lo ha avuto all'età di 63 anni e la madre ne aveva a malapena 18. Come lui, il padre era un alcolizzato e molte volte Jack si sentiva male a causa della sua assenza. Inoltre, fin da quando era piccolo, Jack soffre di una malattia che lo tormenta: l'acufene.

Una sera, dopo un suo concerto, in cerca di qualcosa da bere, si dirige in un night club e incontra Ally, una bravissima ragazza che si esibisce tutte le sere in quel locale; dopo un'accesa lite in un bar poco distante, lei gli canta a cappella alcuni versi di una canzone improvvisata, più il ritornello di una canzone scritta qualche giorno prima. Jackson si innamora di quei versi, poi la riaccompagna a casa. Il giorno dopo, Ally viene invitata al concerto dallo stesso Maine. Inizialmente riluttante, si dirige al concerto dopo essersi licenziata dal posto in cui lavora. Durante lo spettacolo Jack ed Ally cantano insieme e si innamorano. Lei vorrebbe passare la notte con lui, ma quest'ultimo è troppo ubriaco e crolla immediatamente.

Il giorno successivo, Jack ed Ally partono in moto e si dirigono in Arizona, luogo di nascita di Jack. Per via delle canzoni cantate insieme nei vari spettacoli, Ally acquisisce sempre più fama ed il manager di Jack diventa ben presto quello di Ally, che decide di essere sponsorizzata incidendo il suo primo album. Anche se sono a distanza, il padre di Ally è sempre presente ed è fiero di lei. Il disco diventa subito famosissimo, tanto che Ally vince un Grammy Award come miglior cantautrice esordiente. Durante il discorso di ringraziamento della cantante, Jack, che poco tempo prima l'aveva sposata, molto ubriaco fa fare una brutta figura alla moglie.

Due mesi dopo, Jack esce dal suo corso di riabilitazione per combattere l'alcolismo e torna a casa completamente pulito. Ally gli dice che rinuncerà alla tournée europea e rimarrà a casa con lui, registrando un secondo disco. Intanto il manager di Ally, in assenza di lei, dice a Jack che è un peso per la moglie, e che semplicemente standole vicino le porterebbe una pessima pubblicità, inficiando la sua carriera. Mentre Ally è assente da casa per fare un ultimo concerto al quale dovrebbe partecipare anche Maine, Jack prende una cintura trovata in macchina e si impicca nel garage di casa. Saputa la notizia, Ally, molto triste, canterà ai funerali una canzone scritta dal marito quando lei aveva iniziato ad avere successo snaturando il suo vero stile e la sua musica. Jackson aveva infatti nascosto il testo tra le pagine del diario che Ally usava per scrivere le canzoni che piacevano a lui.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2011 la Warner Bros annunciò Clint Eastwood come regista del remake e Beyoncé come protagonista.[1] Prima di Bradley Cooper, la produzione ha provato a coinvolgere Tom Cruise come protagonista della pellicola, ma la star ha rifiutato.[2] La pre-produzione del film, tuttavia, è stata posticipata di un anno per permettere a Beyoncé di portare a termine la sua gravidanza, ma alla fine la cantante ha abbandonato il progetto per i troppi impegni canori.[3] Anche Clint Eastwood, in seguito, decise di abbandonare il remake.[4] Dopo alcuni anni di stasi, nel marzo 2015 Cooper è stato scelto come regista del film[5] e ha coinvolto Lady Gaga come protagonista femminile.[6]

Le riprese sono iniziate il 17 aprile 2017.[7] Il film ha come protagonisti Bradley Cooper, che è anche co-sceneggiatore e produttore, affiancato da Lady Gaga, che riprende il ruolo già portato sullo schermo da attrici come Janet Gaynor, Judy Garland e Barbra Streisand. Per la cantante si tratta dell'esordio cinematografico come attrice protagonista.

La stessa Streisand si è detta "impressionata" dal lavoro di Cooper e Lady Gaga al film, tanto da fare visita ai due sul set durante le riprese.[8][9]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer è stato diffuso il 6 giugno 2018.[10]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato in anteprima mondiale, fuori concorso, il 31 agosto 2018 alla 75ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, mentre il mese seguente al Toronto International Film Festival e al Festival internazionale del cinema di San Sebastián.[11][12]

È stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi dal 5 ottobre 2018[13] e in quelle italiane dall'11 dello stesso mese.[14] In Giappone verrà rilasciato invece il 21 dicembre 2018.[15]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: A Star Is Born Soundtrack.

Tutte le canzoni presenti nel film sono state scritte da Lady Gaga e Bradley Cooper, talvolta affiancati da artisti quali Lukas Nelson, Jason Isbell e Mark Ronson, e sono state registrate dal vivo, senza sovraincisioni.[16][17]

La colonna sonora, composta da 34 tracce con i dialoghi di intermezzo, è stata pubblicata il 5 ottobre 2018.[18] Ha raggiunto la prima posizione in classifica in Canada, Regno Unito, Irlanda, Svizzera, Australia e Stati Uniti (dove ha esordito con la vendita di 231.000 copie).[19][20][21]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la prima alla 75ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, conclusasi con una standing ovation di otto minuti,[22] il film ha ricevuto recensioni positive, totalizzando un punteggio di 88/100 su Metacritic e del 90% su Rotten Tomatoes.[23][24] Su IMDb ha raggiunto invece un punteggio pari a 8,4/10.[25]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

La rivista TIME ha scritto: "Bradley Cooper ha creato con successo un bellissimo melodramma per l'età moderna. È una storia di grandi personaggi e di persino più grandi errori." ed anche "Cooper da attore sa quando è il momento di mettersi da parte per lasciar brillare Lady Gaga. Riconosce che lei come performer è immensa."[26] Il The Telegraph scrive: "Lady Gaga ci dà una performance elettrizzante in un musical hollywoodiano che durerà negli anni."[27]

Owen Gleiberman di Variety ha lodato la regia, scrittura e performance di Bradley Cooper definendo il film un "trascendente film di Hollywood".[28] Alonso Duralde di TheWrap ha scritto: "Cooper e Lady Gaga sono come dinamite insieme. Questa è una storia che vive e muore grazie alla relazione e alla chimica che si instaura tra di loro." Ha inoltre lodato le performance musicali di entrambi.[29]

Serena Nannelli de Il Giornale scrive: "A Star Is Born racconta una "favola" al tempo stesso disperata e amabile, in cui si mostrano il lato oscuro dei sogni e gli effetti distruttivi della celebrità. Lady Gaga [...] si è spogliata delle sovrastrutture artificiose da diva sopra le righe, andando alla ricerca della propria autenticità. [...] Bradley Cooper non è da meno: i due mostrano un vero talento l'uno nella specialità artistica dell'altra."[30] Simona Santoni di Panorama ha scritto invece: "Bradley Cooper, al suo debutto alla regia, dà la sua visione del canovaccio noto. Lo fa con una certa abilità [...]. Ma la mossa da scacco matto ce l'ha all'origine: ingaggiare Lady Gaga [...] che a ogni inquadratura invita a scrutare e scrutare, quel naso un po' accentuato e quegli occhi color nocciola dall'espressione strana, quel viso al naturale, che non conosciamo. E quella voce, quella voce, che invece ci è nota e che si conferma una voce che sa conquistare."[31]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Nel suo week-end di apertura, A Star Is Born ha incassato nel suolo statunitense 42,6 milioni di dollari, posizionandosi come secondo migliore incasso dietro al film Venom.[32] Dopo 12 giorni registra invece un incasso di 100 milioni di dollari. [33]

Anche in Italia il film registra un simile successo, debuttando in prima posizione con un incasso di 1,7 milioni di euro.[34]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A Star Is Born. Clint Eastwood dirigerà Beyoncé!?, in Everyeye Cinema. URL consultato il 7 giugno 2018.
  2. ^ (EN) Nikki Finke,Mike Fleming Jr, Is Tom Cruise Heading For Another Rock Star Turn In 'A Star Is Born?', in Deadline, 9 marzo 2012. URL consultato il 7 giugno 2018.
  3. ^ Beyonce Quits Eastwood's 'Star Is Born' Reboot, in Rolling Stone. URL consultato il 7 giugno 2018.
  4. ^ (EN) Dave McNary, Lady Gaga’s ‘A Star Is Born’ Moved Back Five Months, in Variety, 21 dicembre 2017. URL consultato l'8 giugno 2018.
  5. ^ (EN) Mike Fleming Jr, Bradley Cooper To Make Directing Debut, Hopes To Star With Beyonce In ‘A Star Is Born’ For Warner Bros, in Deadline, 24 marzo 2015. URL consultato il 7 giugno 2018.
  6. ^ (EN) Justin Kroll, Lady Gaga Joins Bradley Cooper’s ‘A Star Is Born’ Remake, in Variety, 16 giugno 2016. URL consultato il 7 giugno 2018.
  7. ^ (EN) First Look at Lady Gaga in A Star is Born Remake, in ComingSoon.net, 17 aprile 2017. URL consultato il 7 giugno 2018.
  8. ^ (IT) Barbra Streisand apprezza il lavoro di Bradley Cooper in A Star Is Born, in Everyeye Cinema. URL consultato l'11 novembre 2018.
  9. ^ (EN) Barbra Streisand 'Really Liked' What She's Seen of New 'A Star Is Born'. URL consultato l'11 novembre 2018.
  10. ^ È NATA UNA STELLA: LADY GAGA NEL PRIMO TRAILER DEL FILM DIRETTO DA BRADLEY COOPER, movieplayer.it. URL consultato il 6 giugno 2018.
  11. ^ Biennale Cinema 2018 | A Star is Born con Bradley Cooper e Lady Gaga alla 75. Mostra, in La Biennale di Venezia, 23 luglio 2018. URL consultato il 23 luglio 2018.
  12. ^ (EN) Hunter Harris, Toronto International Film Festival Announces 2018 Lineup, in Vulture. URL consultato il 24 luglio 2018.
  13. ^ (EN) Lady Gaga's A Star Is Born shifts release date back to fall 2018, ew.com. URL consultato il 6 giugno 2018.
  14. ^ A Star Is Born, warnerbros.it. URL consultato il 6 giugno 2018.
  15. ^ (EN) Tokyo International Film Festival kicks off with 'A Star Is Born', in Japan Today. URL consultato l'11 novembre 2018.
  16. ^ A Star is Born - Warner Bros. Entertainment Italia, in Warner Bros. Entertainment Italia. URL consultato il 7 giugno 2018.
  17. ^ Lady Gaga, Bradley Cooper Sing Together in 'A Star Is Born' Trailer, in Rolling Stone. URL consultato il 7 giugno 2018.
  18. ^ (EN) EXCLUSIVE: 'A Star Is Born' Soundtrack Release Date, su Lady Gaga Now. URL consultato il 17 agosto 2018.
  19. ^ (EN) 'A Star Is Born' Soundtrack Debuts at #1 in the UK, su Lady Gaga Now. URL consultato il 12 ottobre 2018.
  20. ^ (EN) The A Star Is Born soundtrack is Ireland's Number 1 album this week. URL consultato il 12 ottobre 2018.
  21. ^ (EN) Lady Gaga Tops Billboard 200 With 'A Star Is Born,' Makes History, su Gaga Daily. URL consultato il 13 ottobre 2018.
  22. ^ (EN) Nick Vivarelli, Lady Gaga’s ‘A Star Is Born’ Gets Eight-Minute Ovation in Venice Following World Premiere Glitch, in Variety, 31 agosto 2018. URL consultato il 1º settembre 2018.
  23. ^ (EN) A Star Is Born. URL consultato il 1º settembre 2018.
  24. ^ A Star Is Born. URL consultato il 1º settembre 2018.
  25. ^ A Star Is Born. URL consultato il 1º settembre 2018.
  26. ^ (EN) Lady Gaga Delivers a Knockout Performance in 'A Star Is Born', su Time. URL consultato il 1º settembre 2018.
  27. ^ (EN) Robbie Collin, A Star Is Born review: Lady Gaga electrifies in a Hollywood musical for the ages, in The Telegraph, 31 agosto 2018. URL consultato il 1º settembre 2018.
  28. ^ (EN) Owen Gleiberman, Venice Film Review: Bradley Cooper and Lady Gaga in ‘A Star Is Born’, in Variety, 31 agosto 2018. URL consultato il 1º settembre 2018.
  29. ^ (EN) 'A Star Is Born' Film Review: Bradley Cooper and Lady Gaga Reinvigorate a Classic, in TheWrap, 31 agosto 2018. URL consultato il 1º settembre 2018.
  30. ^ "A star is born", doppio esordio vincente per Bradley Cooper e Lady Gaga, in ilGiornale.it. URL consultato il 13 ottobre 2018.
  31. ^ Simona Santoni, A star is born, per la quarta volta. Ma ora c'è Lady Gaga - Panorama, in Panorama, 12 ottobre 2018. URL consultato il 13 ottobre 2018.
  32. ^ (EN) Venom, A Star Is Born Lead Record-Breaking Box Office Weekend, in pastemagazine.com. URL consultato il 9 ottobre 2018.
  33. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, ‘A Star Is Born’ Continues To Hit Box Office High Notes, Clears $100M In 12 Days, in Deadline, 17 ottobre 2018. URL consultato il 17 ottobre 2018.
  34. ^ Box Office Italia USA del 12/10/2018, MYmovies.it. URL consultato il 15 ottobre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema