7 uomini d'oro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
7 uomini d'oro
7 uomini d'oro.jpg
Rossana Podestà in una scena del film
Titolo originale7 uomini d'oro
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia, Francia, Spagna
Anno1965
Durata95 min
Rapporto1.66 : 1
Genereazione, comico
RegiaMarco Vicario
SoggettoMarco Vicario
SceneggiaturaMarco Vicario
ProduttoreMarco Vicario
Casa di produzioneAtlantica Cinematografica, Paris Union Films, A.S. Films
Distribuzione (Italia)Atlantica (indipendenti regionali)
FotografiaEnnio Guarnieri
MontaggioRoberto Cinquini
Effetti specialiGianni Dorata
MusicheArmando Trovajoli
ScenografiaPiero Poletto, Arrigo Equini
CostumiGaia Romanini
TruccoMichele Trimarchi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

7 uomini d'oro è un film del 1965 diretto da Marco Vicario.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un'esperta banda internazionale di ladri tenta il colpo del secolo: svaligiare, ad una banca di Ginevra, sette tonnellate d'oro. Il furto sembra essere riuscito, ma, alla spartizione del bottino finale, i rapinatori, dopo un susseguirsi di trappole ideate e di inganni escogitati, mandano il colpo in fumo.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il cast del film, girato in Italia e in Svizzera in 35 mm, comprende star italiane dell'epoca, Rossana Podestà in primis, famosa per aver partecipato nel 1954 al film Ulisse. Gastone Moschin, invece, non era un'icona ancora emersa, sebbene avesse partecipato in precedenza al film Audace colpo dei soliti ignoti. Gabriele Tinti, al contrario, aveva già alle spalle tanti anni di recitazione, nonostante la sua età, come lo stesso Philippe Leroy.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito in Italia a partire dal 21 ottobre 1965; nel 1966 è stato distribuito in Francia a partire dal 18 marzo; in Giappone dal 19 marzo; in Germania Ovest da 9 aprile; in Belgio dal 23 settembre; in Portogallo dal 7 ottobre. Nel 1967 è stato distribuito in Jugoslavia; Messico dal 26 gennaio; Finlandia dal 27 gennaio; Danimarca dal 27 febbraio. Nel 1968 è stato distribuito in Germania Est dal 5 gennaio; in Irlanda dal 26 luglio. Nel 1969 è stato distribuito infine negli Stati Uniti dal 23 aprile e in Ungheria dall'11 settembre.

Il film è conosciuto anche con i titoli: 7 mannen in goud (Belgio); 7 Homens de Ouro e Sete Homens de Ouro (Brasile e Portogallo); Die sieben goldenen Männer (Germania Est); Syv gyldne mænd (Danimarca); Siete hombres de oro (Spagna e Messico); 7 Hommes en or e Un voyou en or massif (Francia); Epta hrysoi anthropoi (Grecia); A hét aranyember (Ungheria); Siedmiu w blasku zlota e Wyprawa siedmiu po zloto (Polonia); Sedem zlatih moz (Slovenia); 7 altin adam (Turchia); Seven Golden Men (Stati Uniti); 7 goldene Männer (Germania Ovest).

All'uscita delle sale cinematografiche italiane ottenne il bando censura "per tutti".

Accoglienza e critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film, secondo il dizionario Il Morandini, "è il più scattante, divertente film italiano del decennio 1960-69'".

Giudizio positivo lo si constata anche nel commento del sito Film tv, il quale assegna al film tre stelle, sottolineando che fu "l'unico giallorosa italiano riuscito, che non ha nulla da invidiare agli americani".

Sempre ottima critica ricevette dal dizionario Il Farinotti e da altre fonti di internet[senza fonte].

Per quanto riguarda il pubblico, fu un enorme successo commerciale. L'Internet Movie Database ha calcolato che, soltanto in Spagna incassò 21.484.623 Pesetas, considerando, tuttavia, che il film costò 44 milioni di Lire.

Secondo il saggio di Mirra e Giuliani le avventure di Lupin III e la sua banda sono state ispirate da questo film.[1]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

7 uomini d'oro
ArtistaArmando Trovajoli
Tipo albumColonna sonora
Pubblicazione1965
Durata30:10
Dischi1
Tracce15
GenereJazz
EtichettaCAM
FormatiLP

La colonna sonora firmata da Armando Trovajoli, è stata pubblicata in LP dalla CAM nel 1966 con numero di catalogo CDR. 33-1. È stata distribuita in vari paesi del mondo e ristampata in vinile nel 1980, in economica, per la serie Orizzonte della Dischi Ricordi. In CD è stata ristampata della CAM nel 1992 e nel 1997.[2][3]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Lato A
  1. Seven Golden Men – 3:25
  2. Ping Pong – 1:35
  3. Please Nice – 0:55
  4. Rossana – 1:45
  5. Thunder Bolt – 3:00
  6. Rossana – 2:10
  7. Seven Golden Men – 2:00

Durata totale: 14:50

Lato B
  1. Rossana – 3:15
  2. Walk On Home – 2:05
  3. Walk On Home – 2:10
  4. Rocking Horse – 2:05
  5. Seven Golden Men – 1:15
  6. Brick Top – 1:35
  7. Brick Top – 1:50
  8. Seven Golden Men – 1:05

Durata totale: 15:20

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Opere derivate[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha goduto di un sequel, Il grande colpo dei 7 uomini d'oro, diretto dallo stesso Mario Vicario nel 1966. Nel 1968 viene poi distribuito il film 7 volte 7, sempre prodotto da Marco Vicario, ma diretto da Michele Lupo, che non è un sequel di 7 uomini d'oro, presentando un cast e dei personaggi differenti, ma è basato sul medesimo concept di un gruppo di 7 uomini che tentano un grosso colpo attraverso un complesso stratagemma. A 7 uomini d'oro si rifà inoltre il titolo del fantascientifico Sette uomini d'oro nello spazio diretto da Alfonso Brescia e distribuito nel 1979.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Francesco Fasiolo, Matite: il segreto di Lupin? Un vecchio film italiano, su RepTv News, 3 dicembre 2015.
  2. ^ (EN) Sette uomini d'oro, su Discogs, Zink Media. URL consultato il 17 febbraio 2017.
  3. ^ (EN) 7 uomini d'oro, su Soundtrack Collector. URL consultato il 17 febbraio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema