200 Miglia di Daytona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
200 Miglia di Daytona
Sport IlmorX3-003.png Motociclismo
Tipo individuale
Paese Stati Uniti Stati Uniti
Cadenza annuale
Storia
Fondazione 1937
Numero edizioni 76 al 2016
Record vittorie Miguel Duhamel e Scott Russell (5)

La 200 Miglia di Daytona (denominazione ufficiale Daytona 200) è una competizione motociclistica della lunghezza di 200-miglio (320 km) che si disputa ogni anno sul Daytona International Speedway a Daytona Beach in Florida, negli Stati Uniti d'America.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Randy Cleek alla 200 Miglia di Daytona 1975. Il pilota statunitense, su Yamaha TZ 750, concluderà 55°.
Modifica del tracciato a fine 2004
Il tracciato originale, dal 1961 al 2004 e dal 2009 in poi.
Il tracciato ridotto, dal 2005 al 2008.

Le prime edizioni si tennero a partire dal 1937 sul tracciato di 3,2-miglio (5,1 km) del Daytona Beach Road Course per poi spostarsi nel 1961 sul circuito di 2-miglio (3,2 km) del Daytona International Speedway. Per molti anni il tracciato è rimasto praticamente invariato, snodandosi per gran parte lungo l'ovale sopraelevato utilizzato per le gare NASCAR e comprendendo una sezione interna più lenta, al pari del tracciato della 24 Ore di Daytona automobilistica. L'edizione del 1977, vinta da Steve Baker, fu valida per il Motomondiale, nella classe Formula 750. Dal 1985 la gara si disputa con moto della categoria superbike, attirando anche i migliori piloti europei[1]. In seguito ai lavori di ristrutturazione alla prima parte del tracciato sopraelevato (il West banking) avvenuti alla fine della stagione 2004 e che avevano aumentato la velocità di percorrenza di quel tratto, per la gara del 2005 si decise (per motivi di sicurezza) di disputare la 200 Miglia con le moto della categoria AMA Formula Xtreme, meno potenti della classe regina AMA Superbike e si varò una nuova configurazione del tracciato che evitasse il West banking: dopo il tornante Pedro Rodríguez, essa comprendeva una nuova bretella e percorreva contromano la curva International Horseshoe e si riallacciava al rettilineo Superstretch attraversando l'area all'interno del tracciato, avendo così una lunghezza inferiore di circa mezzo miglio rispetto all'anno precedente e imponendo l'aumento dei giri della gara.

La Yamaha FZ750 con cui Eddie Lawson vinse la gara nel 1986

Un nuovo cambio regolamentare arrivò nel 2009, quando la nuova gestione[2] impose l'uso delle moto della categoria Daytona SportBikes e il ritorno al tracciato da 3,56-miglio (5,73 km) precedentemente utilizzato.[3]

La gara è una delle più combattute del motociclismo statunitense a causa di alcuni elementi che la fanno rassomigliare alle gare di durata, come i pit-stop per il cambio gomme e rifornimenti e la probabilità dell'ingresso in pista della "safety car", e solo nove campioni mondiali hanno fatto loro la competizione. Tra i campioni del mondo aventi nazionalità statunitense solo Kenny Roberts Jr. non ha vinto la Daytona 200.

Scott Russell e Miguel Duhamel detengono a pari merito il maggior numero di vittorie con cinque a testa. Russell, conisciuto col soprannome di "Mr. Daytona"[4] grazie ai suoi risultati su questo tracciato, ha ottenuto tutte le sue vittorie nella classe Superbike (sia con moto da 750 cm³ che da 1000 cm³), mentre il quinto successo di Duhamel è stato ottenuto nella "Formula Xtreme" (con moto da 600 cm³), introdotta nel 2005.[5]

La vittoria di Steve Rapp nel 2007 è stata la prima per la Kawasaki dopo quella di Scott Russell nel 1995 e la prima per un pilota privato dopo quella di John Ashmead nel 1989.[6]

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Fonte: (DE) Björn Reichert, Albo d'oro della AMA Daytona 200, su motorrad-autogrammkarten.de.

Dove non indicata la nazionalità si intende pilota statunitense.

Anno Pilota Costruttore Squadra Classe Tracciato
1937 Ed Kretz Indian -- 3,2-miglio (5,1 km) Daytona Beach Course
1938 Ben Campanale Harley-Davidson -- 3,2-miglio (5,1 km) Daytona Beach Course
1939 Ben Campanale Harley-Davidson -- 3,2-miglio (5,1 km) Daytona Beach Course
1940 Babe Tancrede Harley-Davidson -- 3,2-miglio (5,1 km) Daytona Beach Course
1941 Canada Billy Mathews Norton -- 3,2-miglio (5,1 km) Daytona Beach Course
1947 John Spiegelhoff Indian -- 3,2-miglio (5,1 km) Daytona Beach Course
1948 Floyd Emde Indian -- 4,1-miglio (6,6 km) Daytona Beach Course
1949 Dick Klamfoth Norton -- 4,1-miglio (6,6 km) Daytona Beach Course
1950 Canada Billy Mathews Norton -- 4,1-miglio (6,6 km) Daytona Beach Course
1951 Dick Klamfoth Norton -- 4,1-miglio (6,6 km) Daytona Beach Course
1952 Dick Klamfoth Norton -- 4,1-miglio (6,6 km) Daytona Beach Course
1953 Paul Goldsmith Harley-Davidson -- 4,1-miglio (6,6 km) Daytona Beach Course
1954 Bobby Hill BSA -- 4,1-miglio (6,6 km) Daytona Beach Course
1955 Brad Andres Harley-Davidson -- 4,1-miglio (6,6 km) Daytona Beach Course
1956 John Gibson Harley-Davidson -- 4,1-miglio (6,6 km) Daytona Beach Course
1957 Joe Leonard Harley-Davidson -- 4,1-miglio (6,6 km) Daytona Beach Course
1958 Joe Leonard Harley-Davidson -- 4,1-miglio (6,6 km) Daytona Beach Course
1959 Brad Andres Harley-Davidson -- 4,1-miglio (6,6 km) Daytona Beach Course
1960 Brad Andres Harley-Davidson -- 4,1-miglio (6,6 km) Daytona Beach Course
1961 Roger Reiman Harley-Davidson -- 2-miglio (3,2 km) Daytona Speedway/Infield Course
1962 Don Burnett Triumph -- 2-miglio (3,2 km) Daytona Speedway/Infield Course
1963 Ralph White Harley-Davidson -- 2-miglio (3,2 km) Daytona Speedway/Infield Course
1964 Roger Reiman Harley-Davidson -- 3,81-miglio (6,13 km) Daytona Speedway/Infield Course
1965 Roger Reiman Harley-Davidson -- 3,81-miglio (6,13 km) Daytona Speedway/Infield Course
1966 Buddy Elmore Triumph Triumph Factory Team -- 3,81-miglio (6,13 km) Daytona Speedway/Infield Course
1967 Gary Nixon Triumph Triumph Factory Team -- 3,81-miglio (6,13 km) Daytona Speedway/Infield Course
1968 Cal Rayborn Harley-Davidson Harley-Davidson Factory Team -- 3,81-miglio (6,13 km) Daytona Speedway/Infield Course
1969 Cal Rayborn Harley-Davidson Harley-Davidson Factory Team -- 3,81-miglio (6,13 km) Daytona Speedway/Infield Course
1970 Dick Mann Honda Honda Factory Team -- 3,81-miglio (6,13 km) Daytona Speedway/Infield Course
1971 Dick Mann BSA BSA -- 3,81-miglio (6,13 km) Daytona Speedway/Infield Course
1972 Don Emde Yamaha Mel Dinesen -- 3,81-miglio (6,13 km) Daytona Speedway/Infield Course
1973 Finlandia Jarno Saarinen Yamaha Yamaha Motor Company -- 3,84-miglio (6,18 km) Daytona Speedway/Infield Course
1974 Italia Giacomo Agostini Yamaha Yamaha Motor Company -- 3,84-miglio (6,18 km) Daytona Speedway/Infield Course
1975 Gene Romero Yamaha Yamaha Motor Company -- 3,84-miglio (6,18 km) Daytona Speedway/Infield Course
1976 Venezuela Johnny Cecotto Yamaha Yamaha Motor Company -- 3,87-miglio (6,23 km) Daytona Speedway/Infield Course
1977 Steve Baker Yamaha Yamaha Motor Company Formula 1 3,87-miglio (6,23 km) Daytona Speedway/Infield Course
1978 Kenny Roberts Yamaha Yamaha Motor Company Formula 1 3,87-miglio (6,23 km) Daytona Speedway/Infield Course
1979 Dale Singleton Yamaha Formula 1 3,87-miglio (6,23 km) Daytona Speedway/Infield Course
1980 Francia Patrick Pons Yamaha Sonauto-Yamaha Formula 1 3,87-miglio (6,23 km) Daytona Speedway/Infield Course
1981 Dale Singleton Yamaha Formula 1 3,87-miglio (6,23 km) Daytona Speedway/Infield Course
1982 Nuova Zelanda Graeme Crosby Yamaha Yamaha Motor Company Formula 1 3,87-miglio (6,23 km) Daytona Speedway/Infield Course
1983 Kenny Roberts Yamaha Yamaha Motor Company Formula 1 3,87-miglio (6,23 km) Daytona Speedway/Infield Course
1984 Kenny Roberts Yamaha Yamaha Motor Company Formula 1 3,87-miglio (6,23 km) Daytona Speedway/Infield Course
1985 Freddie Spencer Honda American Honda Superbike 3,56-miglio (5,73 km) Daytona Speedway/Infield Course
1986 Eddie Lawson Yamaha Yamaha Motor Company Superbike 3,56-miglio (5,73 km) Daytona Speedway/Infield Course
1987 Wayne Rainey Honda American Honda Superbike 3,56-miglio (5,73 km) Daytona Speedway/Infield Course
1988 Kevin Schwantz Suzuki Yoshimura Racing Superbike 3,56-miglio (5,73 km) Daytona Speedway/Infield Course
1989 John Ashmead Honda John Ashmead Superbike 3,56-miglio (5,73 km) Daytona Speedway/Infield Course
1990 David Sadowski Yamaha Vance & Hines Superbike 3,56-miglio (5,73 km) Daytona Speedway/Infield Course
1991 Canada Miguel Duhamel Honda Commonwealth Racing Superbike 3,56-miglio (5,73 km) Daytona Speedway/Infield Course
1992 Scott Russell Kawasaki Team Muzzy Superbike 3,56-miglio (5,73 km) Daytona Speedway/Infield Course
1993 Eddie Lawson Yamaha Vance & Hines Superbike 3,56-miglio (5,73 km) Daytona Speedway/Infield Course
1994 Scott Russell Kawasaki Team Muzzy Superbike 3,56-miglio (5,73 km) Daytona Speedway/Infield Course
1995 Scott Russell Kawasaki Team Muzzy Superbike 3,56-miglio (5,73 km) Daytona Speedway/Infield Course
1996 Canada Miguel Duhamel Honda Commonwealth Racing Superbike 3,56-miglio (5,73 km) Daytona Speedway/Infield Course
1997 Scott Russell Yamaha Yamaha Motor Company Superbike 3,56-miglio (5,73 km) Daytona Speedway/Infield Course
1998 Scott Russell Yamaha Yamaha Motor Company Superbike 3,56-miglio (5,73 km) Daytona Speedway/Infield Course
1999 Canada Miguel Duhamel Honda American Honda Superbike 3,56-miglio (5,73 km) Daytona Speedway/Infield Course
2000 Australia Mat Mladin Suzuki Yoshimura American Suzuki Superbike 3,56-miglio (5,73 km) Daytona Speedway/Infield Course
2001 Australia Mat Mladin Suzuki Yoshimura American Suzuki Superbike 3,56-miglio (5,73 km) Daytona Speedway/Infield Course
2002 Nicky Hayden Honda American Honda Superbike 3,56-miglio (5,73 km) Daytona Speedway/Infield Course
2003 Canada Miguel Duhamel Honda American Honda Superbike 3,56-miglio (5,73 km) Daytona Speedway/Infield Course
2004 Australia Mat Mladin Suzuki Yoshimura American Suzuki Superbike 3,56-miglio (5,73 km) Daytona Speedway/Infield Course
2005 Canada Miguel Duhamel Honda American Honda Formula Xtreme 2,95-miglio (4,75 km) Daytona Speedway/Infield Course
2006 Jake Zemke Honda American Honda Formula Xtreme 2,95-miglio (4,75 km) Daytona Speedway/Infield Course
2007 Steve Rapp Kawasaki Attack Performance Formula Xtreme 2,95-miglio (4,75 km) Daytona Speedway/Infield Course
2008 Regno Unito Chaz Davies* Kawasaki Attack Performance Formula Xtreme 2,90-miglio (4,67 km) Daytona Speedway/Infield Course
2009 Ben Bostrom Yamaha Graves Yamaha Daytona SportBike 3,56-miglio (5,73 km) Daytona Speedway/Infield Course
2010 Josh Herrin Yamaha Graves Yamaha Daytona SportBike 3,51-miglio (5,65 km) Daytona Speedway/Infield Course
2011 Jason Di Salvo Ducati Latus Motor Daytona SportBike 3,51-miglio (5,65 km) Daytona Speedway/Infield Course
2012 Joey Pascarella Yamaha Project 1 Atlanta Daytona SportBike 3,51-miglio (5,65 km) Daytona Speedway/Infield Course
2013 Cameron Beaubier Yamaha Graves Yamaha Daytona SportBike 3,51-miglio (5,65 km) Daytona Speedway/Infield Course
2014 Danny Eslick Triumph Riders Discount Racing Daytona SportBike 3,51-miglio (5,65 km) Daytona Speedway/Infield Course
2015 Danny Eslick Suzuki TOBC Racing Daytona SportBike 3,51-miglio (5,65 km) Daytona Speedway/Infield Course
2016 Michael Barnes Yamaha Prieto Performance Daytona SportBike 3,51-miglio (5,65 km) Daytona Speedway/Infield Course
  • La gara non è stata disputata tra il 1942 e il 1946 a causa della Seconda guerra mondiale[7].
  • La gara del 2008 era stata vinta da Josh Hayes, ma fu in seguito squalificato per l'uso di un albero motore illegale[8], pertanto il secondo classificato, Chaz Davies, venne dichiarato vincitore[9] (il primo vincitore della Daytona 200 proveniente dal Regno Unito. La Honda pose appello alla decisione[10], ma il 4 aprile 2008 l'AMA informò il team Erion Honda che l'appello era stato rifiutato.[11]
  • La gara del 2011 è stata ridotta a 42 giri "in regime di bandiera verde" / (147,42-miglio (237,25 km)) a causa di due bandiere rosse sventolate per casi di problemi ai pneumatici e per il sopraggiungere dell'oscurità. Il totale dei giri percorsi fu di 45 giri (157,95-miglio (254,20 km)), perché ai 42 di gara si aggiunsero un totale di 3 giri di "warm up" prima delle due ripartenze.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Scheda di Steve McLaughlin, www.motorcyclemuseum.org. URL consultato il 3 luglio 2012.
  2. ^ AMA Sells AMA Pro Racing To Daytona Motorsports Group, SuperbikePlanet.com. URL consultato l'8 marzo 2008.
  3. ^ Edmonson Says Changes Ahead For Daytona 200, SuperbikePlanet.com. URL consultato l'8 marzo 2008.
  4. ^ Mr. Daytona Bids Farewell, SuperbikePlanet.com. URL consultato il 7 agosto 2007.
  5. ^ A Moment With Mat: Can Somebody Please Explain..., SuperbikePlanet.com. URL consultato il 7 agosto 2007.
  6. ^ DIS Release: Rapp Wins 2007 D200, SuperbikePlanet.com. URL consultato il 10 marzo 2007.
  7. ^ History of Bike Week, DaytonaChamber.com. URL consultato l'11 aprile 2008.
  8. ^ Hayes Disqualified For Illegal Crankshaft Preparation, SuperbikePlanet.com. URL consultato l'8 marzo 2008.
  9. ^ Hayes Disqualified From Daytona 200, Cycle News Online. URL consultato il 9 marzo 2008 (archiviato dall'url originale il 12 marzo 2008).
  10. ^ Honda's Statement On Hayes Disqualification, SuperbikePlanet.com. URL consultato il 9 marzo 2008.
  11. ^ Erion Honda Disqualified From Daytona 200, SuperbikePlanet.com. URL consultato il 18 aprile 2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]