A Lonely Place to Die

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A Lonely Place to Die
LonelyPlacetoDie.png
Melissa George in una scena del film
Titolo originaleA Lonely Place to Die
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneRegno Unito
Anno2011
Durata99 min
Generethriller
RegiaJulian Gilbey
SceneggiaturaJulian Gilbey e William Gilbey
ProduttoreMichael Loveday, Andy Loveday (co-produttore), Toby Richards (co-produttore), Julian Gilbey (co-produttore)
Produttore esecutivoTerry Loveday, Mark Foligno, Toby Richards
Casa di produzioneCarnaby International Films, Eigerwand Media, Molinare London
FotografiaAli Asad
MontaggioJulian Gilbey e William Gilbey
MusicheMichael Richard Plowman
ScenografiaMatthew Button
CostumiHayley Nebauer
TruccoLorraine Hill
Interpreti e personaggi

A Lonely Place to Die è un film del 2011 diretto da Julian Gilbey.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un gruppo di cinque alpinisti, gli esperti Alison e Rob, la coppia sposata Alex e Jenny e il più giovane Ed, impegnati in escursioni e scalate nelle Highlands, si imbattono in una ragazzina, letteralmente sepolta viva, nel profondo della foresta. Liberata dal suo luogo di prigionia la terrorizzata ragazzina, che non parla inglese e di cui scoprono solo il nome, Anna, la portano in salvo con loro, diventando così inevitabile preda degli spietati rapitori, disposti ad uccidere senza alcuna esitazione per recuperarla e poter ottenere i milioni di euro del riscatto.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese cominciarono il 13 maggio 2010 in Scozia, con il titolo provvisorio di The Grave at Angel's Peak.[1] Julian Gilbey riprese il film basandosi sulla sceneggiatura di The Long Weekend di Will Gilbey.[2] Il lungometraggio è prodotto da Carnaby International.[3] Franka Potente doveva originariamente interpretare Alison[4], ma fu successivamente sostituita da Melissa George.[5]

Nell'aprile 2011, il film fu proiettato in anteprima mondiale all'Actionfest Film Festival di Asheville, dove vinse i premi 'Miglior Film' e 'Miglior Regista'. A maggio, Kaleidoscope Entertainment acquisì i diritti per distribuirlo nel Regno Unito.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

L'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes gli assegna una valutazione complessiva del 76%, sulla base di 22 recensioni positive su 29, per un voto medio di 6.2/10.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema