AMC Concord

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
AMC Concord
1978 AMC Concord DL wagon blue 2014-AMO-NC-06.jpg
Un'AMC Concord DL Wagon del 1978
Descrizione generale
Costruttore Stati Uniti  American Motors
Tipo principale Berlina
Altre versioni Familiare
Produzione dal 1977 al 1983
Sostituisce la AMC Hornet
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4663 mm
Larghezza 1803 mm
Altezza 1313 mm
Passo 2743 mm
Massa 1293 kg
Altro
Stile Richard A. Teague
1978 AMC Concord DL wagon blue 2014-AMO-NC-14.jpg

La Concord è un'autovettura compact prodotta dalla AMC dal 1977 al 1983.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Concord sostituì la AMC Hornet e, in alcuni aspetti, anche la mid-size AMC Matador. Quest'ultima vettura, in particolare, uscì di produzione in un periodo in cui il mercato statunitense si stava indirizzando verso modelli più piccoli. Dopo la crisi energetica del 1973, l'industria automobilistica statunitense decise infatti di rimpicciolire i modelli per limitare i consumi di carburante. La Concord era offerta in versione hatchback due o quattro porte (quella a quattro era venduta solo in Messico), coupé due porte, cabriolet due porte e familiare quattro porte: nonostante le piccole dimensioni, la Concord fu comunque dotata di alcuni accenti ricercati[1].

Una AMC Concorde dopo il restyling del 1979

La vettura è stata assemblata a Kenosha (Wisconsin), a Brampton (Canada) ed a Città del Messico. Nello specifico, in Messico, la Concord fu prodotta dalla Vehículos Automotores Mexicanos e venne commercializzata come "VAM American". L'offerta dei motori comprendeva dei quattro cilindri in linea aventi una cilindrata da 2 L e 2,5 L, dei sei cilindri in linea da 3,8 L, 4,2 L e 4,6 L (quest'ultimo era però offerto solo in Messico) ed un V8 da 5 L. Il motore era montato anteriormente, mentre la trazione era posteriore. L'offerta dei cambi comprendeva una trasmissione automatica a tre rapporti oppure un cambio manuale a tre, quattro o cinque marce.

La Concord era anche disponibile in versione sportiva hatchback due porte. Questa versione, che era chiamata AMX, venne offerta solo nel 1978 ed era caratterizzata dall'assenza delle diciture "Concord". Inoltre, era disponibile la "Concord Sundancer", ovvero una versione realizzata dal 1981 al 1982 da carrozzieri privati con il permesso della AMC, che era venduta dai concessionari del gruppo automobilistico.

Nel 1979 venne sottoposta ad un restyling in cui la modifica più appariscente fu la nuova fanaleria anteriore con quattro nuovi fari quadrati.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Bob Tripolsky, We Test the New AMC Concord, in Mechanix Illustrated, vol. 74, p. 250.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) James Flammang, Ron Kowalke, Standard Catalog of American Cars 1976-1999, Krause Publications, 1999, ISBN 0-87341-755-0.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili