AC75

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'AC75 (classe America's Cup 75) è un'imbarcazione monoscafo a vela di lunghezza 75 piedi (23 m), utilizzata nella Coppa America 2021.

La classe presenta una combinazione innovativa di sistemi di navigazione per un monoscafo: hydrofoils montati su tamburi longitudinali di sinistra e di dritta movimentati mediante un'unità idraulica, una randa a doppia pelle e nessuna chiglia. Con queste imbarcazioni sono state raggiunte velocità superiori ai 50 nodi (93 km/h).[1]

La nuova classe[modifica | modifica wikitesto]

A seguito dell'America's Cup 2017, il club vincitore Royal New Zealand Yacht Squadron ha accettato un bando di sfida del Circolo della Vela Sicilia che prevedeva l'utilizzo di monoscafi nelle successive competizioni di America's cup. Il progetto base di un aliscafo con vele morbide è stato rilasciato il 21 novembre 2017, e la prima bozza delle nuove regole di classe è stata pubblicata dal difensore e il Challenger of Record il 29 marzo 2018. Si ritorna a monoscafi con le vele morbide dopo tre Coppa America su catamarani con vele alari. Secondo il protocollo, ogni club concorrente può costruire due yacht. Il nuovo regolamento non ha imposto vincoli sulla forma dello scafo e sulla distribuzione dei pesi, garantendo così particolare eterogeneità alle imbarcazioni, ma per ridurre i costi di progettazione e di test, i sistemi di movimentazione e controllo dei foils sono realizzati dal defender team, mentre le braccia dei foil dal costruttore del challenger team[2] (Persico group).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Disegnati per volare, ecco i segreti degli AC75 | Vela Veneta, su velaveneta.it, velaveneta, 4 agosto 2020. URL consultato il 23 gennaio 2021.
  2. ^ AC75: così l'America's Cup ha preso il volo, su Veloce, 5 settembre 2020. URL consultato il 23 gennaio 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Vela Portale Vela: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di vela