1984 (Salmo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
1984
Unonoveottoquattro.jpg
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaSalmo
Tipo albumSingolo
Pubblicazione18 dicembre 2015
Durata4:11
Album di provenienzaHellvisback
Genere[1]Alternative hip hop
Rap rock
EtichettaSony Music
ProduttoreSalmo
Registrazione2015
FormatiDownload digitale, 7"
Certificazioni
Dischi di platinoItalia Italia[2]
(vendite: 50 000+)
Salmo - cronologia
Singolo precedente
(2015)
Singolo successivo
(2016)

1984 è un singolo del rapper italiano Salmo, il primo estratto dal quarto album in studio Hellvisback e pubblicato il 18 dicembre 2015.[3]

La canzone[modifica | modifica wikitesto]

Quarta traccia dell'album, il brano è stato interamente scritto, prodotto e composto dal rapper.[4]

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il videoclip, anch'esso pubblicato il 18 dicembre 2015, è stato diretto da Niccolò Celaia, Andrea Folino e Antonio Usberto e prodotto da Lebonski Agency e YouNuts!.[5]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Download digitale
  1. 1984 – 4:11
7" (Italia)
  • Lato A
  1. 1984 – 4:11
  • Lato B
  1. L'alba – 2:56

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2015) Posizione
massima
Italia[6] 25

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elena Mariani, Salmo - Hellvisback, su rockit.it, 12 febbraio 2016. URL consultato l'11 agosto 2016.
  2. ^ Certificazioni, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 4 dicembre 2016.
  3. ^ 1984, Google Play. URL consultato il 5 gennaio 2016.
  4. ^ Chiara Pagura, SALMO torna con il nuovo singolo "1984", dal 18 dicembre in radio, in digitale e su Vevo. Uscirà il 5 febbraio l'album "HELLVISBACK", Sony Music, 16 dicembre 2015. URL consultato il 5 gennaio 2016.
  5. ^ Guarda il video di "1984", il primo estratto dal nuovo album di Salmo "Hellvisback", Rolling Stone Italia, 18 dicembre 2015. URL consultato il 5 gennaio 2016.
  6. ^ Classifica settimanale WK 51 (dal 2015-12-18 al 2015-12-24), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 5 gennaio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]