A Place to Bury Strangers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A Place To Bury Strangers
A Place To Bury Strangers.JPG
A Place To Bury Strangers in un concerto. Jono Mofo (a sinistra) e Oliver Ackermann.
Paese d'origineStati Uniti Stati Uniti
GenereRock alternativo
Shoegaze
Noise pop
Space rock
Periodo di attività musicale2003 – in attività
EtichettaKiller Pimp
Sito ufficiale

Gli A Place to Bury Strangers sono un gruppo musicale statunitense, originario di New York e composto da Oliver Ackermann (voce, chitarra e basso), dal neozelandese Dion Lunadon (basso, chitarra) e Lia Simone Braswell (batteria).

In passato hanno fatto parte della band, tra gli altri, Jono Mofo (basso), Robi Gonzalez (batteria) e Jay Space (batteria).

Stile[modifica | modifica wikitesto]

La band ha un suono psichedelico, influenzato dal noise, dalle sonorità space rock e kraut rock e da un certo shoegaze tipico degli anni ottanta[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

La band inizia a lavorare nel 2001, ma le prime tracce vengono pubblicate solo nel 2006, anno in cui vengono pubblicati tre EP chiamati con tre diversi colori, ossia Red, Blue e Green. Conseguentemente alla pubblicazione di questi EP, gli A Place to Bury Strangers vengono indicati come una delle migliori band alternative di New York da rinomati giornali, come il Washington Post e il New York Times.

Nel 2007 è stato pubblicato l'album d'esordio intitolato proprio A Place To Bury Strangers e messo in commercio dall'etichetta Killer Pimp. In seguito si esibiscono attraverso dei concerti promozionali insieme a band importanti quali The Jesus and Mary Chain, Black Rebel Motorcycle Club e Nine Inch Nails. Proprio una compilation di questi ultimi conterrà il loro brano To Fix A Gash In Your Head (giugno 2008).

Nel 2009 la band firma per la Mute Records, che nel mese di ottobre pubblica il disco Exploding Head[1]. Il singolo In Your Heart, così come tutto l'album, riscuote un buon successo.

Il bassista Jono Mofo, nella primavera del 2010, decide di lasciare il gruppo e viene sostituito da Dion Lunadon[1].

All'inizio del 2012 viene pubblicato l'EP Onwards to the Hell. In estate è la volta del terzo LP, ossia Worship, che si rivela in grado di consolidare la fama della band.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • 2009 - Hoxton Square Sessions (Mute)
  • 2009 - In Your Heart (Mute)
  • 2010 - Ego Death (Mute)
  • 2010 - I Lived My Life To Stand In The Shadow Of Your Heart (Mute)
  • 2012 - Onwards To The Wall (Dead Oceans)

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2008 - Breathe
  • 2008 - I Know I'll See You
  • 2008 - Missing You
  • 2008 - To Fix the Gash in Your Head / Ocean
  • 2009 - Keep Slipping Away
  • 2011 - So Far Away
  • 2012 - You Are The One / I Can Feel Your Heart Inside My Head
  • 2012 - Burning Plastic / Send Me Your Dreams (singolo split con i Ceremony)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Piero Scaruffi, A Place to Bury Strangers, su History of Rock Music - scaruffi.com. URL consultato il 27 Gennaio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]