AIMaC

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

AIMaC(Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti e amici) nasce nel 1997 è un'associazione di volontariato, fondata da Francesco De Lorenzo, medico, ex Ministro per la Sanità, dopo aver vissuto personalmente l'esperienza del cancro. Tra i soci fondatori anche Ciro Paglia che dopo un iniziale incarico come divulgare le attività dell'Associazione tra i mass media, è stato V.Presidente e rappresentante di AIMaC[1] presso l'International Union Against Cancer (UICC).[2]. La missione di AIMaC è fornire informazioni e sostegno psicologico ai malati di cancro e ai loro familiari. In collaborazione con ISS, Istituto Superiore di Sanità[3], ad altri IRCCS (Istituti di Ricerca Sanitaria) oncologici e Università italiane ha condotto ricerche e indagini pubblicate su riviste internazionali che nel tempo hanno portato alla realizzazione del Servizio Nazionale di accoglienza e Informazione in Oncologia (SION), un modello volto ad assicurare alla persona con esperienza di cancro e al cittadino un'informazione adeguata, personalizzata e aggiornata sui tumori. Questo modello è formalmente riconosciuto nel Documento tecnico di indirizzo per ridurre il carico di malattia del cancro - Anni 2011-2013, approvato dalla Conferenza Stato Regioni (febbraio 2011). AIMaC assicura gratuitamente ai malati di cancro e ai loro familiari una “terapia informativa” attraverso un sistema multimediale che si avvale di un servizio di help line, dei siti www.aimac.it e www.oncoguida.it (1228 strutture sanitarie - Aziende ospedaliere, IRCCS, ASL, Policlinici, 4479 Reparti, 21395 Medici, 871 Associazioni di volontariato); un forum; di 36 punti di accoglienza e informazione presso i maggiori centri di studio e cura dei tumori italiani e libretti informativi. Tra questi: i diritti dei malati di cancro[4], in collaborazione con l'INPS, (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale)[5], quelli dedicati alle neoplasie[6], ai problemi connessi alla nutrizione[7], al dolore, alla fatigue[8], al miglioramento della qualità della vita, in collaborazione con IRCCS oncologici e Università; quelli sui Attualmente AIMaC con l'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, l'Ospedale San Raffaele di Milano, l'Ospedale Oncologico di Bari, il Centro di Riferimento Oncologico di Aviano e la Fondazione Pascale di Napoli, svolge attività di ricerca, con finanziamenti del Ministero della Salute, sulla conservazione della fertilità per le donne, sui tumori rari e sui bisogni delle persone sopravvissute al cancro.

AIMaC è un'Organizzazione non Lucrativa di Utilità Sociale (ONLUS), iscritta nel Registro delle Associazioni di Volontariato della Regione Lazio sin dal 2000 e in quello delle persone giuridiche dal 2007. È riconosciuta dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali come organizzazione che svolge un'attività di evidente funzione sociale sul territorio nazionale, conformemente a quanto previsto dalle legge n. 476 del 19 novembre 1987 (prot. 22/11/2603). Iscritta nel 2014 al Registro delle associazioni e degli enti che svolgono attività nel campo della lotta alle discriminazioni, di cui all'articolo 6 del decreto legislativo 9 luglio 2003, n. 215
AIMaC è associata anche con la F.A.V.O. (Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia)[9], Alleanza Contro il Cancro[10], Macmillan Cancer Support[11]
I libretti informativi
Sono attualmente disponibili in linea (a titolo gratuito) i testi integrali di 34 libretti. Essi sono stati tradotti dalle pubblicazioni di Cancerbackup con la quale AIMaC ha un rapporto di collaborazione in esclusiva, e adattati alla realtà italiana dal Comitato Scientifico di AIMaC.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Sodalitas Social Innovation Award: la Fondazione Sodalitas (Assolombarda) ha assegnato ad AIMaC il 1º premio nell'ambito del Sodalitas Social Innovation. La giuria, presieduta dal dott. Pier Mario Vello (Segretario Generale di Fondazione Cariplo) ha selezionato il progetto presentato da AIMaC "PRO-JOB - Lavorare durante e dopo il cancro: una risorsa per l'impresa e per il lavoratore", quale iniziativa più meritevole della categoria Italia Salute, su 130 progetti presentati. L'azione progettuale mira a sviluppare strumenti volti a promuovere l'inclusione dei lavoratori malati di cancro nel mondo produttivo, sensibilizzare il management a creare per il malato condizioni ottimali nell'ambiente di lavoro, agevolare i lavoratori che hanno parenti malati a conservare il lavoro grazie alle tutele normative vigenti, disincentivare il ricorso inadeguato di procedure per fronteggiare difficoltà sul lavoro conseguenti al cancro. Obiettivo finale del progetto consiste nel rendere l'azienda consapevole dei bisogni emergenti dell'organizzazione e dell'individuo, e di sapervi rispondere in modo adeguato, tempestivo e in autonomia.
  • In occasione del Vertice delle Nazioni Unite sulle malattie non trasmissibili: cancro, diabete, malattie cardiovascolari e respiratorie del 19-20 settembre 2011, la vice presidente di AIMaC Elisabetta Iannelli è stata designata GLOBAL CANCER AMBASSADOR PER L'ITALIA dall'American Cancer Society. AIMaC è stata l'unica organizzazione di volontariato italiana ed europea a partecipare.
  • 2001, 25th Anniversary Award for International Cooperation del Cancer Information Service (CIS) - National Cancer Institute di Bethesda (NIH), AIMaC unica organizzazione italiana ed europea, premiata insieme ad altre 24 Associazioni internazionali.
  • 2002, Premio per programmi di supporto in merito al progetto "La collana del Girasole" dall'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, dipartimento di scienze chirurgiche
  • 2006, Certificato di apprezzamento del Cancer Council New South Wales per il contributo informativo agli italiani in Australia
  • AIMaC è inserita nel Rapporto Eurispes su 100 casi di successo nel sistema Italia (Eurilink editori, 2006)

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • R.Tancredi e F. De Lorenzo et al. National Cancer Information Service in Italy: an information points network as a new model for providing information for cancer patiens". Running title: "National Cancer Informatione in Italy, Tumori. Agosto 2001
  • F. De Lorenzo et al. From Biobank to the research biorepository: ethical and legal recommendations, discussed within the Opening Ceremony of 8th ESMO Patient Seminar 2010 and publisched by OECI.
  • AA.VV., Improving Information to Italian Cancer Patients: The Results of a Randomized Study, Annals of Oncology, maggio 2004
  • F. De Lorenzo, Il volontariato in Italia, in Camici Invisibili, manuale per volontari oncologici, a cura di Barbara Buralli e Domenico Amoroso, Franco Angeli 2011.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ | Associazione Italiana Malati di Cancro - Informazioni sul Cancro
  2. ^ | International Union Against Cancer
  3. ^ | Istituto Superiore di Sanità
  4. ^ Diritti dei malato di cancro
  5. ^ INPS
  6. ^ Libretti di AIMaC
  7. ^ Libretto nutrizione
  8. ^ Libretto fatique
  9. ^ Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia
  10. ^ | Alleanza Contro il Cancro
  11. ^ | Cancer care and support charity - Macmillan Cancer Support

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rassegna stampa