78 Diana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diana
(78 Diana)
Scoperta 15 marzo 1863
Scopritore Karl Theodor Robert Luther
Classificazione Fascia principale
Classe spettrale C
Designazioni
alternative
Nessuna
Parametri orbitali
(all'epoca 18 agosto 2005 (JD 2453600,5))
Semiasse maggiore 391,961 Gm (2,620 AU)
Perielio 310,612 Gm (2,076 AU)
Afelio 473,310 Gm (3,164 AU)
Periodo orbitale 1549,053 g (4,241 a)
Velocità orbitale

18,20 km/s (media)

Inclinazione
sull'eclittica
8,689°
Eccentricità 0,208
Longitudine del
nodo ascendente
333,595°
Argom. del perielio 151,424°
Anomalia media 237,620°
Par. Tisserand (TJ) 3,359 (calcolato)
Dati fisici
Dimensioni 120,6 km
Massa
1,84×1018 kg
Densità media ~2,0 g/cm³
Acceleraz. di gravità in superficie 0,0337 m/s²
Velocità di fuga 0,0638 km/s
Periodo di rotazione 0,3010 g (7,225 h)
Temperatura
superficiale
~173 K (media)
Albedo 0,071
Dati osservativi
Magnitudine ass. 8,09

78 Diana è un grande e scuro asteroide della Fascia principale. Ha una composizione carboniosa primitiva.

Diana fu scoperto il 15 marzo 1863 da Karl Theodor Robert Luther dall'Osservatorio di Düsseldorf (situato nel distretto urbano di Bilk) in Germania, di cui era direttore dal 1851. Fu battezzato così in onore di Diana, dea romana della caccia.

Diana ha occultato una stella il 4 settembre 1980. Le misure indicarono un diametro di 116 km, molto vicino al valore dato dal satellite IRAS.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Asteroidi del sistema solare L'asteroide 951 Gaspra

Precedente: 77 Frigga      Successivo: 79 Eurynome


Gruppi principali NEAFascia principaleTroianiCentauriTNO (Fascia di Kuiper) • Pianeti nani
Vedi anche Asteroidi principaliLista completaFamiglie asteroidaliClassi spettrali
Stub astronomia.png Questo box:     vedi · disc. · mod.
sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare