24º Reggimento artiglieria terrestre "Peloritani"

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
24º Reggimento artiglieria terrestre (semovente) "Peloritani"
CoA mil ITA rgt artiglieria 024.png
Stemma del 24º Reggimento artiglieria terrestre (semovente) "Peloritani"
Descrizione generale
Attiva1º novembre 1888 - oggi
NazioneItalia Italia
Italia Italia
ServizioFlag of Italy (1860).svg Regio esercito
Coat of arms of the Esercito Italiano.svg Esercito Italiano
TipoArtiglieria
Guarnigione/QGMessina
EquipaggiamentoArmato di obici semoventi
Motto"Nell'antico valor la nostra guida"
DecorazioniCroce di guerra al valor militare
Parte di
Reparti dipendenti
  • Comando di reggimento,
  • 1 batteria di supporto logistico,
  • 1 batteria di acquisizione obiettivi,
  • 1 gruppo semoventi,
  • alimentato da volontari in ferma breve e in servizio permanente.
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

Il 24º reggimento artiglieria è un'unità dell'Esercito Italiano, appartenente alla Brigata meccanizzata "Aosta".

Il 24º artiglieria da campagna[modifica | modifica wikitesto]

Fu costituito nel 1888 come reggimento di artiglieria da campagna del Regio Esercito.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Decorazioni alla Bandiera di Guerra[modifica | modifica wikitesto]

Croce di guerra al valor militare - nastrino per uniforme ordinaria Croce di guerra al valor militare
«Durante l'intera campagna di guerra in Albania partecipò con i suoi gruppi alla strenua difesa del Korcano e alle operazioni offensive in Epiro; successivamente concorse al decisivo arresto del nemico prodigando l'eroico slancio dei suoi artiglieri e il potente fuoco dei suoi cannoni in stretta aderenza con i fanti nei settori più cruentemente contesi. Quando i proiettili mancarono, gli artiglieri combatterono con i moschetti e bombe a mano, uniti ai fanti nella comune, decisa, incrollabile volontà di vincere ad ogni costo. Nell'ora della riscossa, durante la vittoriosa offensiva e l'irresistibile tallonamento del nemico, sempre avanti, sempre pronto il 24° artiglieria confermò ancora una volta le gloriose tradizioni dell'Arma e del reggimento (Korca, Epiro, Pogradec, Val Tomorezza, Erseke, ottobre 1940 - aprile 1941), (Decreto 31 dicembre 1947)»

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Scudo: Inquartato; nel primo d'argento al cavallo allegro di nero (Napoli); nel secondo di rosso alla croce d'oro (Messina); nel terzo di rosso alla croce d'argento caricata da un lambello d'azzurro di tre pendenti (Piemonte); nel quarto fasciato d'azzurro e d'argento, caricato in cuore dall'elmo di Scanderbeg d'oro.

Corona turrita.

Ornamenti esteriori: lista bifida: d'oro, svolazzante, collocata sotto la punta dello scudo, incurvata con la concavità rivolta verso l'alto, riportante il motto: "NELL'ANTICO VALOR LA NOSTRA GUIDA"

nastro rappresentativo delle ricompense al Valore: Croce al Merito di Guerra è annodato nella parte centrale non visibile della corona turrita, scendente svolazzante in sbarra ed in banda dal punto predetto, passando dietro la parte superiore dello scudo.

Festa del reggimento[modifica | modifica wikitesto]

Armi e mezzi in dotazione[modifica | modifica wikitesto]

AR 90
VTLM Lince
M577
M548
M109

Informazioni ricavate dalla pagina del 24º Reggimento artiglieria terrestre (semovente) "Peloritani" sul sito dello Stato Maggiore dell'Esercito.[1]

Armamento[modifica | modifica wikitesto]

Mezzi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Informazioni ricavate dalla pagina del 24º Reggimento artiglieria terrestre (semovente) "Peloritani" sul sito dello Stato Maggiore dell'Esercito Copia archiviata, su esercito.difesa.it. URL consultato il 24 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 6 aprile 2012)..

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

File multimediali[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]