AFMV - Addio Fottuti Musi Verdi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Addio Fottuti Musi Verdi
AFMV - Addio Fottuti Musi Verdi.png
Logo del film
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno2017
Durata93 min
Generecommedia, fantascienza, azione
RegiaFrancesco Capaldo
SoggettoFrancesco Capaldo, Alfredo Felaco, Simone Russo, Valerio Cilio
SceneggiaturaFrancesco Capaldo, Valerio Cilio, Marco Sani, Fausto Rio
ProduttoreRiccardo Tozzi, Marco Chimenz, Giovanni Stabilini, Simone Russo, Francesca Longardi
Produttore esecutivoThe Jackal
Casa di produzioneThe Jackal, Cattleya, Rai Cinema
Distribuzione (Italia)01 Distribution
FotografiaFrancesco Di Giacomo
MontaggioFrancesco Capaldo, Nicola Verre
Effetti specialiChromatica, Hive Division, Wonderlab
MusicheMichele Braga
ScenografiaAntonella Di Martino
CostumiVanessa Sannino
TruccoAnna Filosa
Interpreti e personaggi

Addio Fottuti Musi Verdi è un film italiano del 2017, diretto da Francesco Capaldo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il trentenne Ciro è un grafico pubblicitario; lavora in una friggitoria cinese per sbarcare il lunario. Dopo notevoli delusioni e vari tentativi di cercare lavoro, decide di partecipare ad un concorso su suggerimento dell'amico Fabio, e invia il suo curriculum "nello spazio" nell'ambito di un contest organizzato in vista dell'uscita di un film. L'amica d'infanzia Matilda, di cui Ciro è segretamente innamorato, gli propone invece di andare con lei a Londra, ma non riesce a convincerlo. Il suo curriculum però viene letto per davvero dagli alieni, il cui capo Brandon lo convoca dunque per un colloquio di lavoro. Ciro si ritrova così inaspettatamente a lavorare per una società aliena fondata su competenza e meritocrazia, concetti estranei al mercato italiano, dove riceve finalmente l'attenzione che gli spetta: ma anche nello spazio, scopre che non mancano le sorprese sul posto di lavoro, e dovrà prendere presto decisioni importanti per se stesso e per l'umanità.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

È il primo film realizzato dai The Jackal, prodotto con Cattleya e Rai Cinema. Gli effetti visivi sono stati curati da Chromatica, Wonderlab ed in parte da Hive Division[1], già responsabili del film Metal Gear Solid: Philanthropy, ispirato alla celebre saga videoludica di Hideo Kojima.

Slogan promozionali[modifica | modifica wikitesto]

  • «Io..sono..un grafico!»
  • «Andiamo a fargli il culo!»
  • «Gli alieni siamo noi!»
  • «Sei qui per un colloquio di lavoro»
  • «Non dirmi quello che non posso non fare!»

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il trailer è stato distribuito il 27 settembre 2017.[2] Il film è stato distribuito dal 9 novembre 2017 da 01 Distribution a livello nazionale. Nel primo fine settimana di programmazione, il film ha incassato 453.603 euro e fatto registrare 65.834 spettatori complessivi, risultando il terzo film italiano più visto del weekend (dopo The Place e La ragazza nella nebbia), nonché il decimo complessivo considerando anche i film stranieri[3].

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Fumetto[modifica | modifica wikitesto]

Fottuti musi verdi a chi? è lo spin-off a fumetti di 128 pagine scritto da Jacopo Paliaga e disegnato da French Carlomagno, pubblicato da BAO Publishing e sviluppato in stretta collaborazione con Cattleya e gli sceneggiatori del film[1].

Personaggi e interpreti principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Ciro Priello, interpretato da Ciro Capriello.
  • Fabio, interpretato da Fabio Balsamo.
  • Matilda, interpretata da Beatrice Arnera.
  • Brandon, interpretato da Roberto Zibetti.
  • Janine/Alieno Ten. Ruzzo, interpretato da Gabriele Patruno.
  • Tenente Ruzzo, interpretato da Simone Russo.
  • Pietro Felacone, interpretato da Fortunato Cerlino.
  • Gennaro Felacone, interpretato da Salvatore Esposito.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Addio Fottuti Musi Verdi (2017) - Curiosità e citazioni, Silenzio in Sala. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  2. ^ 01Distribution, ADDIO FOTTUTI MUSI VERDI (2017) dei The JackaL - Trailer ufficiale HD, 27 settembre 2017. URL consultato il 16 novembre 2017.
  3. ^ MyMovies.it, Box Office Weekend 12 novembre. URL consultato l'8 dicembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]