13 Hours: The Secret Soldiers of Benghazi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
13 Hours: The Secret Soldiers of Benghazi
13 Hours The Secret Soldiers of Benghazi.jpg
John Krasinski in una scena del film
Titolo originale 13 Hours: The Secret Soldiers of Benghazi
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 2016
Durata 144 min
Rapporto 2.35 : 1
Genere azione, drammatico, guerra, storico, thriller
Regia Michael Bay
Soggetto 13 Hours Mitchell Zuckoff e membri del Annex Security Team
Sceneggiatura Chuck Hogan
Produttore Erwin Stoff, Michael Bay
Produttore esecutivo Scott Gardenhour, Richard Abate
Casa di produzione 3 Arts Entertainment, Latina Pictures, Paramount Pictures
Distribuzione (Italia) Universal Pictures
Fotografia Dion Beebe
Montaggio Pietro Scalia, Calvin Wimmer, Michael McCusker
Effetti speciali Peter Haran
Musiche Lorne Balfe
Scenografia Jeffrey Beecroft
Costumi Deborah Lynn Scott
Trucco Chantal Busuttil, Karen Schembri Grima, Jeremy Woodhead
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

13 Hours: The Secret Soldiers of Benghazi (o semplicemente 13 Hours) è un film del 2016 co-prodotto e diretto da Michael Bay.

La pellicola è l'adattamento cinematografico del libro 13 Hours di Mitchell Zuckoff, che tratta fatti realmente accaduti l'11 settembre 2012, quando un gruppo di militanti islamici attaccò il consolato statunitense a Bengasi in Libia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Durante la sera dell'11 settembre 2012, undicesimo anniversario degli attacchi dell'11 settembre, un gruppo di militanti islamisti attacca dapprima un avamposto diplomatico americano e successivamente una dépendance della CIA a Bengasi in Libia. Una squadra di sicurezza composta da sei membri lotta per difendere gli americani, ma riesce nell'impresa solo in parte. Il gruppo di assalitori uccide infatti quattro americani, tra cui l'ambasciatore statunitense, J. Christopher Stevens.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer del film viene diffuso il 28 luglio 2015[1].

La pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi il 15 gennaio 2016[2].

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Trailer, comingsoon.net. URL consultato il 29 luglio 2015.
  2. ^ (EN) Data distribuzione film, comingsoon.net. URL consultato il 29 luglio 2015.
  3. ^ (EN) Academy Rescinds Sound Mixing Oscar Nomination for Violation of Campaign Regulations, variety.com. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  4. ^ http://www.bestmovie.it/news/oscar-2017-revocata-nomination-allultimo-momento/585701/

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema