Aérospatiale Epsilon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aérospatiale Epsilon
Un Epsilon della pattuglia acrobatica Cartouche Doré francese ripreso il 7 giugno 2008 prima di un'esibizione aerea. Alle sue spalle si vede un Alpha Jet della Patrouille de France.
Un Epsilon della pattuglia acrobatica Cartouche Doré francese ripreso il 7 giugno 2008 prima di un'esibizione aerea. Alle sue spalle si vede un Alpha Jet della Patrouille de France.
Descrizione
Tipo addestratore basico
Equipaggio 2 (allievo/pilota + istruttore)
Progettista Francia SOCATA
Costruttore Francia Aérospatiale
Data primo volo 22 dicembre 1979
Data entrata in servizio 1983
Utilizzatore principale Francia Armée de l'air
Altri utilizzatori Portogallo FAP
Togo FAT
Esemplari 170 (fuori produzione)
Dimensioni e pesi
Lunghezza 7,59 m
Apertura alare 7,92 m
Altezza 2,66 m
Superficie alare 9,00
Allungamento alare 7,0
Peso a vuoto 932 kg
Peso max al decollo 1 250 kg
Capacità fino a 480 kg di carico bellico sui piloni
Propulsione
Motore un Lycoming AEIO-540-L1B5D a 6 cilindri contrapposti;
Potenza 300 hp (225 kW)
Prestazioni
Velocità max 378 km/h
VNE 520 km/h
Velocità di stallo 115 km/h (flap e carrello giù, motore spento)
Velocità di crociera 358 km/h a 1 830 m (75% potenza)
Velocità di salita 9,4 m/s
Autonomia 1 300 km (700 nmi)
3 h 45 min
Tangenza 7 010 m (23 000 ft)
Armamento
Piloni 4

i dati sono estratti da:
The Encyclopedia of World Aircraft,[1]
Jane's All The World's Aircraft 1988-89[2]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

L'Aérospatiale Epsilon (conosciuto anche come TB-30) è un addestratore basico, progettato e costruito dall'azienda aeronautica francese Aérospatiale. È un monomotore ad ala bassa a 2 posti in tandem. Può svolgere anche il ruolo di addestratore per il volo strumentale e acrobatico.

Storia del progetto[modifica | modifica sorgente]

Il piccolo aereo francese venne progettato nella seconda metà degli anni settanta, dalla SOCATA, un'azienda del gruppo Aérospatiale. Il nuovo modello fu designato TB-30 e fu sviluppato con la collaborazione dell'Armée de l'air, che in quel periodo era alla ricerca di un velivolo dai costi di esercizio contenuti, da assegnare all'addestramento di base dei suoi piloti.

L'Epsilon si presenta come un aereo di concezione abbastanza semplice e non più attuale; ha avuto uno sviluppo travagliato, con modifiche aerodinamiche alle ali, ai piani di coda e l'introduzione di una pinna ventrale.[3] Il progetto originario venne affinato nel corso di parecchi anni con una cellula interamente metallica dalla vita di non meno di 10.000 ore di vita operativa.

Il suo abitacolo di concezione "tipo aviogetto" è dotato di un'avionica capace di soddisfare l'intera gamma dell'addestramento al volo, compresi il volo strumentale e quello acrobatico.[4]

Il prototipo effettuò il primo volo il 22 dicembre 1979 e fu immesso in servizio nel 1984. Al di là di un consistente ordine (150 esemplari) dall'aeronautica francese, il TB-30 Epsilon non ha incontrato un successo nelle vendite all'estero e gli unici operatori militari sono il Portogallo (con 18 macchine montate sul posto), il Togo (4 esemplari) e il Senegal con 2 aeroplani.[5].

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Francia Francia
acquisì 150 esemplari dei quali, al 2008, ne rimanevano in servizio 46.[6]
Portogallo Portogallo
acquisì 18 esemplari dei quali, al 2010, ne rimanevano in servizio 16.[7]
Senegal Senegal
nel 2010 operava con 2 esemplari.[8]
Togo Togo
acquisì 4 esemplari dei quali, nel 2010, 3 erano ancora in servizio.[9]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Donald 1997, pp. 19–20.
  2. ^ p. 56, Taylor 1988
  3. ^ R. Niccoli "Aerei" - De Agostini, Novara 2000.
  4. ^ "Aerei di tutto il mondo - civili e militari" - De Agostini, Novara 2001.
  5. ^ "Aerei di tutto il mondo - civili e militari" - De Agostini, Novara 2001.
  6. ^ Hoyle 2010, p. 35.
  7. ^ Hoyle 2010, p. 45.
  8. ^ Hoyle 2010, p. 46.
  9. ^ 'Hoyle 2010, p. 48.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Aerei di tutto il mondo - civili e militari, Novara, De Agostini, 2001. ISBN 88-415-5605-6.
  • David Donald (ed.), The Encyclopedia of World Aircraft, Etobicoke, Ontario, Prospero Books, 1997, pp. 19-20lingua=inglese. ISBN 1-85605-375-X.
  • (EN) Mark Lambert, Jane's All The World's Aircraft 1993–94, Coulsdon, UK, Jane's Data Division, 1993. ISBN 0-7106-1066-1.
  • Riccardo Niccoli, Aerei, Novara, De Agostini, 2000. ISBN 88-415-9655-4.
  • (EN) John W.R. Taylor, Jane's All The World's Aircraft 1988-89, Coulsdon, UK, Jane's Defence Data, 1988. ISBN 0-71060-867-5.

Riviste[modifica | modifica sorgente]

  • "Directory: World's Air Forces". Flight International, 11–17 November 2008, pp. 52–76.
  • Hoyle, Craig. "Directory: World Air Forces". Flight International, Vol. 178, No. 5257, 14–20 September 2010, pp. 26–53.
  • Jackson, Paul. "Epsilon ... The Tractable Trainer from Tarbes". Air International, Volume 32, No. 1, January 1987, pp. 7–15. ISSN 0306-5634.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]