A Beautiful Lie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
A Beautiful Lie
ArtistaThirty Seconds to Mars
Tipo albumStudio
Pubblicazione16 agosto 2005
(vedi date di pubblicazione)
Durata56:12
Dischi1
Tracce12
GenereRock alternativo[1][2]
Emo[3][1]
EtichettaImmortal, Virgin
ProduttoreJosh Abraham, Thirty Seconds to Mars
RegistrazionePulse Recording & The Laboratory (Los Angeles);
The Center for the Advancement of the Arts and Sciences of Sound (Alaska);
Lionhead Studios (Sudafrica);
Circle in the Square Studio (New York)
FormatiCD, CD+DVD, LP, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oroAustralia Australia[4]
(vendite: 45 000+)
Canada Canada[5]
(vendite: 100 000+)
Germania Germania[6]
(vendite: 100 000+)
Regno Unito Regno Unito[7]
(vendite: 100 000+)
Sudafrica Sudafrica[8]
(vendite: 40 000+)
Dischi di platinoItalia Italia
(vendite: 82 220+)
Stati Uniti Stati Uniti[9]
(vendite: 1 000 000)
Thirty Seconds to Mars - cronologia
Album precedente
(2002)
Album successivo
(2009)
Logo
Logo del disco A Beautiful Lie
Singoli
  1. Attack
    Pubblicato: 6 giugno 2005
  2. The Kill
    Pubblicato: 24 gennaio 2006
  3. From Yesterday
    Pubblicato: 7 novembre 2006
  4. A Beautiful Lie
    Pubblicato: 17 dicembre 2007

A Beautiful Lie è il secondo album in studio del gruppo musicale statunitense Thirty Seconds to Mars, pubblicato il 16 agosto 2005 dalla Virgin Records.

L'album non segue l'approccio potente e cerebrale di quello precedente, lasciando spazio a suoni più sfumati e tematiche più personali e drammatiche.[10] Il titolo è stato concepito dal frontman Jared Leto, il quale ha detto di essere affascinato dalla profonda contraddizione intrinseca della natura del mondo.[11]

L'album ha venduto più di 4.000.000 di copie in tutto il mondo.[12] Nell'agosto 2006 l'album è stato certificato disco d'oro dalla RIAA, per poi essere certificato disco di platino nel dicembre dello stesso anno sempre dalla RIAA per aver venduto oltre un milione di copie.[9]

Registrazione[modifica | modifica wikitesto]

« A Beautiful Lie è stato scritto dal punto di vista di qualcuno che è al crocevia della sua vita e si domanda cosa fare. È una raccolta di pensieri, idee, tematiche e concetti di particolari periodi della vita che sei costretto ad affrontare. Devi vincere delle sfide per diventare quello che realmente sei. Questo è A Beautiful Lie. »

(Jared Leto, 2008[13])

A Beautiful Lie fu registrato in cinque diversi studi in tre continenti in un periodo di tre anni dovuto agli impegni cinematografici di Jared Leto. La traccia titolo dell'album, così come tre altre canzoni, fu composta a Città del Capo in Sudafrica dove Leto concepì il titolo dell'album.[14] Prima di questo, l'album sarebbe stato pubblicato sotto il titolo di The Battle of One.[10]

Stile musicale[modifica | modifica wikitesto]

A Beautiful Lie è stato accostato dalla critica musicale principalmente a generi come rock[1] ed emo.[1][3] Lo stile del disco si discosta sensibilmente da quello del precedente album della band, andando a toccare temi più riflessivi ed emotivi e avvicinandosi a uno stile più mainstream, avvicinandosi all'arena rock[15]. Tuttavia rimangono le influenze nu metal di 30 Seconds to Mars in alcuni brani e forti attitudini all'hard rock.[16]

Pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Visto che A Beautiful Lie venne messo in rete cinque mesi prima della sua uscita ufficiale, il gruppo decise di includere due tracce aggiuntive: Battle of One (brano inizialmente deciso come traccia titolo dell'album) e Hunter (una cover di Björk). Per promuovere meglio l'album, sono stati inseriti dei "golden passes" in un certo numero di copie, che garantiscono ai loro possessori l'accesso gratis ai concerti dei Thirty Seconds to Mars e l'accesso al backstage.

Ristampe[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 novembre 2006 venne pubblicata l'edizione deluxe dell'album, la quale contiene la bonus track The Kill (Rebirth), ovvero una re-incisione di The Kill, e un DVD che rappresenta la loro vittoria agli MTV Video Music Awards, i making of dei videoclip per i singoli estratti dall'album ed alcuni concerti di MTV 2 registrati durante il Welcome to the Universe Tour. Di fronte alla produzione dell'edizione deluxe, il gruppo richiese i nomi dei membri del fan club Echelon per poterli ringraziare per il loro appoggio; di conseguenza, la cover interiore dell'edizione presenta un vasto elenco di nomi. Inoltre, la copertina di questa versione contiene un'immagine olografica: la "Mithra" ed i "Trinity".

Una ristampa dell'edizione deluxe fu pubblicata il 26 novembre 2007, come anticipazione del singolo A Beautiful Lie. Questa edizione, oltre alle tracce della precedente, contiene anche una versione acustica di A Beautiful Lie registrata al NRJ. Il DVD differisce da quello precedente, e sono presenti brani eseguiti dal vivo a MTV 2. Si divide in due capitoli; il primo, intitolato Initium, contiene i video e le dietro le quinte di From Yesterday e The Kill, ed un'intervista al gruppo. Assente nel DVD, ma presente nel booklet, c'è il dietro le quinte di A Beautiful Lie. Il secondo capitolo, "MTV2's All That Rocks", contiene Attack, The Kill e The Fantasy registrate dal vivo al CBGB.

Nel corso del 2007 l'edizione regolare dell'album fu pubblicato anche in Europa e segue il loro esteso tour europeo. Grazie al tour, il gruppo riuscì ad affermarsi al pubblico europeo, riuscendo a registrare il tutto esaurito nei concerti, fino ad arrivare a conquistare il disco di platino nel Regno Unito e in Italia.[17] Sempre nello stesso anno, in Irlanda, è stata pubblicata un'ulteriore versione del disco, contenente The Kill (Rebirth) e una versione acustica di A Beautiful Lie registrata in una sessione radiofonica.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

I Thirty Seconds to Mars durante il tour di supporto all'album

Testi e musiche di Jared Leto, eccetto dove indicato.

  1. Attack – 3:09
  2. A Beautiful Lie – 4:04
  3. The Kill – 3:51
  4. Was It a Dream? – 4:15
  5. The Fantasy – 4:29
  6. Savior – 3:23 (Jared Leto, Shannon Leto, Tomo Miličević, Matt Wachter)
  7. From Yesterday – 4:05 (Jared Leto, Shannon Leto, Tomo Miličević, Matt Wachter)
  8. The Story – 3:53
  9. R-Evolve – 3:58
  10. A Modern Myth – 14:10 – include la traccia fantasma Praying for a Riot
Tracce bonus nelle edizioni australiana, europea, giapponese e deluxe
  1. Battle of One – 2:47 (Jared Leto, Shannon Leto, Tomo Miličević, Matt Wachter)
  2. Hunter – 3:54 (Björk)originariamente interpretata da Björk
Traccia bonus nelle edizioni australiana e giapponese
  1. Was It a Dream? (Acoustic) – 4:26
Tracce bonus nell'edizione brasiliana
  1. The Kill (Rebirth) – 3:59
  2. The Kill (feat. Pitty) (Acoustic) – 3:45
Tracce bonus nell'edizione irlandese
  1. The Kill (Rebirth) – 3:59
  2. A Beautiful Lie (Acoustic) – 3:40
Traccia bonus nell'edizione di iTunes[18]
  1. Attack (Live) – 5:03

Deluxe Edition[modifica | modifica wikitesto]

DVD bonus
  1. The Kill
  2. The Making of The Kill
  3. The International Music Feed Interview
  4. Attack (MTV2's Greatest Moments 2006)
  5. The Kill (MTV2's Greatest Moments 2006)
  6. The Fantasy (Fan-generated take)
  7. T-Minus Rock Interview
  8. Red Carpet Arrival (MTV Video Music Awards)
  9. MTV2 Award Acceptance Speech
  10. MTV2 $2Bill Internet Promo
  11. MTV2 $2Bill Pre-Sale Tour Promo
  12. MTV2 $2Bill Ticket Sale Tour Promo
Traccia bonus nel CD
  1. The Kill (Rebirth) – 3:59
  2. A Beautiful Lie (Acoustic) – 3:40
DVD presente nella ristampa della Deluxe Edition
  • Initium
  1. The Kill
  2. The Making of The Kill
  3. From Yesterday
  4. From Yesterday - Behind the Scenes
  5. A Beautiful Lie - Behind the Scenes
  6. The International Music Feed interview
  • MTV2's All That Rocks
  1. Attack (MTV2's Greatest Moments 2006)
  2. The Kill (MTV2's Greatest Moments 2006)
  3. The Fantasy (Fan-Generated Take)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo
Altri musicisti
  • Oliver Goldstein – sintetizzatore (tracce 1, 6 e 7)
  • Matt Serletic – tastiera (traccia 3)
  • Steve Dress – basso (traccia 10)
  • Caroline Campbell, Neel Hammond – violini (traccia 10)
  • Miguel Atwood-Ferguson – viola (traccia 10)
  • Vanessa Freebairn-Smith – violoncello (traccia 10)
Produzione
  • Josh Abraham, Thirty Seconds to Marsproduzione
  • Tom Lord-Alge – missaggio (traccia 1)
  • Femio Hernandez – assistenza missaggio (traccia 1)
  • Brian Gardner – mastering presso i Bernie Grundam Mastering
  • Irving Azoff Management – gestione
  • Gary Stiffelman (Ziffren), Brittenham, Branca & Fischer – legali
  • Dian Vaughn (Loring Ward) – gestione commercio
  • John Marx, John Branigan (William Morris) – booking negli Stati Uniti d'America
  • Mike Greek (Creative Artists Agency UK Ltd) – booking internazionale
  • Sean Mosher-Smith, Thirty Seconds to Mars – direzione creativa e design
  • Olaf Heine – fotografia

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche settimanali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2006) Posizione
massima
Stati Uniti[19] 36
Classifica (2007) Posizione
massima
Australia[20] 20
Austria[20] 10
Belgio (Vallonia)[20] 96
Finlandia[20] 15
Francia[20] 87
Germania[20] 30
Grecia[20] 40
Italia[20] 11
Messico[20] 20
Nuova Zelanda[20] 20
Paesi Bassi[20] 31
Portogallo[20] 23
Regno Unito[21] 38
Svizzera[20] 49

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2006) Posizione
massima
Stati Uniti[22] 184
Classifica (2007) Posizione
massima
Austria[23] 72
Italia[24] 63
Stati Uniti[25] 84
Stati Uniti (rock)[26] 20

Date di pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Paese Data di pubblicazione Etichetta Formato Edizione
Stati Uniti d'America[1] 16 agosto 2005 Immortal, Virgin Enhanced CD Standard
Mondo[27] 30 agosto 2005 CD, LP
Giappone[28] 12 dicembre 2005 Toshiba EMI CD
Italia[29] 14 febbraio 2007 EMI CD, download digitale
Austria[30] 15 febbraio 2007
Germania[31]
Paesi Bassi[32] 16 febbraio 2007
Europa[33] Virgin CD
Regno Unito[34] 26 febbraio 2007 CD, LP, download digitale
Nuova Zelanda[35] 27 marzo 2007 CD Deluxe Edition
Mondo[36] 21 novembre 2006 Immortal, Virgin, EMI, MTV2 CD+DVD
26 novembre 2007 Deluxe Edition (Ristampa)
Giappone[37] 27 febbraio 2008 Toshiba EMI Japanese Limited Edition

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) Stephen Thomas Erlewine, A Beautiful Lie, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 12 giugno 2013.
  2. ^ Filippo Toffanin, 30 Seconds to Mars - A Beautiful Lie, su metallized.it. URL consultato il 28 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 26 febbraio 2012).
  3. ^ a b (EN) 30 Seconds to Mars - A Beautiful Lie Album Review, su contactmusic.com. URL consultato il 12 aprile 2010.
  4. ^ (EN) Australian Recording Industry Association (ARIA): Gold - 2007, Australian Recording Industry Association, 31 dicembre 2007. URL consultato il 21 aprile 2009.
  5. ^ (EN) Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 18 marzo 2015.
  6. ^ (DE) Gold/Platin Datebank, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 15 luglio 2012.
  7. ^ (EN) BRIT Certified, British Phonographic Industry. URL consultato il 21 aprile 2009.
  8. ^ (EN) Recording Industry of South Africa, RISA.org.za. URL consultato il 21 aprile 2009.
  9. ^ a b (EN) Thirty Seconds to Mars – Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 18 marzo 2015.
  10. ^ a b (EN) Jess Redmon, 30 Seconds to Mars: Welcome to their universe, Shoutweb, maggio 2002. URL consultato il 7 aprile 2017 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2005).
  11. ^ (EN) Christian Hoard, A Beautiful Lie - Music Reviews - Rolling Stone, RollingStone.com, 8 settembre 2005. URL consultato il 9 luglio 2009.
  12. ^ (EN) Ian Winwood, 10 Years of Life on Mars, in Kerrang!, nº 1402, Londra, 18 febbraio 2012, pp. 20–23.
  13. ^ Filmato audio Jared and Shannon Leto Interview 02.20.2008, su YouTube.
  14. ^ 30 Seconds To Mars Official Site, su thirtysecondstomars.com. URL consultato il 12 febbraio 2007.
  15. ^ (EN) 30 Seconds To Mars - A Beautiful Lie album review, Hybridmagazine.com. URL consultato l'11 gennaio 2014.
  16. ^ (EN) Connie Phillips, CD Review: 30 Seconds to Mars – A Beautiful Lie, Blogcritics.org, 15 marzo 2006. URL consultato il 27 agosto 2013.
  17. ^ (EN) J. Bennett, 30 Seconds to Mars: Life During Wartime, in Rock Sound, nº 129, dicembre 2009, p. 53, ISSN 1465-0185 (WC · ACNP).
  18. ^ A Beautiful Lie, iTunes. URL consultato il 12 giugno 2013.
  19. ^ (EN) Thirty Seconds to Mars - Chart history (Billboard 200), Billboard. URL consultato il 12 giugno 2013.
  20. ^ a b c d e f g h i j k l m (EN) Thirty Seconds To Mars - A Beautiful Lie, Ultratop. URL consultato il 12 giugno 2013.
  21. ^ (EN) 2007 Top 40 Official Albums Chart UK Archive - 20th October 2007, Official Charts Company. URL consultato il 14 gennaio 2014.
  22. ^ (EN) 2006 Year End Charts – Top Billboard 200 Albums, Billboard. URL consultato il 3 18 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 4 ottobre 2012).
  23. ^ (DE) Jahreshitparade 2007, austriancharts.at. URL consultato il 18 luglio 2016.
  24. ^ Classifica annuale 2007, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 18 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 31 maggio 2014).
  25. ^ (EN) 2007 Year End Charts – Top Billboard 200 Albums, Billboard. URL consultato il 31 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 4 ottobre 2012).
  26. ^ (EN) 30 Seconds to Mars: Rock Albums (Year end), Billboard. URL consultato il 18 luglio 2016.
  27. ^ A Beautiful Lie, EMI Music Canada. URL consultato il 28 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 28 agosto 2011).
  28. ^ (EN) Beautiful Lie [Japan Bonus Track], su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 12 giugno 2013.
  29. ^ A Beautiful Lie, Amazon.com. URL consultato il 28 maggio 2014.
  30. ^ (DE) A Beautiful Lie, EMI Music Austria. URL consultato il 28 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 29 aprile 2012).
  31. ^ (DE) A Beautiful Lie, EMI Music Germany. URL consultato il 28 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2013).
  32. ^ (NL) A Beautiful Lie, su bol.com. URL consultato il 28 maggio 2014.
  33. ^ A Beautiful Lie - 30 Seconds to Mars - Recensione album, MTV. URL consultato il 30 agosto 2009 (archiviato dall'url originale il 17 aprile 2008).
  34. ^ (EN) A Beautiful Lie, Amazon.com. URL consultato il 28 maggio 2014.
  35. ^ A Beautiful Lie, su marbecksclassical.co.nz.
  36. ^ (EN) A Beautiful Lie [CD/DVD], su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 12 giugno 2013.
  37. ^ (EN) A Beautiful Lie [Japan CD/DVD], su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 12 giugno 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]