Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

150 Nuwa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nuwa
(150 Nuwa)
Scoperta18 ottobre 1875
ScopritoreJames Craig Watson
ClassificazioneFascia principale
Classe spettraleCX
Designazioni
alternative
A908 AL, 2002 JR7
Parametri orbitali
(all'epoca JD 2453600,5)
Semiasse maggiore445 728 000 km
2,980 UA
Perielio387 552 000 km
2,591 UA
Afelio503 903 000 km
3,368 UA
Periodo orbitale5,143 anni
Velocità orbitale17 180 m/s (media)
Inclinazione
sull'eclittica
2,194°
Eccentricità0,131
Longitudine del
nodo ascendente
206,492°
Argom. del perielio151,969°
Anomalia media92,018°
Par. Tisserand (TJ)3,246 (calcolato)
Dati fisici
Dimensioni151,1 km
Massa
3,62 × 1018 kg
Densità media~2,0 × 10³ kg/m³
Acceleraz. di gravità in superficie0,0423 m/s²
Velocità di fuga79,9 m/s
Periodo di rotazione0,3392 giorni
(8,140 ore)
Temperatura
superficiale
~164 K (media)
Albedo0,040
Dati osservativi
Magnitudine ass.8,23

150 Nuwa è un grande asteroide della fascia principale del sistema solare. È composto da condriti carbonacee primitive. La sua superficie è estremamente scura: solo il 4% della luce incidente viene riflessa.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Nuwa fu scoperto il 18 settembre 1875 da James Craig Watson dall'Osservatorio Detroit dell'Università del Michigan, ad Ann Arbor, negli USA. Fu battezzato così in onore di Nüwa (in cinese tradizionale: 女媧, in cinese semplificato: 女娲, in pinyin: nǚwā), dea della creazione secondo la mitologia cinese.

Osservazione dalla Terra[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 dicembre 1999 è stata osservata da Terra un'occultazione stellare da parte di Nuwa.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


V · D · M
L'asteroide 951 Gaspra

Precedente: 149 Medusa      Successivo: 151 Abundantia


Gruppi principali NEAFascia principaleTroianiCentauriTNO (Fascia di Kuiper) • Pianeti nani
Vedi anche Asteroidi principaliLista completaFamiglie asteroidaliClassi spettrali
Sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare