46P/Wirtanen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cometa
46P/Wirtanen
ESO-Comet Wirtanen.jpg
Il nucleo della Cometa Wirtanen (al centro dell'immagine) il 9 dicembre 2001.
Scoperta 17 gennaio 1948
Scopritore Carl A. Wirtanen
Designazioni
alternative
1947 XIII; 1954 XI; 1961 IV;
1967 XIV; 1974 XI;
1986 VI; 1991 XVI;
Parametri orbitali
(all'epoca 2456800,5
23 maggio 2014[1])
Semiasse maggiore 3,0876443 UA
Perielio 1,0522598 UA
Afelio 5,123 UA
Periodo orbitale 5,43 anni
Inclinazione orbitale 11,757°
Eccentricità 0,6592030
Par. Tisserand (TJ) 2,819 (calcolato)
Ultimo perielio 9 luglio 2013
Prossimo perielio 12 dicembre 2018
MOID da Terra 0,068 UA
Dati fisici
Dimensioni 1,2 km[2] (diametro)
Dati osservativi
Magnitudine app.
8,5 (max)

46P/Wirtanen è una cometa periodica di corto periodo del nostro Sistema solare. Il suo attuale periodo orbitale è di 5,44 anni. Inizialmente era stata selezionata come obiettivo della missione Rosetta dell'Agenzia Spaziale Europea. Appartiene alla famiglia delle comete gioviane[3], i cui membri posseggono un afelio tra le 5 e le 6 UA. È stato stimato che il suo diametro sia di 1,2 km.

La cometa percorre un'orbita resa caotica da ripetuti incontri con Giove. Due incontri con il gigante gassoso nel 1972 e 1984 ne hanno ridotto notevolmente la distanza perielica[4][5].

In data 9 luglio 2013 la cometa raggiungerà il suo perielio, con una magnitudine stimata del 10,8.[6][7]

La scoperta[modifica | modifica wikitesto]

46P/Wirtanen fu scoperta fotograficamente il 17 gennaio 1948 dall'astronomo statunitense Carl A. Wirtanen. La lastra fu esposta il 15 gennaio durante una campagna osservativa del Lick Observatory sul moto proprio stellare. A causa del numero limitato di osservazioni iniziali, trascorse più di un anno prima che fosse riconosciuta come una cometa di corto periodo.

Nel ritorno del 2008 la cometa ha raggiunto una magnitudine di 8,5.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare