83º Centro C/SAR

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
83° Centro Combat SAR
CoA 83° Centro CSAR.png
Distintivo dell'83° Centro C/SAR
Descrizione generale
NazioneItalia
ServizioAeronautica Militare Italiana
TipoCentro C/SAR
CompitiOperazioni SAR e Combat SAR
SedeAeroporto di Cervia-Pisignano
ElicotteriAgustaWestland HH-139A
Parte di
Voci su forze aeree presenti su Wikipedia

L'83º Gruppo Combat/SAR è un gruppo dell'Aeronautica Militare destinato a compiti di ricerca e soccorso (SAR) ed impiega elicotteri AgustaWestland HH-139A. È parte integrante del 15º Stormo e, con il trasferimento di quest'ultimo in Romagna nell'ottobre 2010, ora è coubicato con esso presso l'aeroporto di Cervia-Pisignano,[1] lasciando la sua vecchia sede nell'aeroporto di Rimini-Miramare ov'era stanziato dai primi anni ottanta. Tale trasferimento ha inoltre comportato la riorganizzazione del reparto e il cambio di denominazione da Centro a Gruppo.[1]

Al 10 giugno 1940 l'83º Gruppo Ricognizione Marittima era all'Arsenale Militare Marittimo di Augusta con la 184ª e la 186ª di Augusta e la 189ª Squadriglia dell'Idroscalo di Siracusa sui CANT Z.501 della Regia Aeronautica ed operava per il Comando Militare Marittimo "Sicilia" nell'Aviazione ausiliaria per la Marina. Al 15 marzo 1941 disponeva di 8 CANT Z.506 ad Augusta dove a luglio 1942 ne ha in forza 9 esemplari come anche a metà aprile 1943. Al 15 maggio 1944 era all'Idroscalo di Brindisi con la 141ª Squadriglia sui CZ 501 e la 147ª Squadriglia sui CZ 501 e CZ 506.

Nel 1947 l´83º Gruppo Soccorso Aereo era all'Idroscalo di Brindisi e volava sui CZ 506 sostituiti nel 1958 con gli HU-16 Albatross. Va ricordato che dal 1993 in poi, l'83° è stato inoltre impegnato con compiti di ricerca e soccorso in zone ostili, dimostrando la propria professionalità in questa specialità nelle operazioni delle forze armate italiane svolte in Somalia, Albania, Kosovo, Iraq, Afghanistan.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]