28P/Neujmin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
28P/Neujmin
Scoperta3 settembre 1913
ScopritoriGrigory N. Neujmin
ClassificazioneCometa
Designazioni
alternative
1913 III; 1931 I; 1948 XIII;
1966 VI; 1984 XIX
Parametri orbitali
(all'epoca 6 marzo 2006)
Semiasse maggiore6,911 UA
Perielio1,551 UA
Afelio12,27 UA
Periodo orbitale18,17 anni
Inclinazione orbitale14,2514°
Eccentricità0,7755
Ultimo perielio27 dicembre 2002
Prossimo perielio11 marzo 2021[1]
Dati fisici
Dimensioni24,4 km (diametro)[2]

28P/Neujmin o Neujmin 1 è una cometa periodica del Sistema solare, appartenente alla famiglia delle comete gioviane [3] e scoperta il 3 settembre 1913 da Grigorij Nikolaevič Neujmin dall'osservatorio di Simeiz, in Crimea[2].

La scoperta avvenne durante una campagna fotografica di ricerca di asteroidi, circa due settimane dopo il passaggio della cometa al perielio, in una fase di avvicinamento alla Terra. Tuttavia la natura cometaria non fu riconosciuta se non alcuni giorni dopo.

La cometa presenta un'attività modesta, caratterizzata dall'apparizione al perielio di una chioma e di una coda molto deboli. Questo comportamento è stata individuato da A'Hearn et al. come caratteristico di oggetti provenienti dalla Fascia di Kuiper. È stato stimato che solo 0,52 km² della sua superficie siano attivi, ovvero meno dello 0,1% del totale[4]. Presenta un periodo di rotazione di 12,75 ore[4].

H. Campins et al. hanno misurato per la cometa un'albedo ed un spettro simili a quelli degli asteroidi troiani di Giove[5]. Questo dato è a sostegno dell'ipotesi di cattura degli asteroidi troiani avanzata da Morbidelli et al.[6], che prevede formazione ed ambiente di evoluzione analoghi per gli asteroidi troiani e le comete della famiglia di Giove.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I dati di 28P dal sito di Seiichi Yoshida.
  2. ^ a b I dati di 28P dal sito JPL.
  3. ^ (EN) List of Jupiter-Family and Halley-Family Comets, su physics.ucf.edu. URL consultato il 7 settembre 2008.
  4. ^ a b (EN) C. E. Delahodde, K. J. Meech, O. R. Hainaut e E. Dotto, (2001), Detailed phase function of comet 28P/Neujmin 1, A&A, DOI: 10.1051/0004-6361:20011028, (PDF)
  5. ^ (EN) Humberto Campins et al (2007), Nuclear Spectra of Comet 28P Neujmin 1, AJ, n. 134, pag. 1626-1633, doi: 10.1086/519974
  6. ^ (EN) A. Morbidelli, H. F. Levison, K. Tsiganis e R. Gomes Chaotic capture of Jupiter's Trojan asteroids in the early Solar System Nature n. 435, pag. 462-465 (26 maggio 2005), doi: 10.1038/nature03540

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

V · D · M
La cometa di Halley

Precedente: 27P/Crommelin      Successiva: 29P/Schwassmann-Wachmann


Grande Cometa con m < 0 : C/390 Q1C/1132 T1C/1532 R1C/1556 D1C/1664 W1C/1665 F1C/1975 V1C/1995 O1
con m < -2 : HalleyC/1402 D1C/1471 Y1C/1577 V1C/1743 X1C/1843 D1C/1882 R1C/2006 P1
Famiglie cometarie Comete halleidiComete giovianeComete della fascia principaleComete quasi-Hilda
Studio STRUTTURA: Nucleo · Chioma · CodaESPLORAZIONE: 9P/Tempel · 67P/Churyumov-Gerasimenko
Altro Cometa periodica (SOHO) • Cometa non periodicaCometa radente (di Kreutz) • Cometa perduta (Shoemaker-Levy 9) • Cometa interstellare
Comete omonime Comete Neujmin
Sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare