456 Abnoba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Abnoba
(456 Abnoba)
Scoperta4 giugno 1900
ScopritoriArnold Schwassmann, Max Wolf
ClassificazioneFascia principale
Designazioni
alternative
1900 FH
Parametri orbitali
(all'epoca K074A)
Semiasse maggiore2,7873527 UA
Inclinazione
sull'eclittica
14,44952°
Eccentricità0,1816934
Longitudine del
nodo ascendente
229,36807°
Argom. del perielio7,37272°
Anomalia media0,55765°
Par. Tisserand (TJ)3,261 (calcolato)
Dati fisici
Diametro medio39,76 km
Periodo di rotazione18,203 ore
Albedo0,2335
Dati osservativi
Magnitudine ass.9,2

456 Abnoba è un asteroide della fascia principale del sistema solare del diametro medio di circa 39,76 km. Scoperto nel 1900, presenta un'orbita caratterizzata da un semiasse maggiore pari a 2,7873527 UA e da un'eccentricità di 0,1816934, inclinata di 14,44952° rispetto all'eclittica.

Il suo nome è dedicato ad Abnoba, dea celtica della Foresta Nera, che proteggeva la selvaggina e le fonti. In quanto signora di un grande territorio boschivo, fu identificata dai romani con Diana. A Badenweiler era la patrona delle fonti d'acqua minerale.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Schmadel, pag. 51.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


V · D · M
L'asteroide 4 Vesta

Precedente: 455 Bruchsalia      Successivo: 457 Alleghenia


Gruppi principali NEAFascia principaleTroianiCentauriTNO (Fascia di Kuiper) • Pianeti nani
Vedi anche Asteroidi principaliLista completaFamiglie asteroidaliClassi spettrali
Sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare