4093 Bennett

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bennett
(4093 Bennett)
Stella madreSole
Scoperta4 novembre 1986
ScopritoreRobert H. McNaught
ClassificazioneFascia principale
Designazioni
alternative
1986 VD, 1981 UG9, 1981 UG21
Parametri orbitali
(all'epoca JD 2458000,5
4 settembre 2017)
Semiasse maggiore451 449 461 km
3,0177103 UA
Perielio436 452 719 km
2,9174647 UA
Afelio466 446 203 km
3,1179559 UA
Periodo orbitale1914,76 giorni
(5,24 anni)
Inclinazione
sull'eclittica
9,35090°
Eccentricità0,0332191
Longitudine del
nodo ascendente
260,44262°
Argom. del perielio209,55144°
Anomalia media246,09840°
Par. Tisserand (TJ)3,226 (calcolato)
Ultimo perielio1 febbraio 2014
Prossimo perielio30 aprile 2019
Dati osservativi
Magnitudine ass.12,2

4093 Bennett è un asteroide della fascia principale. Scoperto nel 1986, presenta un'orbita caratterizzata da un semiasse maggiore pari a 3,0177103 UA e da un'eccentricità di 0,0332191, inclinata di 9,35090° rispetto all'eclittica.

Dal 17 agosto al 15 settembre 1989, quando 4132 Bartók ricevette la denominazione ufficiale, è stato l'asteroide denominato con il più alto numero ordinale. Prima della sua denominazione, il primato era di 4033 Yatsugatake.

L'asteroide è dedicato all'astronomo amatoriale sudafricano John Caister Bennett (comunemente chiamato Jack).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Honours for Jack Bennett, in Monthly Notes of the Astron. Soc. Southern Africa, vol. 48, 1989, p. 113.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


V · D · M
L'asteroide 4 Vesta

Precedente: 4092 Tyr      Successivo: 4094 Aoshima


Gruppi principali NEAFascia principaleTroianiCentauriTNO (Fascia di Kuiper) • Pianeti nani
Vedi anche Asteroidi principaliLista completaFamiglie asteroidaliClassi spettrali
Sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare