2 gran figli di...

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
2 gran figli di...
2GranFigli.PNG
Owen Wilson e Glenn Close in una scena del film
Titolo originaleFather Figures
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2017
Durata113 min
Rapporto2,35:1
Generecommedia
RegiaLawrence Sher
SceneggiaturaJustin Malen
Casa di produzioneAlcon Entertainment, DMG Entertainment, Montecito Picture Company
Distribuzione in italianoWarner Bros.
FotografiaJohn Lindley
MontaggioDana E. Glauberman
MusicheRob Simonsen
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

2 gran figli di... (Father Figures) è una commedia del 2017 diretta da Lawrence Sher, con protagonisti Owen Wilson e Ed Helms.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Kyle e Peter Reynolds sono gemelli fraterni, cresciuti dalla madre Helen, mentre il padre è morto prima della loro nascita. Kyle esce con la sua ragazza incinta Kaylani ed è ricco di diritti d'autore per la sua immagine sulle etichette della salsa barbecue. Peter è un proctologo divorziato con un figlio adolescente Ethan che ce l'ha con lui.

Poco dopo il matrimonio di Helen con Gene, Peter riconosce un attore di Law and Order, SVU dalle foto del suo presunto padre e affronta Helen. Helen spiega di essere stata promiscua al momento del loro concepimento e di non voler coinvolgere il padre. Quando continuano ad insistere, Helen rivela che il loro padre è Terry Bradshaw.

I fratelli volano in Florida per incontrare Bradshaw, che incontrano durante un evento di autografi. Bradshaw è entusiasta di averli come figli. Mentre Bradshaw racconta storie con l'ex compagno di squadra Rod Hamilton, i fratelli si rendono conto che Bradshaw era in Australia al momento del loro concepimento, e quindi non è loro padre. Bradshaw fa notare che anche Roland Hunt, un investitore di New York, è uscito con Helen.

Mentre viaggiano verso nord dopo aver contattato Helen a proposito di lui, Kyle scopre che il suo accordo sulle royalties per la salsa barbecue sta finendo. Arrivando in quello che pensavano fosse l'ufficio di Hunt, trovano una pensione. Hunt li affronta sotto tiro finché non rivelano il motivo per cui lo stavano cercando. Li invita a entrare, ma esprime la sua insoddisfazione per il fatto di avere figli davanti alla madre. Mentre i fratelli si preparano a partire, si offrono di aiutare il padre nel servizio di riappropriazione. Tuttavia, si rendono conto che Hunt è un criminale quando irrompe in una Ferrari. Mentre i fratelli litigano con i proprietari della Ferrari, Hunt fugge solo per provare rimorso per aver abbandonato i suoi figli. I fratelli rubano la Ferrari e colpiscono Hunt che torna da loro. All'ospedale, i fratelli scoprono di essere incompatibili a dare il sangue a Hunt, indicando che non può essere loro padre. Hunt si rende conto di essere in prigione al momento del loro concepimento, ma li indirizza a trovare Sparkly P, un altro degli ex fidanzati di Helen.

Incapaci di trovare Sparkly P, i fratelli iniziano a guidare per tornare a casa. Lungo la strada, prendono a bordo un autostoppista, che li consiglia durante il viaggio. Dopo aver parcheggiato accidentalmente sui binari della ferrovia, Peter e l'autostoppista fuggono per un pelo venendo investiti da un treno, mentre Kyle è bloccato in macchina e presumibilmente ucciso. Inizialmente devastato, Peter è sorpreso di vedere Kyle allontanarsi dall'auto, per poi essere preso a pugni da Kyle per averlo abbandonato. Mentre vengono trattati, gli agenti di polizia riconoscono il nome Sparkly P come il soprannome di Patrick O'Callaghan, un poliziotto in pensione. I fratelli si fermano in un hotel dove Peter si innamora di una ragazza di nome Sarah.

I fratelli arrivano alla casa dove c'è una veglia funebre per Patrick. La figlia di Patrick è invitata a parlare e Peter si rende conto che si tratta di Sarah, la sua possibile sorellastra. Disgustato, Peter scappa dalla veglia funebre. Il fratello gemello di Patrick, Kevin, chiarisce le cose dicendo che Patrick non può essere il padre perché era stato celibe in quel periodo. Kevin li indirizza però verso un altro ex fidanzato di Helen, il dottor Walter Tinkler, amico di famiglia e veterinario della loro città natale.

Tornando a casa, Kyle e Peter affrontano il dottor Tinkler. Dopo essere stata chiamata, Helen arriva e rivela di non essere la loro madre biologica. Lei e Tinkler avevano lavorato in un rifugio quando una giovane donna è arrivata e ha partorito. La donna morì durante il parto e Helen scelse di adottare Kyle e Peter invece di separarli con l'adozione e Helen rivela anche di non aver mai conosciuto il loro padre. I fratelli sono felici di aver imparato la loro storia.

Un anno dopo, Kyle, Peter ed Helen sono in vacanza a Maui. Peter ora esce con Sarah e Ethan lo rispetta. Kyle e Kaylani hanno due figlie gemelle. I fratelli si sono messi in affari insieme e hanno creato un'applicazione che fornisce consigli dall'universo parlato dall'autostoppista.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese si sono svolte tra il 5 ottobre e il 5 dicembre 2015, tra Atlanta e Miami.

Il 15 settembre 2017, il titolo del film è stato cambiato da Bastards a Father Figures, perché gli inserzionisti televisivi non avrebbero pubblicato annunci su un film con una parolaccia nel titolo.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche il 22 dicembre 2017. In Italia è uscita il 1º marzo 2018.[2]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha incassato a livello internazionale 25.6 milioni di dollari, di cui 17.5 negli Stati Uniti.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film non è stato ben accolto dalla critica. Sul sito Rotten Tomatoes ha ottenuto il 22% delle recensioni professionali positive con un voto medio di 3,6 su 10, basato su 37 recensioni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 2 gran figli di..., su comingsoon.it. URL consultato il 22 febbraio 2018.
  2. ^ Due gran figli di…, su ecodelcinema.com. URL consultato il 22 febbraio 2018 (archiviato dall'url originale il 23 febbraio 2018).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema