A Lonely Place to Die

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
A Lonely Place to Die
LonelyPlacetoDie.png
Melissa George in una scena del film
Titolo originaleA Lonely Place to Die
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneRegno Unito
Anno2011
Durata99 min
Rapporto2,35 : 1
Generethriller
RegiaJulian Gilbey
SceneggiaturaJulian Gilbey e William Gilbey
ProduttoreMichael Loveday, Andy Loveday (co-produttore), Toby Richards (co-produttore), Julian Gilbey (co-produttore)
Produttore esecutivoTerry Loveday, Mark Foligno, Toby Richards
Casa di produzioneCarnaby International Films, Eigerwand Media, Molinare London
FotografiaAli Asad
MontaggioJulian Gilbey e William Gilbey
MusicheMichael Richard Plowman
ScenografiaMatthew Button
CostumiHayley Nebauer
TruccoLorraine Hill
Interpreti e personaggi

A Lonely Place to Die è un film del 2011 diretto da Julian Gilbey.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un gruppo di cinque alpinisti, gli esperti Alison e Rob, la coppia sposata Alex e Jenny e il più giovane Ed, impegnati in escursioni e scalate nelle Highlands, si imbattono in una ragazzina, letteralmente sepolta viva, nel profondo della foresta. Liberata dal suo luogo di prigionia la terrorizzata ragazzina, che non parla inglese e di cui scoprono solo il nome, Anna, la portano in salvo con loro, diventando così inevitabile preda degli spietati rapitori, disposti ad uccidere senza alcuna esitazione per recuperarla e poter ottenere i milioni di euro del riscatto.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese cominciarono il 13 maggio 2010 in Scozia, con il titolo provvisorio di The Grave at Angel's Peak.[1] Julian Gilbey riprese il film basandosi sulla sceneggiatura di The Long Weekend di Will Gilbey.[2] Il lungometraggio è prodotto da Carnaby International.[3] Franka Potente doveva originariamente interpretare Alison[4], ma fu successivamente sostituita da Melissa George.[5]

Nell'aprile 2011, il film fu proiettato in anteprima mondiale all'Actionfest Film Festival di Asheville, dove vinse i premi 'Miglior Film' e 'Miglior Regista'. A maggio, Kaleidoscope Entertainment acquisì i diritti per distribuirlo nel Regno Unito.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

L'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes gli assegna una valutazione complessiva del 76%, sulla base di 22 recensioni positive su 29, per un voto medio di 6.2/10.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema