1899 (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
1899
1899 serie tv.jpg
Logo della serie
PaeseGermania
Anno2022
Formatoserie TV
Generedrammatico, thriller, giallo, orrore, in costume, avventura
Stagioni1
Episodi8
Durata50-62 min (episodio)
Lingua originaleinglese, tedesco, spagnolo, francese, polacco, cantonese, danese, portoghese, norvegese, svedese
Rapporto2,39:1
Crediti
IdeatoreBaran bo Odar, Jantje Friese
RegiaBaran bo Odar
SceneggiaturaBaran bo Odar, Jantje Friese
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
MusicheBen Frost
Produttore esecutivoBaran bo Odar, Jantje Friese
Casa di produzioneDark Ways
Prima visione
Prima TV originale
Data17 novembre 2022
Rete televisivaNetflix
Prima TV in italiano
Data17 novembre 2022
Rete televisivaNetflix

1899 è una serie televisiva del 2022 ideata da Baran bo Odar e Jantje Friese.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

1899. I migranti a bordo del "Kerberus" (una nave che attraversa l'Oceano Atlantico) sono di varie nazionalità, età ed estrazione sociale, ma tutti affrontano il viaggio dall'Europa verso New York con la speranza di un futuro migliore. Durante il viaggio, la nave si imbatte in un messaggio riportante delle coordinate, di poco fuori dalla sua rotta: si tratta probabilmente del "Prometeus", nave della stessa compagnia di navigazione, scomparsa pochi mesi prima. Il capitano del "Kerberus", Eyk Larsen, ha da poco subito un grave lutto familiare. I suoi incubi intrecciano l'episodio con la nave scomparsa, come se questa fosse correlata ai suoi lutti. Pertanto decide di cambiare rotta per verificare lo stato del "Prometeus". Anche la Dr.ssa Maura Franklin è soggetta ad incubi ricorrenti, inerenti al fratello Ciarán che, presumibilmente, era a bordo dell'altra nave e, quindi, avalla la decisione del comandante, mentre tutti gli altri passeggeri e membri dell'equipaggio accettano malvolentieri tale cambio di rotta.

Alle coordinate ricevute, c'è effettivamente il "Prometeus" in stato di totale abbandono e senza apparenti segni di vita a bordo. Organizzata una scialuppa di soccorso (comprendente, fra gli altri, gli stessi Eyk e Maura), l'unica persona che trovano a bordo è un bambino, muto, con il suo strano giocattolo piramidale, di cui la Dr.ssa Franklin decide di prendersi cura. Nel frattempo, senza essere visto da nessuno, sale sul "Kerberus" il misterioso Daniel Solace (presumibilmente, anche lui a bordo della nave scomparsa) che si presenta alla D.ssa, tentando di ricevere maggiori informazioni su cosa abbiano trovato sul "Prometeus". Il capitano Eyk riceve l'ordine, dalla compagnia di navigazione, di affondare il Prometeus, ma non lo esegue, anzi decide di trainare la nave scomparsa in Europa, annunciando il cambio di rotta. Questo evento, assieme alle morti misteriose di alcuni bambini a bordo, portano alcuni passeggeri, sobillati da Franz, braccio destro del comandante, a dare vita ad un ammutinamento. Davanti a questo precipitare degli eventi, Daniel estrae dalla tasca un marchingegno (chiaramente non disponibile nel 1899) e fa letteralmente scomparire il "Prometeus", non prima che Eyk e Maura siano riusciti a tornare a bordo per scoprire che entrambi erano registrati fra i passeggeri della nave (Eyk, addirittura, ne era il capitano).

Costretti nelle loro cabine dagli ammutinati, entrambi scoprono che, sotto i loro letti, ci sono degli strani passaggi segreti che portano a dei veri e propri ambienti esterni, palcoscenici dei loro incubi: Maura si ritrova nelle montagne in cui vi era la clinica psichiatrica di suo padre, mentre Eyk nella foresta in cui vi era la casa in cui rimase bruciata tutta la sua famiglia. Maura comincia a credere che sia tutta una simulazione architettata dal padre, Henry Singleton (proprietario della flotta navale che annovera anche il "Kerberus" ed il "Prometeus"), per nascondere i brutali abusi che compiva nella clinica. Nel frattempo, la folla di ammutinati trova e scaraventa in acqua il bambino muto, credendolo responsabile delle morti a bordo, ma questo ricompare nel bar del "Kerberus" nello stesso mobile in cui fu trovato a bordo del "Prometeus", fra gli attoniti prigionieri degli ammutinati (fra cui ci sono Eyk e Maura, nel frattempo "rientrati a bordo" dai loro "paesaggi").

Questi cominciano a pensare che Daniel sappia più di quel che fa vedere. Questo, messo alle strette, scompare grazie alla sua consolle, salvo riapparire nel "paesaggio" di Maura quando questa sta provando a capire come uscirne con Eyk. Prima di essere rinchiuso in una stanza dell'ospedale psichiatrico, confessa a Maura di essere suo marito. Questa, scioccata, torna "a bordo" ed irrompe nella cabina di Solace cercando maggiori informazioni. Scopre che anche sotto il suo letto c'è un passaggio segreto che porta ad una camera matrimoniale dallo stile anni '70. Qui trova molte fotografie di lei col marito e il loro figlio, il bambino muto trovato sul "Prometeus". Nel frattempo, a bordo nave, un suono simile ad un allarme anti-aereo fa entrare in trance la maggior parte degli occupanti che cominciano a suicidarsi in massa, gettandosi in acqua dal ponte principale. Alla fine inizia un countdown: la simulazione finirà a breve. Eyk prova, tramite il suo "paesaggio", a risalire a bordo, ma si ritrova sul "Prometeus". Uscendo sul ponte scopre altre navi simili a quella, e comprende che si tratta delle altre simulazioni fallite, e che quell'ambiente è una sorta di archivio.

Nel tentativo di interrompere la simulazione prima che scada (e che faccia ritornare tutti su una nuova nave in partenza, senza che questi si ricordino dell'esperienza precedente), Maura scopre che si deve attivare un codice tramite la chiave che aveva ricevuto via lettera prima della partenza del viaggio. La "serratura" si scopre essere il giocattolo piramidale che aveva con sé suo figlio. Davanti a ciò, Henry Singleton (che, sin dall'inizio, sta osservando su dei monitor la simulazione) manda il primo ufficiale del "Kerberus" (da allora sempre rimasto misteriosamente in disparte) a recuperare i due oggetti, così da impedire il risveglio di Maura. Daniel, compreso cosa sta succedendo, riesce con la sua consolle a modificare il codice sorgente della simulazione, impostando come "chiave" e "serratura" del risveglio due oggetti diversi. Prima di consegnarli a Maura, gli confessa che non è suo padre il gestore della simulazione (essendo anche lui bloccato in questa), bensì suo fratello Ciarán, che ora Maura, una volta sveglia, sarà chiamata a fermare per far uscire le persone dalle simulazioni.

Maura si risveglia, finalmente, nella realtà: l'anno è il 2099 ed è a bordo di una astronave (chiamata "Prometeus"). Di fianco a lei ci sono tutti i passeggeri del "Kerberus" in stato di animazione sospesa. Su un monitor davanti a lei, il fratello Ciarán le dà il bentornato nella realtà.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 8 2022 2022

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

  • Maura Franklin (interpretata da Emily Beecham). Dottoressa, Irlandese. E' convinta che il fratello Ciaràn sia scomparso col "Prometeus" visto che poco prima le aveva fatto recapitare una lettera con una strana chiave.
  • Eyk Larsen (interpretato da Andreas Pietschmann). Capitano, tedesco, del "Kerberus". Ha recentemente perso la famiglia a causa di un incendio divampato nella loro casa, mentre lui era per mare.
  • Daniel Solace (interpretato da Aneurin Barnard). Compare a bordo del "Kerberus" solo dopo il ritrovamento del "Prometeus".
  • "Il bambino" (interpretato da Fflyn Edwards): Unico sopravvissuto del "Prometeus", pare non sia in grado di parlare.
  • Ángel (interpretato da Miguel Bernardeau). Viaggia sul "Kerberus" assieme al partner Ramiro, di cui dice di essere il fratello, per mascherare l'omosessualità dei due.
  • Ramiro (interpretato da José Pimentão). Viaggia sul "Kerberus" assieme al partner Ángel, travestito da prete, per mascherare l'omosessualità dei due.
  • Lucien (interpretato da Jonas Bloquet). Viaggia sul "Kerberus" assieme alla moglie Clemence, di cui sembra tutt'altro che innamorato.
  • Clemence (interpretata da Mathilde Ollivier). Viaggia sul "Kerberus" assieme al marito Lucien, che la ignora.
  • Jérôme (interpretato da Yann Gael). Clandestino sul "Kerberus".
  • Olek (interpretato da Maciej Musiał). Polacco, spalatore di carbone in sala macchine.
  • Virginia Wilson (interpretata da Rosalie Craig). Nobildonna inglese, viaggia sul "Kerberus" assieme a Ling Yi ed a Yuk Je spacciandole per giapponesi.
  • Ling Yi (interpretata da Isabella Wei). Cinese (ma creduta giapponese) viaggia insieme alla madre Yuk Je.
  • Yuk Ye (interpretata da Gabby Wong). Cinese (ma creduta giapponese) viaggia insieme alla figlia Ling Yi.
  • Franz (interpretato da Isaak Dentler). Braccio destro del capitano Larsen.
  • Sebastian (interpretato da Tino Mewes). Primo ufficiale del "Kerberus".
  • Henry Singleton (interpretato da Anton Lesser). Padre di Maura.
  • Krester (interpretato da Lucas Lynggaard Tønnesen). Passeggero danese di terza classe. Viaggia assieme alla sua famiglia.
  • Tove (interpretata da Clara Rosager). Sorella di Krester. Durante il viaggio è al settimo mese di gravidanza.
  • Ada (interpretata da Vida Sjørslev). Sorella minore di Krester e Tove.
  • Anker (interpretato da Alexandre Willaume). Pastore protestante danese, padre di Krester, Tove e Ada.
  • Iben (interpretata da Maria Erwolter). Moglie di Anker.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel novembre 2018, Baran bo Odar e Jantje Friese, autori di Dark, annunciano una nuova serie, intitolata 1899.[1]

La serie viene girata in Germania, nello studio Babelsberg, dove è stata allestita un'apposita struttura.[2]

Girata con sfondo LED, la serie utilizza l'Unreal Engine, motore grafico usato per i videogiochi, col quale verranno composti i fondali esterni all'interno dello studio Babelsberg.[2]

Il 2 gennaio 2023 Netflix cancella la serie dopo la sola prima stagione.[3]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo teaser trailer della serie è stato diffuso il 3 maggio 2021,[2][4] mentre il trailer esteso viene diffuso il 6 giugno 2022.[5]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie è stata distribuita su Netflix a partire dal 17 novembre 2022.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 1899: I CREATORI DI DARK ANNUNCIANO LA NUOVA SERIE PRODOTTA DA NETFLIX, su Movieplayer.it, 14 novembre 2018. URL consultato il 3 maggio 2021.
  2. ^ a b c Beatrice Pagan, 1899: IL TEASER DELLA NUOVA SERIE DEI CREATORI DI DARK ANTICIPA UN'ATMOSFERA RICCA DI TENSIONE, su Movieplayer.it, 3 maggio 2021. URL consultato il 3 maggio 2021.
  3. ^ Beatrice Pagan, 1899: Netflix ha cancellato la serie, la stagione 2 non sarà realizzata, su Movieplayer.it, 2 gennaio 2023. URL consultato il 4 gennaio 2023.
  4. ^ Filmato audio Netflix UK & Ireland, 1899 - The new show by the creators of DARK - Jantje Friese & Baran Bo Odar, su YouTube, 3 maggio 2021. URL consultato il 3 maggio 2021.
  5. ^ Filmato audio Netflix Italia, 1899 - Teaser ufficiale, su YouTube, 6 giugno 2021. URL consultato l'8 giugno 2021.
  6. ^ Nicholas Massa, Critics Choice TV Awards 2023: Abbott Elementary, la serie su Disney+ ha ottenuto ben 6 nomination, su Movieplayer.it, 7 dicembre 2022. URL consultato l'8 dicembre 2022.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione