80 cm K (E)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gustav Lang Kanone
Schwerer Gustav
DoraVSScarab.svg
Un 80 cm K (E) comparato ad una persona ed un OTR-21 Točka
TipoCannone ferroviario a lunga gittata
Impiego
UtilizzatoriGermania Germania
Produzione
CostruttoreKrupp
Entrata in servizio1941
Ritiro dal servizio1945
Costo unitario7 milioni di Reichsmark
Descrizione
Peso1.344 tonnellate
Lunghezza47,3 m
Lunghezza canna32,46 m
Calibro800 mm
Cadenza di tiro1 colpo ogni 19-45 min
Velocità alla volata720-820 m/s (*)
Gittata massima37-47 km (*)
Elevazionemax 48 gradi
voci di armi d'artiglieria presenti su Wikipedia

Lo 80 cm Kanone in Eisenbahnlafette, abbreviato in 80 cm K (E)[1], era un cannone ferroviario tedesco della seconda guerra mondiale, costruito in due soli esemplari, denominati Dora e Gustav.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Questo cannone è considerato la più potente arma mai trasportata su di un treno, e veniva montato su due pianali ferroviari al momento della sua messa in batteria. Entrambe le bocche di fuoco furono costruite negli anni 40 dalla ditta tedesca Krupp, concepiti per distruggere la Linea Maginot, come aveva fatto l'antenato Grande Berta nel 1914 con i forti di Liegi.[senza fonte]

Il Cannone di 80 cm durante una visita di Adolf Hitler (secondo da destra in primo piano) e Albert Speer (a destra) nel 1943.

Il cannone aveva una gittata di 47 chilometri e pesava ben 1.344 tonnellate.[3] Data la sua possente mole era in grado di sparare granate da 7 tonnellate. Richiedeva una dotazione di oltre 1.200 serventi, ma precedentemente erano stati impiegati oltre 2.500 operai delle ferrovie per poter adattare la linea ferrata sovietica al transito del convoglio. Per la messa in batteria e per poter utilizzare un adeguato angolo di tiro occorreva un tratto di linea a doppio binario a forma di semicerchio di oltre un chilometro, che gli permettesse di allinearsi al bersaglio. Erano poi necessari due battaglioni della FlaK per proteggerlo dagli attacchi aerei.

Gustav in Unione Sovietica

Questo cannone ha dunque una bocca da fuoco in grado di sparare all'incirca tre colpi all'ora nel primo e secondo arco dell'inviluppo del tiro. Aveva un calibro di 800 mm, una canna di ben 32,50 metri (pertanto per il sistema italiano di classificazione delle artiglierie sarebbe stato un 800/40). Era l'arma con il calibro più grande mai utilizzata in un combattimento, il più pesante pezzo di artiglieria mobile costruito in termini di peso complessivo e riuscendo a sparare i proietti più pesanti di qualsiasi pezzo di artiglieria.[4][5] Utilizzava due differenti tipologie di proiettili, il primo, più leggero (circa 4.500Kg), riusciva ad essere scagliato fino ad una distanza di 45 chilometri, il secondo a carica perforante con un peso di 7.2 tonnellate arrivava alla massima gittata di 38 chilometri. In qualsiasi caso un colpo del cannone aveva un effetto devastante, basti pensare all'episodio del Golfo di Severnaja durante l'assedio di Sebastopoli, dove un solo proiettile distrusse un deposito di munizioni protetto da 30 metri di terra e cemento.[6]

Dopo Dora e Gustav, la Krupp stava costruendo un terzo cannone di tipo simile, "Langer Gustav" o "Schwerer Gustav 2", ma lo stabilimento della Krupp di Essen venne bombardato prima dalla RAF, e successivamente la guerra terminò.[senza fonte]

Schwerer Gustav[modifica | modifica wikitesto]

Granata usata dallo Schwerer Gustav, esposto all'Imperial War Museum

Nonostante fosse stato progettato per contrastare la linea Maginot, si deve ricordare che lo sviluppo del cannone durò più a lungo del previsto e quindi l'arma fu inviata sul fronte orientale.[senza fonte]

Nel febbraio del 1942 il cannone ferroviario Schwerer Gustav iniziò il suo lungo viaggio verso la Crimea. Il treno che lo trasportava era composto da 25 vagoni e lungo un chilometro e mezzo. Il cannone raggiunse l'istmo di Perekop nel marzo del 1942, e fu pronto solamente ad aprile. Fu necessario costruire un'apposita linea ferroviaria di 16 chilometri tra Simferopoli e Sebastopoli.[senza fonte]

Il cannone ebbe il suo debutto nella battaglia di Sebastopoli: la sua installazione iniziò ai primi di maggio, per essere pronto a far fuoco in giugno. Esso distrusse alcune batterie sulla costa, forte Stalin, forte Molotov, un deposito di munizioni nel golfo di Severnaja, forte Siberia e forte Maxim Gorki.[7]

Dopo il 4 luglio il cannone aveva avuto dei problemi alla sua canna, che fu rimandata a Essen per essere riparata. Montata una canna sostitutiva, il cannone fu smantellato per poter essere spostato a nord, e precisamente a Leningrado. Il cannone fu posto a 30 chilometri dalla città, nella stazione di Taizy ed era pienamente operativo, ma nel frattempo l'attacco era stato annullato. Il cannone poi trascorse l'inverno del 1942-1943 vicino a Leningrado.[senza fonte]

Successivamente fu spostato per poterne effettuare una revisione in Germania.[non chiaro] Non fu quindi poi utilizzato durante la rivolta di Varsavia nel 1944, nonostante una sua munizione sia esposta al museo delle armi in Polonia.[senza fonte]

Il cannone dovette essere distrutto prima della sua cattura; furono infatti ritrovati nel 1945 alcuni suoi resti in una foresta a 15 chilometri a nord di Auerbach (circa 50 chilometri a sud-ovest di Chemnitz). I tedeschi lo avevano fatto letteralmente a pezzi.[senza fonte]

Dora[modifica | modifica wikitesto]

Modellino del Dora

Il cannone gemello Dora, fu il secondogenito. Fu schierato di tutta fretta a 15 chilometri da Stalingrado nell'agosto 1942. Fu pronto a fare fuoco solamente il 13 settembre, ma fu subito ritirato. Fu portato indietro dai nazisti durante la loro lunga ritirata. Anche questo cannone fu distrutto dai tedeschi e fu ritrovato dalle truppe americane un po' di tempo dopo la scoperta dei resti del Gustav.[senza fonte]

Langer Gustav[modifica | modifica wikitesto]

Il Langer Gustav doveva essere un miglioramento del Gustav, con un calibro di 52 cm, e una canna di 43 metri. Fu progettato per poter sparare proiettili/missili a super-lungo raggio, dal peso di 680 kg, ad una distanza di 190 km, in modo da poter colpire direttamente Londra da Calais.[senza fonte]

Questo cannone in realtà non fu mai completato, in quanto la RAF bombardò gli impianti della Krupp a Essen.[senza fonte]

Dopoguerra[modifica | modifica wikitesto]

Un soldato statunitense insieme al cannone 80 cm del Dora

Il 14 aprile 1945, un giorno prima dell'arrivo delle truppe americane, lo Schwerer Gustav venne smantellato e distrutto per prevenire la cattura del mezzo. Il 22 aprile 1945, i suoi resti sono stati ritrovati in una foresta a 15 km a nord da Auerbach e circa 50 km a sud-ovest da Chemnitz.[senza fonte]

Nell'estate del 1945, lo Schwerer Gustav venne studiato da alcuni specialisti sovietici e nell'autunno dello stesso anno, venne trasferito a Merseburg, dove i sovietici stavano raccogliendo del materiale militare tedesco.[8] Nell' marzo del 1945, il Dora venne trasferito a Grafenwöhr e fu distrutto, facendolo saltare in aria il 19 aprile 1945. I detriti del Dora vennero scoperti dalle truppe americane qualche anno dopo. I resti ritrovati vennero demoliti negli anni 1950.[senza fonte]

Una parte del terzo cannone (52 cm) fu ritrovato negli impianti di produzione della Krupp a Essen.[senza fonte]

Alcuni resti del Dora sono oggi esposti al Militärhistorisches Museum der Bundeswehr a Dresda.[senza fonte]

Dati tecnici[modifica | modifica wikitesto]

Modellino presso il Spoorwegmuseum a Utrecht (NL); Sono rappresentati degli operatori per un confronto dimensionale
  • Peso: 1.350 t
  • Peso della canna: 400 t
  • lunghezza / spessore / altezza: 47,30 m / 7,10 m / 11,60 m
  • Calibro: 800 mm
  • Lunghezza della canna: 32,48 m
  • Elevazione massima: 65°
  • Potenza della locomozione diesel: 2x 1000 PS
  • Tempo di ricarica : dai 20 ai 45 minuti
  • Munizioni:
    • perforante
      • Peso: 7.100 kg
      • Lunghezza: 6,79 m
      • Gittata massima : ca.37 km
    • granata
      • peso: 4.800 kg
      • lunghezza: 8,26 m
      • Gittata massima : ca.45 km

Modelli[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cannone su affusto ferroviario. Nell'uso tedesco il calibro si indica in centimentri, non in millimetri come per esempio in Italia.
  2. ^ (EN) Joris Nieuwint, Firing The Biggest Gun Of WWII, The 80cm Railway Gun 'Schwerer Gustav', su WAR HISTORY ONLINE, 5 settembre 2016. URL consultato il 23 febbraio 2020.
  3. ^ (EN) [1] Self-Propelled Dora; An article on the self-propelled version of the Dora.
  4. ^ (DE) 80 cm cannon "Dora", su hpwt.de.
  5. ^ Though Little David was rifled, it never saw combat.
  6. ^ Dora Archiviato il 21 febbraio 2008 in Internet Archive., su pipex.com
  7. ^ De Schwerer Gustav A Dora, su free.fr.
  8. ^ Андреас Грубер - Сказка о смерти - стр 22, su profilib.net. URL consultato il 23 febbraio 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]