A Boy Named Goo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A Boy Named Goo
Artista Goo Goo Dolls
Tipo album Studio
Pubblicazione 1995
Durata 42 min : 20 s
Dischi 1
Tracce 13
Genere Alternative rock
Etichetta Warner Bros
Produttore Lou Giordano
Certificazioni
Dischi di platino 2 (Stati Uniti)
Goo Goo Dolls - cronologia
Album precedente
(1993)
Album successivo
(1998)

A Boy Named Goo è il quinto album del gruppo rock statunitense Goo Goo Dolls.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Il disco, conosciuto anche con l'acronimo ABNG, è l'ultimo album che vede alla batteria George Tutuska sostituisto, poco prima della pubblicazione dell'album, da Mike Malinin. Questo è il primo album in cui non sono presenti 14 tracce ed è stato pubblicato in due versioni. A causa dell'uscita dal gruppo di George Tutuska, la canzone Stand Alone, scritta appunto dal precedente batterista, è stata pubblicata solo nella prima versione dell'album, mentre nella seconda versione sono state aggiunte le due cover Disconnected dei The Enemies e Slave Girl dei Lime Spiders. Inoltre la canzone Someday è stata rinominata Ain't That Unusual. La canzone Name è ritenuta una delle prime hit della band.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Long Way Down – 3:29
  2. Burnin' Up – 2:29
  3. Naked – 3:44
  4. Flat Top – 4:30
  5. Impersonality – 2:41
  6. Name – 4:30
  7. Only One – 3:18
  8. Somethin' Bad – 2:31
  9. Ain't That Unusual – 3:20
  10. So Long – 2:33
  11. Eyes Wide Open – 3:56
  12. Disconnected – 3:00
  13. Slave Girl – 2:18

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica