86 - Eighty-Six

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
86 - Eighty-Six
86―エイティシックス―
(86 -Eiti Shikkusu-)
Generemecha[1], space opera militare[2], sentimentale[3]
Light novel
TestiAsato Asato
DisegniShirabi
Mecha designI-IV
EditoreASCII Media Works - Dengeki Bunko
1ª edizione10 febbraio 2017 – in corso
Volumi11 (in corso)
Manga
TestiAsato Asato
DisegniMotoki Yoshihara
EditoreSquare Enix
RivistaYoung Gangan
Targetseinen
1ª edizione10 ottobre 2018 – luglio 2021 (interrotta)
Periodicitàirregolare
Tankōbon3 (interrotta)
Editore it.Edizioni BD - J-Pop
1ª edizione it.12 maggio 2021 – 23 febbraio 2022 (interrotta)
Periodicità it.irregolare
Volumi it.3 (interrotta)
Testi it.Marco Franca (traduzione), Federico Salvan (adattamento), Vibraant It (lettering)
Manga
86 -Eighty-six- Operation High School
TestiAsato Asato
DisegniSuzume Somemiya
EditoreMedia Factory
RivistaMonthly Comic Alive
Targetseinen
1ª edizione27 giugno 2020 – 27 agosto 2021
Periodicitàmensile
Tankōbon2 (completa)
Manga
86: Run Through the Battlefront
TestiAsato Asato
DisegniHiroya Yamazaki
EditoreSquare Enix
RivistaManga UP!
Targetseinen
1ª edizione24 gennaio 2021 – settembre 2022
Tankōbon1 (interrotta)
Serie TV anime
86
RegiaToshimasa Ishii
Composizione serieToshiya Ono
Char. designTetsuya Kawakami
MusicheHiroyuki Sawano, Kohta Yamamoto
StudioA-1 Pictures
ReteTokyo MX
1ª TV10 aprile 2021 – 19 marzo 2022
Episodi23 (completa) + 4 episodi riassuntivi
Rapporto16:9
Durata ep.24 min
1º streaming it.Crunchyroll (sottotitolata)
Manga
86: Fragmental Neoteny
TestiAsato Asato
DisegniShinjo Takuya
EditoreMedia Factory
RivistaMonthly Comic Alive
Targetseinen
1ª edizione26 aprile 2021 – in corso
Periodicitàmensile
Tankōbon2 (in corso)

86 - Eighty-Six (86―エイティシックス― 86 -Eiti Shikkusu-?) è una light novel scritta da Asato Asato e illustrata da Shirabi, pubblicata da ASCII Media Works dal 10 febbraio 2017. Dalla serie sono tratti due manga e un anime del 2021.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La Repubblica di San Magnolia è in guerra da nove anni con l'Impero di Giad. Sebbene inizialmente abbia subito perdite devastanti a causa delle Legioni autonome e meccanizzate dell'Impero, la Repubblica ha sviluppato da allora le proprie unità autonome, chiamate Juggernauts, che sono comandate a distanza da un Supervisore. Mentre in superficie il pubblico crede che la guerra sia combattuta tra macchine, in realtà i Juggernaut sono pilotati da umani e tutti loro sono degli "86" - la designazione data alla minoranza Colorata di San Magnolia. Gli 86 originariamente avevano gli stessi diritti, ma furono perseguitati e trattati come capri espiatori dalla razza Alba e dalla politica supermatista del governo repubblicano, al punto che i Colorata furono considerati sia popolarmente che ufficialmente come subumani. Gli 86 non potevano avere nomi personali e venivano isolati nei campi di internamento nell'86° distretto (loro omonimo); costretti per tutto questo tempo a combattere la guerra della Repubblica contro l'Impero per ricevere un trattamento di vita migliore.

Il maggiore Vladilena "Lena" Milizé, una nobile Alba e ufficiale dell'esercito di San Magnolia, è un'attivista dichiarata contro i gravi maltrattamenti subiti dalla minoranza Colorata da parte della nazione e contro il deliberato inganno del governo repubblicano riguardante la guerra. Viene assegnata come Supervisore dello Squadrone Spearhead del Fronte Orientale: un'unità d'élite composta interamente da 86 veterani che si sono guadagnati dei nomi. Guidato dal loro capo squadra, Shinei "Il Becchino" Nōzen, lo Squadrone Spearhead è famigerato tra gli ufficiali militari. La sua notorietà deriva dallo stato in cui sono rimasti i suoi ufficiali in comando: i Supervisori che hanno presieduto la squadra sono impazziti e alcuni sono arrivati al suicidio. Lena, una dichiarata simpatizzante dell'86, conosce a suo modo lo Squadrone Spearhead come capo del contingente. Parallelamente, Lena e Shinei scoprono un oscuro segreto: la Repubblica e la guerra contro l'Impero non sono quello che sembrano.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Theo, Raiden, Shin, Lena, Anju e Kurena nella serie animata
Nōzen Shinei (シンエイ・ノウゼン Shin'ei Nouzen?)
Doppiato da: Shōya Chiba[4]
Mirizé Vladilena (ヴラディレーナ・ミリーゼ Varadirēna Mirīze?)
Doppiata da: Ikumi Hasegawa[4]
Shuga Raiden (ライデン・シュガ Raiden Shuga?)
Doppiato da: Seiichirō Yamashita[5]
Rikka Theoto (セオト・リッカ Seoto Rikka?)
Doppiato da: Natsumi Fujiwara[5]
Emma Anju (アンジュ・エマ Anju Ema?)
Doppiata da: Saori Hayami[5]
Kukumila Kurena (クレナ・ククミラ Kurena Kukumira?)
Doppiata da: Sayumi Suzushiro[5]
Tanya Kaie (カイエ・タニヤ Kaie Taniya?)
Doppiata da: Haruka Shiraishi[5]
Irma Daiya (ダイヤ・イルマ Daiya Iruma?)
Doppiato da: Haruki Ishiya[5]
Keats Haruto (ハルト・キーツ Haruto Kītsu?)
Doppiato da: Daiki Yamashita[5]
Niko Kujo (クジョー・ニコ Kujō Niko?)
Doppiato da: Taishi Murata[5]
Kino Rui (ルイ・キノ Rui Kino?)
Doppiato da: Shinei Ueki[5]
Osen Chise (チセ・オーセン Chise Ōsen?)
Doppiato da: Masamu Ono[5]
Sobi Toma (トーマ・ソービ Tōma Sōbi?)
Doppiato da: Katsumi Fukuhara[5]
Sasha Tozan (トウザン・サシャ Touzan Sasha?)
Doppiato da: Taito Ban[5]
Rin Rekka (レッカ・リン Rekka Rin?)
Doppiata da: Shizuka Ishigami[5]
Kairo Mikuri (ミクリ・カイロゥ Mikuri Kairou?)
Doppiata da: Yuka Nukui[5]
Yatomika Maina (マイナ・ヤトミカ Maina Yatomika?)
Doppiata da: Mayuko Kazama[5]
Penrose Henrietta (アンリエッタ・ペンローズ Anrietta Penrōzu?)
Doppiata da: Riho Sugiyama[5]
Carlstahl Jerome (ジェローム・カールシュタール Jerōmu Kārushutāru?)
Doppiato da: Satoshi Mikami[5]
Adleheit Reff (レフ・アルドレヒト Refu Arudorehito?)
Doppiato da: Taiten Kusunoki[5]

Media[modifica | modifica wikitesto]

Light novel[modifica | modifica wikitesto]

La light novel è scritta da Asato Asato ed è illustrata da Shirabii, con il mecha design di I-IV. ASCII Media Works ha pubblicato undici volumi dal 10 febbraio 2017 sotto l'etichetta Dengeki Bunko[6].

Volumi[modifica | modifica wikitesto]

Titolo italiano (traduzione letterale)
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
Data di prima pubblicazione
Giapponese
1Eighty-Six
「エイティシックス」 - Eiti Shikkusu
10 febbraio 2017[6]
ISBN 978-4-04-892666-9
2Run Through the Battlefront (Inizio)
「ラン・スルー・ザ・バトルフロント 〈上〉」 - Ran Surū Za Batorufuronto〈ue〉
7 luglio 2017[7]
ISBN 978-4-04-893232-5
3Run Through the Battlefront (Fine)
「ラン・スルー・ザ・バトルフロント 〈下〉」 - Ran Surū Za Batorufuronto〈shita〉
9 dicembre 2017[8]
ISBN 978-4-04-893397-1
4Under Pressure
「アンダー・プレッシャー」 - Andā Puresshā
10 maggio 2018[9]
ISBN 978-4-04-893830-3
5Morte, non essere orgogliosa
「死よ、驕るなかれ」 - Shiyo, ogoru nakare
10 ottobre 2018[10]
ISBN 978-4-04-912092-9
6Notte oscura prima dell'alba
「明けねばこそ夜は永く」 - Akeneba koso yoru wa nagaku
10 aprile 2019[11]
ISBN 978-4-04-912461-3
7Mist
「ミスト」 - Misuto
10 settembre 2019[12]
ISBN 978-4-04-912798-0
8Gun Smoke On the Water
「ガンスモーク・オン・ザ・ウォーター」 - Gansumōku On Za Wōtā
9 maggio 2020[13]
ISBN 978-4-04-913185-7
9Valkyrie Has Landed
「ヴァルキリィ・ハズ・ランデッド」 - Vuarukiryi Hazu Randeddo
10 febbraio 2021[14]
ISBN 978-4-04-913309-7
10Fragmental Neoteny
「フラグメンタル・ネオテニー」 - Furagumentaru Neotenī
10 giugno 2021[15]
ISBN 978-4-04-913880-1
11Dies Passionis
「ディエス・パシオニス―」 - Diesu Pashionisū
10 febbraio 2022[16]
ISBN 978-4-04-914149-8
12Vladilena Milizé Bloody Regina
「ヴラディレーナ・ミリーゼ ブラッディレジーナ」 - Vuradirēna Mirīze Buraddi Rejīna
10 febbraio 2023[17]
ISBN 978-4-04-914398-0

Manga[modifica | modifica wikitesto]

Copertina del primo volume dell'edizione italiana, raffigurante i protagonisti Lena e Nōzen

La prima trasposizione della light novel è un manga disegnato da Motoki Yoshihara e pubblicato dalla Square Enix sulla rivista Young Gangan dal 16 febbraio 2018. Il 6 luglio 2022 viene comunicato che la serie è interrotta per via dei problemi di salute di Yoshihara[18]. Il manga è stato raccolto in tre tankōbon pubblicati dal 10 ottobre 2018[19] al 10 giugno 2021[20].

Il 25 marzo 2021, in occasione del suo quindicesimo anniversario, l'editore Edizioni BD ha annunciato la pubblicazione italiana del manga sotto l'etichetta J-Pop avvenuta dal 12 maggio successivo[21]. L'ultimo volume uscito è stato pubblicato il 23 febbraio 2022[22].

Volumi[modifica | modifica wikitesto]

Data di prima pubblicazione
GiapponeseItaliano
110 ottobre 2018[19]ISBN 978-4-7575-5870-0 12 maggio 2021[23]ISBN 978-88-349-0617-0
Capitoli
  • 1. Un fronte con zero caduti (戦死者ゼロの戦場 Senshi-sha Zero no senjō?)
  • 2. Un fronte con zero caduti (II) (戦死者ゼロの戦場 Senshi-sha Zero no senjō 2?)
  • Bonus. Kujo (クジョ Kujō?)
  • 3. Lo squadrone Spearhead (スピアヘッド戦隊 Supiaheddo sentai?)
  • 4. L'attacco delle Legion (レギオン襲来 Regi'on shūrai?)
  • 5. La forza dello squadrone Spearhead (スピアヘッド戦隊の力 Supiaheddo sentai no chikara?)
  • 6. Shin (シン Shin?)
  • Interludio. Un guerriero senza nome non ha nemmeno una tomba (無名戦士は墓も無きゆえ Mumei senshi wa haka mo naki yue?)
210 settembre 2019[24]ISBN 978-4-7575-6278-3 30 giugno 2021[25]ISBN 978-88-349-0654-5
Capitoli
  • 7. Lena e gli 86 (レーナと86 Rēna to 86?)
  • 8. Kaie (カイエ?)
  • 9. Un istante (刹那 Setsuna?)
  • 10. Il nome (名前 Namae?)
  • 11. Reminiscenza (追憶 Tsuioku?)
  • 12. Le pecore nere (黒羊 Kuro hitsuji?)
  • Interludio. Un giorno di inizio estate (ある初夏の日 Aru shoka no hi?)
310 giugno 2021[20]ISBN 978-4-7575-7307-9 23 febbraio 2022[22]ISBN 978-88-349-0802-0
Capitoli
  • 13. Fantasmi (幽霊 Yūrei?)
  • 14. Morire in battaglia (戦死 Senshi?)
  • 15. La festa della rivoluzione (革命祭 Kakumeisai?)
  • 16. Il patibolo (処刑場 Shokei-ba?)
  • 17. Sperimentazione umana (人体実験 Jintai jikken?)
  • Interludio. Il sogno dei fuochi d'artificio

Operation High School[modifica | modifica wikitesto]

Un manga spin-off, illustrato da Suzume Somemiya, è stato pubblicato sulla rivista Monthly Comic Alive della casa editrice Media Factory dal 27 giugno 2020 al 27 agosto 2021[26]. In questa serie, tutti i protagonisti della light novel originale vivono una normale vita scolastica in un mondo alternativo dove nessun tragico evento ha mai avuto luogo.

Data di prima pubblicazione
Giapponese
121 gennaio 2021[27]ISBN 978-4-04-680006-0
222 settembre 2021[28]ISBN 978-4-04-680538-6

Run Through the Battlefront[modifica | modifica wikitesto]

Un secondo spin-off, illustrato da Hiroya Yamazaki, è stato serializzato sull'app Manga UP! di Square Enix dal 24 gennaio 2021[29] al settembre 2022. Il 6 luglio 2022 viene comunicato che la serie è interrotta per via dei problemi di salute di Yamazaki[18].

Data di prima pubblicazione
Giapponese
110 giugno 2021[30]ISBN 978-4-7575-7308-6
Capitoli (traduzioni letterali dei titoli)
  • 1. La cavalcata delle Valkyrie 1 (ワルキューレの騎行① Warukyūre no kikō 1?)
  • 2. La cavalcata delle Valkyrie 2 (ワルキューレの騎行② Warukyūre no kikō 2?)
  • 3. Panzerlied 1 (パンツァー・リート① Pantsārīto 1?)
  • 4. Panzerlied 2 (パンツァー・リート② Pantsārīto 2?)

Fragmental Neoteny[modifica | modifica wikitesto]

Un terzo spin-off, illustrato da Shinjo Takuya, ha iniziato la serializzazione sulla rivista Monthly Comic Alive il 26 aprile 2021[31].

Data di prima pubblicazione
Giapponese
122 settembre 2021[32]ISBN 978-4-04-680903-2
222 giugno 2022[33]ISBN 978-4-04-681229-2

Anime[modifica | modifica wikitesto]

Logo della serie anime

Un adattamento animato è stato annunciato il 15 marzo 2020[34]. La produzione è stata affidata allo studio A-1 Pictures, la regia è di Toshimasa Ishii e la composizione della serie di Toshiya Ono, mentre la colonna sonora è composta da Hiroyuki Sawano e Kohta Yamamoto. La prima parte è andata in onda dall'11 aprile al 26 giugno 2021 sulla rete Tokyo MX[35]. La sigla di apertura è 3-bun 29-byō (lett. "3 minuti 29 secondi") di Hitorie e quella di chiusura è Avid di SawanoHiroyuki[nZk]:mizuki. La seconda parte è andata in onda dal 2 ottobre 2021 al 19 marzo 2022[36][37][38]. Le sigle di apertura e chiusura della seconda parte sono rispettivamente Kyōkaisen della band Amazarashi e Alchemila di Regal Lily[38]. Gli episodi 22 e 23 sono stati posticipati rispettivamente al 12 e il 19 marzo 2022 per un controllo qualità[39].

In Italia la serie è stata pubblicata in simulcast sul portale Crunchyroll in versione sottotitolata[40].

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giapponese[41]
Prima parte (11 episodi)
1Undertaker
「アンダーテイカー」 - Andāteikā
10 aprile 2021
2Spearhead
「スピアヘッド」 - Supiaheddo
17 aprile 2021
3Non voglio morire
「死にたくない」 - Shinitakunai
24 aprile 2021
4Il vero nome
「本当の名前を」 - Hontō no namae o
1º maggio 2021
5Ci sono anche io
「私も一緒に」 - Watashi mo issho ni
8 maggio 2021
6Fino alla fine
「最後まで」 - Saigo made
15 maggio 2021
7Ti ricorderai di me?
「忘れないでいてくれますか?」 - Wasurenai de itekuremasu ka?
22 maggio 2021
8Andiamo
「行こう」 - Ikō
29 maggio 2021
9Addio
「さよなら」 - Sayonara
5 giugno 2021
10Grazie
「ありがとう」 - Arigatō
12 giugno 2021
11Si parte
「行くよ」 - Iku yo
19 giugno 2021
SpecialeRossi sbocciano i papaveri sul campo di battaglia
「戦野に紅く雛罌粟の咲く」 - Sen'ya ni akaku hinageshi no saku
26 giugno 2021
Seconda parte (12 episodi)
12Benvenuti
「ようこそ」 - Yōkoso
2 ottobre 2021
13Ormai è troppo tardi
「今更そんなこと」 - Imasara sonna koto
9 ottobre 2021
14È bello essere qui
「よろしく」 - Yoroshiku
16 ottobre 2021
15Bentornati
「おかえりなさい」 - Okaerinasai
23 ottobre 2021
16Nonostante tutto
「それでも」 - Sore de mo
30 ottobre 2021
17Non dimenticherò
「忘れません」 - Wasuremasen
6 novembre 2021
SpecialeEpisodio speciale con commento
「ビジュアルコメンタリー特番」 - Bijuaru Komentarī tokuban
13 novembre 2021[42]
18La verità è che...
「本当は」 - Hontō wa
20 novembre 2021[42]
SpecialeSe c'è qualcosa per cui vale la pena morire
「死して甲斐あるものなれば」 - Shishite kai aru mono nareba
27 novembre 2021
19Rimani così per sempre
「いっそこのまま」 - Isso kono mama
4 dicembre 2021
20Insieme fino alla morte
「死ぬまで一緒に」 - Shinu made issho ni
18 dicembre 2021
21Ciò che rimane
「もうこれしか」 - Mō kore shika
25 dicembre 2021
Speciale「せめて人間たらんと」 - Semete ningen taranto5 marzo 2022
22Shin
「シン」 - Shin
12 marzo 2022[39]
23Handler One
「ハンドラー・ワン」 - Handorā Wan
19 marzo 2022[39]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

La light novel ha vinto il Gran Premio al 23º Premio Dengeki Novel nel 2016[4]. La light novel si è classificata anche al secondo posto nel 2018 nella guida annuale di Takarajimasha sulle light novel Kono light novel ga sugoi! nella categoria bunkobon[43]. Si è classificata al quinto posto nel 2019[44].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Kim Morrissy, The Best Light Novels Not Yet In English, su animenewsnetwork.com, Anime News Network, 6 giugno 2018. URL consultato il 10 maggio 2021.
    «Special mention must go to the creative mecha designs, which are based on spiders and other multi-legged creatures.»
  2. ^ (EN) Theron Martin, Eighty-Six novel 1 Review, su animenewsnetwork.com, Anime News Network, 19 aprile 2019. URL consultato il 10 maggio 2021.
    «This novel is probably going to be most commonly classified as a military science fiction story, but it should be considered at least as much a horror story.»
  3. ^ (EN) Olive St. Sauver, REVIEW: ’86 – Eighty-Six,’ Volume 5: Death, Be Not Proud, su butwhythopodcast.com, 25 settembre 2020. URL consultato il 6 giugno 2021.
    «The moments of awkward romance feel less forced and more of a comedic reminder that these characters are still teens, they just have never been allowed to imagine a life for themselves outside war.»
  4. ^ a b c (EN) Crystalyn Hodgkins, '86' Sci-Fi Battle Anime Reveals Cast, Staff, 2020 Premiere, su Anime News Network, 22 marzo 2020. URL consultato il 22 marzo 2020.
  5. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r (EN) Crystalyn Hodgkins, '86' Sci-Fi Anime Reveals April 10 Debut, Promo Video, 18 More Cast Members, New Visual, Theme Song Artists, su Anime News Network, 6 marzo 2021. URL consultato il 6 marzo 2021.
  6. ^ a b (JA) 86―エイティシックス, su dengekibunko.jp, ASCII Media Works. URL consultato il 24 marzo 2020.
  7. ^ (JA) 86―エイティシックス―Ep.2 ―ラン・スルー・ザ・バトルフロント―〈上〉, su dengekibunko.jp, ASCII Media Works. URL consultato il 24 marzo 2020.
  8. ^ (JA) 86―エイティシックス―Ep.3 ―ラン・スルー・ザ・バトルフロント―〈下〉, su dengekibunko.jp, ASCII Media Works. URL consultato il 24 marzo 2020.
  9. ^ (JA) 86―エイティシックス―Ep.4 ―アンダー・プレッシャー―, su dengekibunko.jp, ASCII Media Works. URL consultato il 24 marzo 2020.
  10. ^ (JA) 86―エイティシックス―Ep.5 ―死よ、驕るなかれ―, su dengekibunko.jp, ASCII Media Works. URL consultato il 24 marzo 2020.
  11. ^ (JA) 86―エイティシックス―Ep.6 ―明けねばこそ夜は永く―, su dengekibunko.jp, ASCII Media Works. URL consultato il 24 marzo 2020.
  12. ^ (JA) 86―エイティシックス―Ep.7 ―ミスト―, su dengekibunko.jp, ASCII Media Works. URL consultato il 24 marzo 2020.
  13. ^ (JA) 86―エイティシックス―Ep.8 ―ガンスモーク・オン・ザ・ウォーター―, su dengekibunko.jp, ASCII Media Works. URL consultato l'11 aprile 2020.
  14. ^ (JA) 86―エイティシックス―Ep.9 ―ヴァルキリィ・ハズ・ランデッド―, su dengekibunko.jp, ASCII Media Works. URL consultato il 14 gennaio 2021.
  15. ^ (JA) 86―エイティシックス―Ep.10 ―フラグメンタル・ネオテニー―, su dengekibunko.jp, ASCII Media Works. URL consultato il 10 maggio 2021.
  16. ^ (JA) 86―エイティシックス―Ep.11 ―ディエス・パシオニス―, su dengekibunko.jp, ASCII Media Works. URL consultato il 27 aprile 2022.
  17. ^ (JA) 86―エイティシックス―Ep.12 ねんどろいどヴラディレーナ・ミリーゼ ブラッディレジーナVer.付き特装版, su dengekibunko.jp, ASCII Media Works. URL consultato il 10 novembre 2022.
  18. ^ a b (EN) Rafael Antonio Pineda, '86' Manga Adaptations of 1st 2 Light Novels Arcs Canceled, in Anime News Network, 6 luglio 2022. URL consultato il 9 luglio 2022.
  19. ^ a b (JA) 86ーエイティシックスー 1, su magazine.jp.square-enix.com, Square Enix. URL consultato il 24 marzo 2020.
  20. ^ a b (JA) 86―エイティシックス― 3, su magazine.jp.square-enix.com, Square Enix. URL consultato il 30 giugno 2021.
  21. ^ News - J-Pop Manga - Quinceanera J-POP! Per festeggiare i suoi primi 15 anni, J-POP Manga debutta su Twitch e annuncia 10 nuovi titoli, su j-pop.it, 25 marzo 2021. URL consultato il 31 marzo 2021 (archiviato dall'url originale il 18 aprile 2021).
  22. ^ a b 86 - Eighty Six 3, su animeclick.it, AnimeClick.it. URL consultato il 1º febbraio 2022.
  23. ^ 86 - Eighty Six 1, su animeclick.it, AnimeClick.it. URL consultato il 10 maggio 2021.
  24. ^ (JA) 86ーエイティシックスー 2, su magazine.jp.square-enix.com, Square Enix. URL consultato il 24 marzo 2020.
  25. ^ 86 - Eighty Six 2, su animeclick.it, AnimeClick.it. URL consultato il 25 giugno 2021.
  26. ^ (EN) Rafael Antonio Pineda, 86: Operation High School Manga Spinoff Ends, in Anime News Network, 28 agosto 2021. URL consultato il 31 agosto 2021.
  27. ^ (JA) 86―エイティシックス― オペレーション・ハイスクール 1, su kadokawa.co.jp, Media Factory. URL consultato il 1º gennaio 2021.
  28. ^ (JA) 86―エイティシックス― オペレーション・ハイスクール 2, su kadokawa.co.jp, Media Factory. URL consultato il 12 dicembre 2021.
  29. ^ (JA) アニメが4月放送! 『エイティシックス』のコミカライズが連載開始!, in Dengeki Online, 26 gennaio 2021. URL consultato il 12 dicembre 2021.
  30. ^ (JA) 86―エイティシックス― ―ラン・スルー・ザ・バトルフロント― 1, su magazine.jp.square-enix.com, Square Enix. URL consultato il 12 dicembre 2021.
  31. ^ (EN) Rafael Antonio Pineda, '86' Sci-fi War Novels Get Prequel Manga, in Anime News Network, 20 aprile 2021. URL consultato il 12 dicembre 2021.
  32. ^ (JA) 86‐エイティシックス‐ フラグメンタルネオテニー 1, su kadokawa.co.jp, Kadokawa Shoten. URL consultato il 12 dicembre 2021.
  33. ^ (JA) 86‐エイティシックス‐ フラグメンタルネオテニー 2, su kadokawa.co.jp, Kadokawa Shoten. URL consultato il 21 giugno 2022.
  34. ^ (EN) Egan Loo, '86' Sci-Fi Battle Light Novel Series Get TV Anime - News, su animenewsnetwork.com, Anime News Network, 15 marzo 2020. URL consultato il 31 marzo 2021.
  35. ^ 86: trailer per il nuovo anime A-1 Pictures, su animeclick.it, AnimeClick.it, 11 marzo 2021. URL consultato il 31 marzo 2021.
  36. ^ Roberto Addari, 86 EIGHTY-SIX: teaser e mese di partenza della stagione 2, in MangaForever, 26 giugno 2021. URL consultato il 27 giugno 2021.
  37. ^ Roberto Addari, 86 EIGHTY-SIX: prima occhiata alla stagione 2, in MangaForever, 17 agosto 2021. URL consultato il 17 agosto 2021.
  38. ^ a b (EN) Crystalyn Hodgkins, '86' Sci-Fi War Anime's New Video Reveals More Cast, Theme Song Artists, in Anime News Network, 4 settembre 2021. URL consultato il 5 settembre 2021.
  39. ^ a b c (EN) Alex Mateo, '86' Anime Delays Episodes 22-23 to March 2022, in Anime News Network, 23 dicembre 2021. URL consultato il 24 dicembre 2021.
  40. ^ Francesco Ventura, Altre nuove serie si aggiungono al palinsesto primaverile di Crunchyroll, su crunchyroll.com, Crunchyroll, 6 aprile 2021. URL consultato il 6 aprile 2021.
  41. ^ (JA) ONAIR, su anime-86.com. URL consultato il 2 ottobre 2021.
  42. ^ a b Francesco Ventura, Il diciottesimo episodio di 86 EIGHTY-SIX slitta al 20 novembre, in Crunchyroll, 7 novembre 2021. URL consultato il 9 novembre 2021.
  43. ^ (EN) Rafael Antonio Pineda, Kono Light Novel ga Sugoi! Reveals 2018 Series Ranking, in Anime News Network, 24 novembre 2017. URL consultato il 10 maggio 2021.
  44. ^ (EN) Rafael Antonio Pineda, Kono Light Novel ga Sugoi! Reveals 2019 Series Ranking, in Anime News Network, 23 novembre 2018. URL consultato il 10 maggio 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Light novel
Manga
Anime
  Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga