7º Stormo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
7º Stormo
Ensign of the 7º Stormo B.N. of the Regia Aeronautica.svg
Descrizione generale
Attivo5 gennaio 1935 - 1943
NazioneItalia Italia
ServizioLesser coat of arms of the Kingdom of Italy (1929-1943).svgRegia Aeronautica
TipoStormo
SedeCampo della Promessa di Lonate Pozzolo
Mogadiscio (poi Aeroporto Internazionale Aden Adde)
Aeroporto di Cameri
Battaglie/guerreGuerra d'Etiopia
Seconda guerra mondiale
Reparti dipendenti
Comandanti
Degni di notaColonnello Emilio Draghelli
colonnello Celso Ranieri
colonnello Domenico Ludovico
Voci su forze aeree presenti su Wikipedia

Il 7º Stormo della Regia Aeronautica era attivo al 5 gennaio 1935.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Guerra d'Etiopia[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 gennaio 1935, sul Campo della Promessa di Lonate Pozzolo il 7º Stormo BN (su due Gruppi: il IV Gruppo con la 14ª Squadriglia e 15ª Squadriglia ed il XXV Gruppo con la 8ª Squadriglia e 9ª Squadriglia) riceve l’avviso di preattivazione per esigenza in AO relativamente al XXV Gruppo nell'ambito della Guerra d'Etiopia. Il 29 gennaio il Gruppo, che si è imbarcato il 20 gennaio, arriva a Massaua.

Il 7º Stormo AO nasce il 25 febbraio 1935 con il IV Gruppo costituito dalla 14ª e 15ª Squadriglia. La 107ª Squadriglia nata all'Aeroporto di Torino-Mirafiori nello stesso periodo passa nello stormo alla data d’imbarco; Virgilio Rigolone il 25 febbraio assume il comando di stormo, che all'arrivo a Massaua avrà anche il XXV Gruppo. Il personale rimanente del 7º Stormo BN diventa 7º Stormo quadro. Lo Stormo va a Mogadiscio (poi Aeroporto Internazionale Aden Adde).

Nell’aprile 1935 lo Stormo forma l’Aviazione della Somalia. Il 2 ottobre 1935 dipendono dal Comando 7º Stormo bombardamento di Mogadiscio agli ordini del Tenente Colonnello Virgilio Rigolone:

  • Comando XXV Gruppo Bombardamento;
  • Squadriglia RT;
  • 107ª Squadriglia Caccia di Mogadiscio.[1]

Africa Orientale Italiana[modifica | modifica wikitesto]

Nell’agosto del 1936, nell'ambito dell'Africa Orientale Italiana, l’Aviazione della Somalia è formata dal 7º Stormo da cui dipendevano:

Il 7º Stormo viene chiuso il 1º ottobre 1936 con la riorganizzazione dei reparti in AO. Dal 1º ottobre i Comandi dell’Eritrea e della Somalia cambiano nome e si trasformano in Comando settore aeronautico nord con sede ad Asmara e Comando settore aeronautico sud con sede a Mogadiscio.[1]

Seconda guerra mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Al 10 giugno 1940 il 7º Stormo Bombardamento Terrestre era a Lonate Pozzolo inquadrato nella 4ª Divisione Aerea “Drago” di Novara della 1ª Squadra Aerea (1º Squadra aerea - SQA1) con:

  • 4º Gruppo su Fiat B.R.20 a Lonate Pozzolo:
    • 14ª Squadriglia;
    • 15ª Squadriglia.
  • 25º Gruppo su Fiat B.R.20 a Ghemme con:
    • 8ª Squadriglia;
    • 9ª Squadriglia.

Dal 10 ottobre 1940 era all'Aeroporto di Cameri al 14 agosto 1942 comandato da:

Il 4º Gruppo dall'aprile all'agosto 1942 fu di stanza all'aeroporto di Sciacca in Sicilia, quando fu trasferito all'aeroporto di Castelvetrano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Fondo “Africa orientale italiana 1935-1938”, AM Ufficio Storico, pag. 74
  2. ^ Fondo “Africa orientale italiana 1935-1938”, AM Ufficio Storico, pag. 51

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gentilli, Roberto, Guerra aerea sull’Etiopia 1935 – 1939, Firenze, EDA EDAI, 1992
  • Chris Dunning, Solo coraggio! La storia completa della Regia Aeronautica dal 1940 al 1943, Parma, Delta Editrice, 2000.
  • (EN) Chris Dunning, Combat Units od the Regia Aeronautica. Italia Air Force 1940-1943, Oxford, Oxford University Press, 1988, ISBN 1-871187-01-X.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]