AM (Arctic Monkeys)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
AM
ArtistaArctic Monkeys
Tipo albumStudio
Pubblicazione9 settembre 2013
Dischi1
Tracce12
GenereIndie rock
Rock psichedelico
Garage rock
Post-punk revival
EtichettaDomino
ProduttoreJames Ford, Ross Horton
RegistrazioneSage & Sound (Los Angeles), Rancho de la Luna (California)
Certificazioni
Dischi d'oroBelgio Belgio[1]
(vendite: 15 000+)
Francia Francia[2]
(vendite: 50 000+)
Messico Messico[3]
(vendite: 30 000+)
Norvegia Norvegia[4]
(vendite: 15 000+)
Portogallo Portogallo[5]
(vendite: 10 000+)
Dischi di platinoAustralia Australia (2)[6]
(vendite: 140 000+)
Irlanda Irlanda[7]
(vendite: 15 000+)
Italia Italia[8]
(vendite: 50 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[9]
(vendite: 15 000+)
Polonia Polonia[10]
(vendite: 20 000+)
Regno Unito Regno Unito (4)[11]
(vendite: 1 200 000+)
Russia Russia (2)[12]
(vendite: 40 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[13]
(vendite: 1 400 000+)
Arctic Monkeys - cronologia
Album precedente
(2011)
Singoli
  1. R U Mine?
    Pubblicato: 27 febbraio 2012
  2. Do I Wanna Know?
    Pubblicato: 19 giugno 2013
  3. Why'd You Only Call Me When You're High?
    Pubblicato: 11 agosto 2013
  4. One for the Road
    Pubblicato: 9 dicembre 2013
  5. Arabella
    Pubblicato: 28 gennaio 2014
  6. Snap Out of It
    Pubblicato: 9 giugno 2014
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
SentireAscoltare 7.5/10 stelle[14]
OndaRock 7/10 stelle[15]

AM è il quinto album del gruppo musicale britannico Arctic Monkeys, pubblicato il 9 settembre 2013 dalla Domino Records.

Il primo singolo reso noto dell'album è stato R U Mine?[16] pubblicato il 27 febbraio 2012 seguito poi da Do I Wanna Know?[17] il 19 giugno 2013. La tracklist è stata resa nota sul loro sito ufficiale il 24 giugno 2013.[18] L'11 agosto 2013 viene pubblicato il terzo singolo Why'd You Only Call Me When You're High?, a seguito del quale vengono pubblicati One for the Road, Arabella e Snap Out of It.

Alla fine del 2014 le copie vendute dell'album superano i due milioni, segnando un ritorno al grande successo della band di Sheffield.[senza fonte] Nel Regno Unito, gli Arctic Monkeys hanno battuto un record con l'album AM, diventando il primo gruppo musicale sotto un'etichetta indipendente a debuttare in vetta alla classifica degli album più venduti con tutti i primi cinque album. Il singolo Do I Wanna Know? è stato il primo della band a comparire nella Billboard Hot 100.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi di Alex Turner, tranne dove indicato, musiche di Arctic Monkeys, tranne dove indicato.

  1. Do I Wanna Know? – 4:33
  2. R U Mine? – 3:20 (Turner, O'Malley[19])
  3. One for the Road – 3:26
  4. Arabella – 3:27
  5. I Want It All – 3:04
  6. No.1 Party Anthem – 4:03
  7. Mad Sounds – 3:35 (Turner, Alan Smyth)
  8. Fireside – 3:01
  9. Why'd You Only Call Me When You're High? – 2:42
  10. Snap Out of It – 3:12
  11. Knee Socks – 4:17
  12. I Wanna Be Yours – 3:04 (Turner, John Cooper Clarke)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Altri musicisti[modifica | modifica wikitesto]

  • James Ford - tastiere (tracce 3 e 6-12)
  • Joshua Homme - cori (tracce 3 e 11)
  • Bill Ryder-Jones - chitarra solista (traccia 8)
  • Pete Thomas - percussioni (traccia 7)

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

  • James Ford - produzione (eccetto traccia 2)
  • Ross Orton - co-produzione (eccetto tracce 1, 2 e 7), produzione (tracce 1 e 2), ingegneria (traccia 2)
  • Ian Shea - ingegneria (eccetto traccia 2)
  • Tchad Blake - mixaggio
  • Brian Lucey - mastering

Design[modifica | modifica wikitesto]

  • Alex Turner - design
  • Matthew Cooper - design
  • Zachery Michael - fotografia

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2013) Posizione
Irlanda[52] 15
Messico[35] 79
Regno Unito[53] 8
Stati Uniti (Alternative Albums)[54] 39
Stati Uniti (Independent Albums)[55] 25
Stati Uniti (Top Rock Albums)[56] 64
Classifica (2014) Posizione
Australia[57] 20
Belgio (Fiandre)[58] 14
Belgio (Vallonia)[59] 84
Messico[60] 53
Nuova Zelanda[61] 14
Paesi Bassi[62] 86
Regno Unito[63] 18
Stati Uniti (Billboard 200)[64] 37
Stati Uniti (Alternative Albums)[65] 4
Stati Uniti (Independent Albums)[66] 3
Stati Uniti (Top Rock Albums)[67] 5
Classifica (2015) Posizione
Australia[68] 89
Messico[69] 67
Regno Unito[70] 66
Stati Uniti (Billboard 200)[71] 79
Classifica (2016) Posizione
Messico[72] 97
Paesi Bassi[73] 71
Regno Unito[74] 68
Classifica (2017) Posizione
Paesi Bassi[75] 85
Polonia[76] 79
Regno Unito[77] 79

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (NL) Certificazione Belgio, Ultratop. URL consultato il 28 aprile 2018.
  2. ^ (FR) Certificazione Francia, Syndicat national de l'édition phonographique. URL consultato il 28 aprile 2018.
  3. ^ (ES) Certificazione Messico, Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 28 aprile 2018.
  4. ^ (NO) Certificazione Norvegia, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 28 aprile 2018.
  5. ^ (PT) Certificazione Portogallo, Associação Fonográfica Portuguesa. URL consultato il 28 aprile 2018.
  6. ^ (EN) Certificazione Australia, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 28 aprile 2018.
  7. ^ (EN) Certificazione Irlanda, Irish Recorded Music Association. URL consultato il 28 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 20 febbraio 2014).
  8. ^ AM (certificazione), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 25 giugno 2019.
  9. ^ (EN) Certificazione Nuova Zelanda, Recorded Music NZ. URL consultato il 28 aprile 2018.
  10. ^ (PL) Certificazione Polonia, Związek Producentów Audio-Video. URL consultato il 28 aprile 2018.
  11. ^ (EN) BRIT Certified, British Phonographic Industry. URL consultato il 23 giugno 2019.
  12. ^ (RU) Обновления сертификаций в России и СНГ (PDF), Afina Pallada. URL consultato il 24 giugno 2018.
  13. ^ (EN) Certificazione Stati Uniti, Recording Industry Association of America. URL consultato il 28 aprile 2018.
  14. ^ Luca Falzetti, Arctic Monkeys – AM – Recensione, su sentireascoltare.com, 15 settembre 2013. URL consultato il 18 dicembre 2014.
  15. ^ Davide Sechi, Arctic Monkeys - AM :: Le recensioni di OndaRock, su ondarock.it, 8 settembre 2013. URL consultato il 18 dicembre 2014.
  16. ^ Arctic Monkeys, un nuovo singolo: 'R U Mine?' - Indie-Rock.it, su indie-rock.it. URL consultato il 14 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 12 gennaio 2014).
  17. ^ Do I Wanna Know?, il nuovo singolo degli Arctic Monkeys | Echeion Archiviato il 29 giugno 2013 in Internet Archive.
  18. ^ AM, su arcticmonkeys.com. URL consultato il 14 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 9 ottobre 2015).
  19. ^ BMI | Repertoire Search [collegamento interrotto], su repertoire.bmi.com. URL consultato il 5 aprile 2016.
  20. ^ (EN) Steffen Hung, australian-charts.com - Arctic Monkeys - AM, su www.australian-charts.com. URL consultato il 28 aprile 2018.
  21. ^ (DE) Arctic Monkeys - AM - austriancharts.at, su austriancharts.at.
  22. ^ (NL) Arctic Monkeys - AM, su ultratop.be. URL consultato il 28 aprile 2018.
  23. ^ (FR) Arctic Monkeys - AM, su ultratop.be. URL consultato il 28 aprile 2018.
  24. ^ (EN) Arctic Monkeys Chart History, in Billboard. URL consultato il 28 aprile 2018.
  25. ^ (HR) Ideoskop doo, Top of the Shops - službena tjedna lista prodanih albuma u Hrvatskoj, su www.hdu-toplista.com. URL consultato il 28 aprile 2018.
  26. ^ (EN) Steffen Hung, danishcharts.com - Arctic Monkeys - AM, su www.danishcharts.com. URL consultato il 28 aprile 2018.
  27. ^ (FI) Musiikkituottajat - Tilastot - Suomen virallinen lista - Artistit, su www.ifpi.fi. URL consultato il 28 aprile 2018.
  28. ^ (FR) Steffen Hung, lescharts.com - Arctic Monkeys - AM, su www.lescharts.com. URL consultato il 28 aprile 2018.
  29. ^ (DE) Offizielle Deutsche Charts - Offizielle Deutsche Charts, su www.offiziellecharts.de. URL consultato il 28 aprile 2018.
  30. ^ (JA) 「AM」 アークティック・モンキーズ│オリコン芸能人事典-ORICON STYLE, su oricon.co.jp, 3 marzo 2014. URL consultato il 28 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2014).
  31. ^ (EN) WebCite query result, su www.webcitation.org. URL consultato il 28 aprile 2018.
  32. ^ (EN) GFK Chart-Track, su www.chart-track.co.uk. URL consultato il 28 aprile 2018.
  33. ^ (EN) Wayback Machine, su chart-track.co.uk, 19 febbraio 2014. URL consultato il 28 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 19 febbraio 2014).
  34. ^ Steffen Hung, italiancharts.com - Arctic Monkeys - AM, su www.italiancharts.com. URL consultato il 28 aprile 2018.
  35. ^ a b (ES) Top 100, su centrodedesarrollodigital.com, 3 febbraio 2014. URL consultato il 28 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 3 febbraio 2014).
  36. ^ (EN) Steffen Hung, norwegiancharts.com - Arctic Monkeys - AM, su www.norwegiancharts.com. URL consultato il 28 aprile 2018.
  37. ^ (EN) Steffen Hung, charts.org.nz - Arctic Monkeys - AM, su www.charts.org.nz. URL consultato il 28 aprile 2018.
  38. ^ (NL) Steffen Hung, Arctic Monkeys - AM, su hitparade.ch. URL consultato il 28 aprile 2018.
  39. ^ (EN) Onyx Sp. z o.o., tel. +48 22 3377222, www.onyx.pl, [http://olis.onyx.pl/listy/index.asp?idlisty=829&lang=en Oficjalna lista sprzeda�y :: OLIS - Official Retail Sales Chart], su olis.onyx.pl. URL consultato il 28 aprile 2018.
  40. ^ (EN) Steffen Hung, portuguesecharts.com - Arctic Monkeys - AM, su www.portuguesecharts.com. URL consultato il 28 aprile 2018.
  41. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100 | Official Charts Company, su www.officialcharts.com. URL consultato il 28 aprile 2018.
  42. ^ (EN) Official Independent Albums Chart Top 50 | Official Charts Company, su www.officialcharts.com. URL consultato il 28 aprile 2018.
  43. ^ (EN) Official Scottish Albums Chart Top 100 | Official Charts Company, su www.officialcharts.com. URL consultato il 28 aprile 2018.
  44. ^ (EN) Steffen Hung, spanishcharts.com - Arctic Monkeys - AM, su www.spanishcharts.com. URL consultato il 28 aprile 2018.
  45. ^ (EN) Arctic Monkeys Chart History, in Billboard. URL consultato il 28 aprile 2018.
  46. ^ (EN) Arctic Monkeys Chart History, in Billboard. URL consultato il 28 aprile 2018.
  47. ^ (EN) Arctic Monkeys Chart History, in Billboard. URL consultato il 28 aprile 2018.
  48. ^ (EN) Arctic Monkeys Chart History, in Billboard. URL consultato il 28 aprile 2018.
  49. ^ (EN) Arctic Monkeys Chart History, in Billboard. URL consultato il 28 aprile 2018.
  50. ^ (EN) Steffen Hung, swedishcharts.com - Arctic Monkeys - AM, su www.swedishcharts.com. URL consultato il 28 aprile 2018.
  51. ^ (EN) Steffen Hung, Arctic Monkeys - AM - swisscharts.com, su www.swisscharts.com. URL consultato il 28 aprile 2018.
  52. ^ (EN) IRMA – Irish Recorded Music Association, su www.irma.ie. URL consultato il 28 aprile 2018.
  53. ^ (EN) The Official Top 40 Biggest Selling Artist Albums Of 2013. URL consultato il 28 aprile 2018.
  54. ^ (EN) Alternative Albums - Year-End 2013, in Billboard. URL consultato il 28 aprile 2018.
  55. ^ (EN) Independent Albums - Year-End 2013 | Billboard, su billboard.com.
  56. ^ (EN) Rock Albums - Year-End 2013 | Billboard, su billboard.com.
  57. ^ (EN) ARIA Top 100 Albums 2014, su aria.com.au, 11 gennaio 2015. URL consultato il 28 aprile 2018 (archiviato dall'url originale l'11 gennaio 2015).
  58. ^ (NL) ultratop.be - ULTRATOP BELGIAN CHARTS, su ultratop.be. URL consultato il 28 aprile 2018.
  59. ^ (FR) ultratop.be - ULTRATOP BELGIAN CHARTS, su ultratop.be, 2 gennaio 2015. URL consultato il 28 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 2 gennaio 2015).
  60. ^ (ES) Top 100, su centrodedesarrollodigital.com, 15 febbraio 2015. URL consultato il 28 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 15 febbraio 2015).
  61. ^ (EN) Top Selling Albums of 2014 | The Official New Zealand Music Chart, su nztop40.co.nz.
  62. ^ (NL) Dutch Charts - dutchcharts.nl, su dutchcharts.nl, 2 gennaio 2015. URL consultato il 28 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 2 gennaio 2015).
  63. ^ (EN) The Official Top 40 Biggest Selling Artist Albums Of 2014. URL consultato il 28 aprile 2018.
  64. ^ (EN) Top Billboard 200 Albums - Year-End 2014, in Billboard. URL consultato il 28 aprile 2018.
  65. ^ (EN) Alternative Albums : Apr 24, 2018 | Billboard Chart Archive, su Billboard. URL consultato il 28 aprile 2018.
  66. ^ (EN) Independent Albums - Year-End 2014, in Billboard. URL consultato il 28 aprile 2018.
  67. ^ (EN) Top Rock Albums - Year-End 2014, in Billboard. URL consultato il 28 aprile 2018.
  68. ^ (EN) ARIA Top 100 Albums 2015, su aria.com.au:80, 9 gennaio 2016. URL consultato il 28 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 9 gennaio 2016).
  69. ^ (ES) WebCite query result, su www.webcitation.org. URL consultato il 28 aprile 2018.
  70. ^ (EN) End of Year Album Chart Top 100 - 2015 | Official Charts Company, su www.officialcharts.com. URL consultato il 28 aprile 2018.
  71. ^ (EN) Top Billboard 200 Albums - Year-End 2015, in Billboard. URL consultato il 28 aprile 2018.
  72. ^ (ES) Top 100, su centrodedesarrollodigital.com, 18 gennaio 2017. URL consultato il 28 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 18 gennaio 2017).
  73. ^ (NL) Dutch Charts - dutchcharts.nl, su dutchcharts.nl, 23 dicembre 2016. URL consultato il 28 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 23 dicembre 2016).
  74. ^ (EN) End of Year Album Chart Top 100 - 2016 | Official Charts Company, su officialcharts.com.
  75. ^ (NL) Dutch Charts - dutchcharts.nl, su dutchcharts.nl, 23 dicembre 2017. URL consultato il 28 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 23 dicembre 2017).
  76. ^ (PL) Onyx Sp. z o.o., tel. +48 572 400 000, www.onyx.pl, Związek Producentów Audio-Video :: Aktualności, su zpav.pl. URL consultato il 28 aprile 2018.
  77. ^ (EN) End of Year Album Chart Top 100 - 2017 | Official Charts Company, su officialcharts.com.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]