12 oz. Mouse

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
12 oz. Mouse
serie TV d'animazione
12 oz. Mouse logo.svg
Logo della serie
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti
AutoreMatt Maiellaro
RegiaMatt Maiellaro
ProduttoreMatt Maiellaro, John Brestan
SoggettoMatt Maiellaro
SceneggiaturaMatt Maiellaro
Char. designMatt Maiellaro, Nick Ingkatanuwat, John Brestan, Todd Redner
MusicheNine Pound Hammer sigla, Matt Maiellaro, Michael Kohler, Schoolly D, The Sadies, Mike Geier, Tongo Hiti, Amaranthe
StudioWilliams Street, Radical Axis, Awesome, Inc. (speciale)
EditoreJohn Brestan, Ted Murphy, Dave Hughes, Brad Lee Zimmerman, Pierre Cerrato, Dave Campbell, Barry Mills, Jay Wade Edwards, Lear Bunda
ReteAdult Swim, Adult Swim Video (webisodio)
1ª TV19 giugno 2005 – in corso
Episodi23 (completa) in 2 stagioni, 1 webisodio e due speciali
Aspect ratio4:3 (ep. 1x1-2x13)
16:9 (speciale)
Durata ep.11-12 min
6 min (webisodio)
23 min (speciale)
Genereazione, thriller, umorismo surreale, commedia
Preceduto daSpace Ghost Coast to Coast

12 oz. Mouse, anche noto come Ozmo o Oz. Mo, è una serie televisiva animata statunitense del 2005, creata, diretta e sceneggiata da Matt Maiellaro.

Il protagonista è Mouse Fitzgerald, un topo alcolizzato che svolge lavori saltuari da Shark presso un ufficio di collocamento. Nel corso del tempo la serie ha sviluppato un fenomeno di culto.[1]

La serie è stata trasmessa per la prima volta negli Stati Uniti su Adult Swim dal 19 giugno 2005 al 17 dicembre 2006, per un totale di 20 episodi ripartiti su due stagioni.[2]

Il 16 maggio 2007 è stato pubblicato un webisodio sul sevizio streaming Adult Swm Video. Il 15 ottobre 2018 è stato trasmesso uno speciale dedicato alla serie, che servirà da episodio pilota ad una nuova stagione di 10 episodi che andrà in onda nel 2020.[3][4][5]

Genere e struttura[modifica | modifica wikitesto]

La serie appartiene a diversi generi cinematografici, come thriller, azione, mistero, avanguardia e umorismo surreale. Caratterizzata da un arco narrativo non lineare, la serie utilizza un formato seriale e la sua trama si sviluppa verso la commedia dell'assurdo, con elementi di mistero e thriller,[6] spesso con l'uso di immagini subliminali che lampeggiano nello schermo durante i momenti chiave della trama.

La serie esprime i suoi concetti tramite discorsi surreali spesso contenenti frasi senza senso, criptiche o interrotte, tutte rigirate in una sorta di umorismo.[7][5][1][8]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Catturato in un mondo di spionaggio, amore e lavoro, Mouse Fitzgerald, un topo amante della birra, comincia a recuperare i ricordi soppressi di quando aveva una moglie e un figlio che ora sono scomparsi misteriosamente. Questo lo porta a cercare risposte sul suo passato ma delle forze oscure sembrano manipolare il suo mondo; infatti Fitz sospetta che ci sia una sinistra cospiraziona che sembra ruotare attorno ai campi di pillole "asprind" al di sotto della città e attorno a degli strani personaggi: Shark, Clock e Rectangular Businessman, gli unici che possono controllare la natura del tempo e della realtà. Fitz e Skillet ricevono aiuto da Liquor, Roostre, Peanut Cop e altri, ma nel frattempo i due si impegnano negli scontri a fuoco, derubano le banche, fanno saltare in aria le cose e cercano di capire degli indizi criptati.

La serie si conclude con la rivelazione che Fitz è stato rapito e inserito in una simulazione da Shadowy Figure. Il topo sta per essere ucciso da Shark e da Rectangular Businessman nelle loro vere forme al di fuori della simulazione, ma viene salvato da Peanut Cop e da un'infermiera che lavora nella camera di simulazione. I due riescono ad uccidere Shark e Rectangular Businessman, ma visto che la simulazione in cui si svolgono la maggior parte degli eventi è probabilmente un'altra simulazione, non si sa se sono veramente morti. Uno degli scopi della simulazione era quello di estrarre più informazioni da Fitz. La conclusione della serie è ambigua, poiché alcuni aspetti della trama rimangono irrisolti.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Episodi di 12 oz. Mouse.
Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 7 2005-2006 inedita
Seconda stagione 13 2006 inedita
Terza stagione 10[4] 2020[4] -
Webisodi 2 2007-2018 inediti
Speciali 2 2005-2018 inediti

Personaggi e doppiatori[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di 12 oz. Mouse.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Mouse Fitzgerald (stagioni 1-2), doppiato da Matt Maiellaro.
    Il topo protagonista della serie. Soffre di psicopatia, anti-socialità e amnesia, fa abuso di alcolici e tende spesso a sfidare le autorità. Non risponde quasi mai ad una domanda direttamente; infatti utilizza spesso giochi di parole, frasi senza senso o insulti per eludere la risposta. Fitz è anche un eccellente chitarrista e amante della musica rock ed è capace di suonare la chitarra elettrica con entrambe le mani. In città guida sempre un jet giallo con su scritto TAXI.
  • Shark (stagioni 1-2), doppiato da Adam Reed.
    Uno squalo blu che lavora in un ufficio di collocamento. Nell'episodio pilota assume Fitz per dargli dei lavori saltuari. Anche se sembra avere una certa attrazione per Fitz, i due hanno tentato più volte di uccidersi a vicenda, anche perché Shark fa parte di una cospirazione insieme a Rectangular Businessman. Possiede una sua sala di controllo personale con la quale monitora i movimenti di ogni persona in tutte le parti della città. Il suo carattere è spietato, sinistro, maligno e autoritario.
  • Rectangular Businessman (stagioni 1-2), doppiato da Kurt Soccolich.
    Un quadrato rosa dal carattere arrogante che si preoccupa esclusivamente della sua ricchezza. Anche se porta gli occhiali, non possiede occhi. Possiede dei poteri mentali che può usare a suo piacimento.
  • Skillet (stagioni 1-2).
    Il migliore amico di Fitz che comunica attraverso degli stridi. Anche se Fitz e tutti gli altri personaggi si riferiscono a lui come uno scoiattolo, il suo aspetto fisico ricorda più quello di un cincillà. Possiede un fucile d'assalto AK-47 che usa molto frequentemente, ha la capacità di volare attraverso dei razzi che ha sulle zampe e può sparare laser dagli occhi. È un ottimo batterista.
  • Matt Maiellaro al WonderCon nel 2010

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

  • Rhoda (stagione 1), doppiato da Dave Willis.
    Il barista della città. Serve a Fitz le "solite dodici birre" e sa sempre tutto su quello che succede in città. A volte collabora con Fitz, fornendogli informazioni sugli altri personaggi. Nel quinto episodio Fitz lo trova morto, sanguinante e pieno di frecce, anche se nell'episodio successivo ne esce indenno da dietro il bancone, affermando che il suo corpo è fatto di metallo e "che era solo una falsa". In seguito viene ucciso definitivamente da Rectangular Businessman.
  • Peanut Cop (stagioni 1-2), doppiato da Nick Weidenfeld.
    Un ufficiale della polizia che non prende mai il suo lavoro seriamente. Quando lo si vede fumare o bere, non reagisce mai ai reati che si verificano davanti a lui. A causa della sua tendenza all'assunzione di droghe e alcool, disobbedisce spesso alla legge, spesso distruggendo edifici o utilizzando la pistola per cose inutili
  • Producer Man (stagioni 1-2), doppiato da Matt Thompson.
    Una persona molto socievole e divertente che ha l'abitudine di camminare all'indietro e di fare sempre il batti cinque. Come si deduce dal nome è un produttore discografico che ha una sua etichetta personale.
  • Golden "Joe" Joeseph (stagioni 1-2), doppiato da Vishal Roney.
    Un amico di Fitz che ha la capacità di teletrasportarsi da un luogo ad un altro a suo piacimento. Secondo le cose che dice e il modo in cui parla, si presume essere un rapper che produce canzoni. Rischia spesso di irritare le persone che sono vicino a lui, in particolare Roostre, per via della sue frasi lunghe e logorroiche.
  • Liquor (stagioni 1-2), doppiato da Matt Harrigan.
    Un fiammifero antropomorfo che gestisce un negozio di liquori. Non si sa bene da che parte sta visto che aiuta molto spesso Fitz, ma sembra conoscere anche molto bene Shark e Rectangular Businessman, spesso sfidandoli e ingannandoli, ben sapendo che lo possono uccidere quando vogliono.
  • Donna dal maglione verde (stagioni 1-2), doppiata da Melissa Warrenburg.
    Una donna con un maglione verde che infastidisce le persone col suo modo di parlare ripetitivo. Dopo essere stata apparentemente uccisa da Rectangular Businessman, viene ricostruita come cyborg da Mouse Fitzgerald e Skillet. Nel mondo reale è un'infermiera.
  • Roostre (stagioni 1-2), doppiato da Scott Luallen.
    Un contadino dai capelli biondi con un uncino, che pianta e produce i corn dog in una fattoria vicino alla città.
  • Buzby (speciale), doppiato da Dana Snyder.
    Un'ape antropomorfa, che viene assunto inizialmente da Mouse Fitzgerald per uccidere Spider dentro la sua casa. In seguito si rivelerà essere un alleato di Shark, che lo avrebbe usato per riportare Fitz nella simulazione.
  • Matt Thompson al WonderCon nel 2019

  • Melissa Warrenburg al Magic City Comic-Con nel 2015

  • Dana Snyder al Florida SuperCon nel 2014

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Ideazione e sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Matt Maiellaro, creatore di 12 oz. Mouse, doppiatore del protagonista Mouse Fitzgerald e co-creatore di Aqua Teen Hunger Force e Perfect Hair Forever.
Il protagonista nel primo episodio

Nel 2005, Matt Maiellaro progettò una serie che a detta sua "sarebbe stata la più bizzarra e assurda di sempre". La sua idea iniziale era quella di diversificare la serie da tutte le altre sitcom animate e il risultato fu un misto tra azione e trama complessa che prendeva lentamente forma tra personaggi semplici e divertenti, alcuni ispirati dai loro rispettivi doppiatori. Fin dal principio la serie si doveva sviluppare attorno all'improvvisazione e all'assurdità e doveva avere idee molto semplici; nonostante ciò i personaggi interagiscono in un ambiente tangibile e colmo di concetti che si ricollegano a poco a poco tra di loro per ricostruire un'unica trama complessa.[7] Per l'episodio pilota, Maiellaro aveva scritto una lettera ai dirigenti di Adult Swim che affermava: "Facendo questo ci costerà un totale di circa 5 dollari e un po' di carta dalla fotocopiatrice".[6] A causa del budget limitato, Maiellaro riunì insieme diversi produttori televisivi e animatori, già noti nei suoi precedenti lavori, per poter incarnare perfettamente il carattere e la personalità di ogni personaggio. Sua moglie Liz Maiellaro entrò nel cast della serie, partecipando come doppiatrice della moglie di Fitz. I doppiatori leggevano raramente le sceneggiature prima di registrare, il che li aiutavano ad avere un dialogo per lo più sconnesso e con lunghe pause (caratteristica ricorrente nel corso della serie), portando le sessioni di registrazione fino a circa un paio d'ore per volta. In un'intervista, Maiellaro ha rivelato che si dimenticava spesso di disegnare qualcosa su una delle sue sceneggiature; Infatti, Clock, uno dei personaggi più importanti, è stato disegnato dall'animatore John Brestan poiché Matt si era dimenticato di disegnarlo in studio. Secondo Maiellaro, la serie è stata elaborata parzialmente tramite un copione letto in rete. Secondo l'editore Lear Bunda, che ha lavorato verso gli ultimi episodi della serie, quando lui e il cast dovevano disegnare e scansionare gli elementi, era solito lavorare al secondo o terzo turno poiché la serie aveva un programma di produzione dalla durata di 24 ore.[9] Verso la fine della serie, Matt aveva bisogno di diverse persone per dare una mano all'ultimo momento, infatti gli ultimi episodi richiedevano più animazione rispetto al resto della serie.[10] Durante la produzione dell'episodio Corndog Chronicles, diversi animatori ricevettero file separati per lavorare ad un singolo frame riguardante il personaggio Amalochk.[11] La scena del risveglio di Amalochk dalla tomba è stata animata da Hanna Bliss assieme ad altri tre animatori.[11]

A causa della complessità della trama esistono numerose teorie formulate dai fan. Una di queste riguarda l'uso ricorrente del termine Q109, menzionato più volte nel corso della serie. Secondo un dialogo tra Fitz e Roostre, i due hanno apparentemente lavorato insieme dentro un'organizzazione segreta, a cui Fitz si è poi dimesso, che aveva proprio questo nome. Un'altra teoria vede Q109 come parte della Somma teologica, un trattato teologico del XIII secolo scritto da San Tommaso d'Aquino. La Somma teologica consiste in articoli e domande (in lingua latina). Secondo quest'opera, la domanda Q109 (Q è l'abbreviazione di question, domanda in italiano) riguarderebbe l'ordine degli angeli del male e ciò potrebbe simboleggiare una lotta interna che si verifica durante la serie. Tuttavia, nello speciale Invictus, si scopre che Q109 non è altro che il mondo simulato dal suo creatore Shark. Infatti, Shark lo aveva creato in caso di guerra e per permettere all'uomo di muoversi verso il futuro e resistere alla devastazione. In questa simulazione, il protagonista Mouse Fitzgerald aveva lavorato e investigato per un'organizzazione segreta, tuttavia è rimasto bloccato al suo interno a causa degli scopi malvaggi di Shark.

ll finale di 12 oz. Mouse non fu quello che lo stesso creatore aveva previsto. Infatti, inizialmente, Adult Swim ordinò 20 episodi per la seconda stagione ma mentre Maiellaro lavorava al decimo episodio, 12 oz. Mouse fu improvvisamente cancellato e Adult Swim comunicò al team di produzione che avrebbero ridotto gli episodi della seconda stagione fino a 13. Pertanto, Maiellaro dovette riscrivere gli ultimi tre episodi al fine di dare al programma una conclusione soddisfacente.[6] Ogni episodio della serie venne pubblicato sul sito di Adult Swim due giorni prima della messa in onda televisiva.[12] Un anno dopo la fine della seconda stagione, Maiellaro scrisse altri cinque script aggiuntivi che avrebbero continuato la storia sotto forma di webisodi, e la produzione degli stessi sarebbe dovuta iniziare nel febbraio 2007; tuttavia fu rilasciato un solo webisodio intitolato Enter the sandmouse.[13][6]

Durante la puntata del 14 giugno 2018 di Development Meeting è stato mostrato un videoclip che presumeva ad un possibile ritorno della serie. Nel filmato, il protagonista Mouse Fitzgerald fu interpretato dall'attore Seth Green.[14] Il 18 settembre 2018, il sito di Adult Swim annunciò il ritorno della serie con uno speciale che è andato in onda il 15 ottobre 2018.[15][16] L'episodio fu trasmesso in streaming tre giorni prima sul sito di Adult Swim, in sostituzione alla puntata di FishCenter Live, insieme allo speciale Harvey Birdman: Attorney General della serie animata Harvey Birdman, Attorney at Law.[17][18] Il 14 ottobre 2018, l'editore Brad Lee Zimmerman affermò di aver trascorso i primi 6 mesi del 2018 a contribuire per riportare in vita il progetto di 12 oz. Mouse, annunciando il rinnovo della serie da parte di Adult Swim per una nuova stagione composta da 10 episodi che andranno in onda nel 2020.[4][19][5]

Stile e animazione[modifica | modifica wikitesto]

La Radical Axis ha realizzato tutto il processo di animazione della serie
Vanessa Palacios ha curato gli interni di alcuni episodi della serie

La serie ha utilizzato una grande varietà di metodi d'animazione e video.[20]

Il software principale adottato per l'animazione della serie è Final Cut Pro,[6][15][9] rivisitato poi con Adobe Photoshop e Adobe After Effects,[12][20] in stile Lo-Fi.[8] La maggior parte delle animazioni sono state delle animazioni classiche disegnate a mano che venivano in seguito scansionate su computer e rifinite su Adobe Illustrator, Adobe Flash, Adobe Premiere Pro e molti altri prodotti Adobe.[20] Alcune animazioni sono state eseguite anche con tablet Wacom o computer più recenti in cui è possibile utilizzare lo stilo per disegnare direttamente sullo schermo del computer.[20] Per l'introduzione della serie è stato utilizzato il video live action.[20]

La serie è stata fortemente criticata per via del suo stile grafico che ritrae molto crudamente tutti i personaggi e gli scenari della serie. Ciò è dovuto al fatto che la serie è stata finanziata con bassi costi di produzione,[6] stimati tra i 50 e 60$ per episodio.[21] Per la realizzazione dell'intera serie sono stati spesi in media 5.000$.[22]

In una clip dietro le quinte, Maiellaro affermò che per animare 12 oz. Mouse si seguiva una procedura tendenzialmente semplice secondo la quale si prendeva qualunque foglio che si trovava in studio, si disegnava la scena, poi si scannerizzava foglio per foglio a seconda della scena ritratta e infine si inviava il file ad uno degli animatori.[23] Nella prima stagione gli scenari sono disegnati da Maiellaro, mentre nella seconda ha deciso di lasciare questo compito ai due animatori John Brestan e Nick Ingkatanuwat e all'assistente alla produzione Thom Nicolette. Il processo di animazione della serie è stato realizzato negli studi della Radical Axis, la stessa che ha prodotto l'animazione della serie televisiva Aqua Teen Hunger Force, sempre creata da Maiellaro.[7] Dopo il processo di animazione, la Radical Axis inviava il file video a Michael Kohler, del dipartimento editing audio e video, e infine il progetto veniva rivisitato con Final Cut Pro e supervisionato un'altra volta da Matt Maiellaro e John Brestan. Il personaggio Amalochk, un mostro dalle tante braccia apparso negli ultimi episodi della seconda stagione, è stato elaborato e animato con uno stile molto simile a quello dei personaggi di Aqua Teen Hunger Force; infatti il personaggio è stato completamente disegnato da Todd Redner (animatore della Radical Axis) ed elaborato da quest'ultimo insieme a vari altri animatori. Secondo l'editore Brad Lee Zimmerman, nella serie "gli editori erano praticamente degli animatori, aiutavano semplicemente il processo per dargli un aspetto distinto".[24]

Alcuni dei personaggi di 12 oz. Mouse sono stati ritratti da altre serie di Adult Swim o fanno riferimento a queste ultime. Mouse Fitzgerald è stato ispirato da un graffito presente nel retro degli uffici di Adult Swim,[25] Shark è apparso precedentemente nell'episodio Kentucky Nightmare di Space Ghost Coast to Coast[25][26] e Skillet è apparso in un bumper di Adult Swim.[25][27] Rhoda è stato disegnato sul retro di una pagina di un copione della serie animata Perfect Hair Forever,[25][15] di Adult Swim; la scansione della carta, infatti, aveva rivelato dei contenuti testuali dietro di esso che lo stesso Maiellaro aveva deciso di lasciare.[6] Maiellaro ha destinato alla serie una continuità ben precisa dopo l'episodio pilota, tanto che durante questo episodio aveva già disegnato una mappa dettagliata di tutti i personaggi, insieme allo svolgimento e persino la fine della serie. Tuttavia, a causa della riduzione improvvisa degli episodi, il finale fu diverso del previsto.[6] Lo speciale Invictus, a differenza del resto della serie, è stato animato da Awesome, Inc.[28][29][30]

Gli episodi Star Wars VII e Auraphull[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Space Ghost Coast to Coast.
Space Ghost Coast to Coast, precessore di 12 oz. Mouse e fonte d'ispirazione della sottotrama dell'episodio Star Wars VII

Durante la produzione del quarto episodio della seconda stagione Star Wars VII, Maiellaro ricevette pressione dai dirigenti di Adult Swim per aggiungere più umorismo alla serie. Dopo gli eventi del precedente episodio Booger Haze nel quale Mouse Fitzgerald si infiltra nella baracca di Roostre, Maiellaro decise di modificare la scena in cui Shark guidava la sua auto in città, non facendola più partire per il resto dell'episodio proprio come successo nel settimo episodio della sesta stagione di Space Ghost Coast to Coast intitolato Fire Ant. L'episodio di Space Ghost non è altro che una narrazione realistica su cosa potrebbe accadere se (A) seguivi una formica verso la sua casa, o (B) provavi a far partire la tua auto per molto tempo senza sapere come funzioni un'auto. Tuttavia, nel caso di Space Ghost Coast to Coast, così come con Squidbillies e Aqua Teen Hunger Force, gli episodi sono auto-conclusivi quindi non importa cosa potrebbe accadere realmente durante l'episodio.[6]

Invece con 12 oz. Mouse, poiché impiega un formato seriale, Maiellaro si è occupato di Shark e Rectangular Businessman come se fossero personaggi realmente esistenti. L'auto che non parte simboleggia la vulnerabilità di Shark mentre il negozio di armoniche rappresenta la morale senza valore di Rectangular Businessman. Il fatto stesso che decide di non comprarne una simboleggia il fatto che c'è qualcosa che non conosce e il non sapere è una debolezza che contraddice l'ego del suo partner Shark.[6]

Il sesto episodio della seconda stagione Auraphull è stato un episodio unico nel suo genere che si è completamente discostato dalla trama per mostrare alcuni degli artisti musicali che hanno contribuito alla serie.[6][31]

A causa di alcune complicazioni con la produzione e dei leggeri ritardi di completazione degli episodi, contemporaneamente alla produzione del lungometraggio Aqua Teen Hunger Force Colon Movie Film for Theaters, Matt Maiellaro chiese ad un suo amico di reperire tutti i filmati grezzi dell'inaugurazione della serie insieme alla musica così da poter realizzare un pezzo che rappresentasse lo stato d'animo del topo protagonista della serie Mouse Fitzgerald.[6]

Il produttore John Brestan raccomandò di aggiungere una scena inedita per renderlo un episodio ufficiale e dal momento che lui e Maiellaro stavano già lavorando al quattordicesimo episodio in cui Peanut Cop diventava un pompiere, i due decisero di aggiungere la scena.[6]

La prima trasmissione di Auraphull fu vista da 460.000 telespettatori con un rating/share 18-49 anni.[32]

Titolo[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo della serie è sempre rimasto un enigma per la maggior parte degli telespettatori. Inizialmente, il nome della serie doveva essere Ozmo (12 oz. Mouse), ma il nome era stato già brevettato dalla BBC.[33] Il nome più tardi diventò 12 oz. Mouse nel quale oz. è l'abbreviazione di Ounce che in italiano è traducibile come oncia, unità di misura utilizzata negli Stati Uniti per indicare il peso delle bevande come la birra. Si ipotizza che il numero 12 stia per il numero di birre che compra sempre Fitz al bar.

Maratona di capodanno[modifica | modifica wikitesto]

La notte di capodanno del 2005 è andata in onda una maratona della serie formata dai primi sei episodi della prima stagione e concludendo con l'allora incompiuto finale di stagione Adventure Mouse. Durante la maratona sono andati in onda diversi bumper con scene inedite riguardanti la serie:

  • Fitz e Skillet che fanno surf;
  • Fitz e Skillet che sparano ad uno scheletro, facendolo finire poi a pezzi;
  • Peanut Cop che si fa saltare in aria da una bomba per tre volte;
  • La Donna dal maglione verde che parla con Liquor e si lamenta dei fiori di Producer Man;
  • Eye che balla su un'isola;
  • Fitz che suona la chitarra;
  • Golden Joe che legge un estratto del libro Il grande Gatsby.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni membri del cast di doppiaggio hanno già lavorato in passato per altri progetti di Adult Swim. Il creatore Matt Maiellaro interpreta il ruolo del protagonista Mouse Fitzgerald. Maiellaro era già noto per i suoi precedenti lavori in Aqua Teen Hunger Force, che ha co-creato insieme a Dave Willis, e Perfect Hair Forever, che ha co-creato insieme a Mike Lazzo (produttore esecutivo di 12 oz. Mouse) e Matt Harrigan. Maiellaro ha ricevuto anche una nomination agli Annie Award nel 2012.

Adam Reed interpreta Shark, il nemico principale della serie insieme a Rectangular Businessman. Reed è noto soprattutto per aver creato Archer, su FX, per il quale ha vinto anche un Primetime Emmy Award e altre tre nomine, Sealab 2021 e Frisky Dingo (e il suo spin-off The Xtacles) su Adult Swim.

Dave Willis interpreta Rhoda.[7][34] Willis era già noto per aver sceneggiato Space Ghost Coast to Coast insieme a Maiellaro, insieme al quale ha poi creato lo spin-off Aqua Teen Hunger Force, e per aver co-creato Squidbillies insieme a Jim Fortier.

Altri invece sono nuovi nomi come Kurt Soccolich, che è stato scelto da Maiellaro per doppiare Rectangular Businessman poiché "aveva una sorta di arroganza nella sua voce".[6][35] Secondo Maiellaro, Matt Harrigan è "una persona che cerca sempre di far luce su qualunque situazione", di conseguenza la sua voce l'ha affidata al personaggio di Liquor.[6] Nick Weidenfeld fornisce la voce di Peanut Cop,[7] mentre Melissa Warrenburg interpreta una donna dal maglione verde, che Maiellaro chiama "Robogirl", poiché "aveva una voce da saccente", paragonandola persino al carattere di Charlie Brown.[6] La voce di Bonnie Rosmarin per Man/Woman è, secondo Maiellaro, "una voce dalla qualità imbronciata e sprezzante, perfetta per il personaggio".[6] Il doppiaggio di Eye è affidato a Nick Ingkatanuwat poiché "se ne sta sempre nel suo mondo e perché a volte interrompe il dialogo tra altre persone".[6][36] Scott Luallen dei Nine Pound Hammer presta la voce a Roostre, mentre Golden Joe è doppiato da Vishal Roney, nonché production manager della serie che, secondo il creatore, dopo aver ascoltato la sua prima interpretazione del personaggio, non è stato in grado di scrivere nessuna delle sue battute. Secondo Maiellaro "le sessioni di voice over sono state piuttosto semplici. Sapevo esattamente cosa stavo cercando quindi non ci è voluto molto tempo per realizzarlo. Infatti, mentre un episodio degli Aqua Teen impiega un'intera giornata a registrare, uno di Mouse impiega circa un'ora al massimo".[6] La prima stagione della serie è stata editata interamente da John Brestan, mentre la seconda da vari altri editori.

Ispirazione e metafore[modifica | modifica wikitesto]

La serie può vantare di vari riferimenti e parodie di film e serie televisive. Molte delle sequenze d'azione e i temi sono ispirati dalle saghe cinematografiche di Matrix e Die Hard, di cui Matt Maiellaro rimane fermamente un grande ammiratore, mentre l'atmosfera surreale della serie e le strane sfumature sono reminiscenze dei lavori di David Lynch.[6] Secondo Maiellaro "la serie contiene molta azione e il modo migliore per rappresentarla è con lo slow motion e la musica originale".[6]

Le scene d'azione con il fuoco e le colombe bianche che volano sono state ispirate dalle opere cinematografiche di John Woo. Quest'ultimo contattò Maiellaro a causa dell'utilizzo delle colombe, tuttavia, poiché gli animali come le colombe non possiedono copyright, ha potuto lasciare la scena intatta.[6]

Essendo un grande ammiratore di Ruby Rhod de Il quinto elemento, Maiellaro decise di riportare gli atteggiamenti del personaggio ricreando il carattere di Golden Joe. La scena della pioggia gialla è stata ispirata da Fantasmi tramite l'aiuto di Ted Murphy, così come i robot cravatta che sono stati ispirati dalla sfera sentinella.[6]

La scena in cui Mouse Fitzgerald fa una rapina in banca è ispirata al film Butch Cassidy, mentre la scena in cui il topo e Skillet si incontrano e si mettono a suonare musica rock è un riferimento al film documentario Spinal Tap.

Ambientazione[modifica | modifica wikitesto]

La serie si svolge in una fittizia città di cartone composta da scatole per pizza e edifici vari. La città vanta di molti luoghi e negozi che i personaggi della serie visitano di tanto in tanto.

All'interno della città sono presenti: la casa di Mouse Fitzgerald (presente solo nella versione DVD della serie), l'ufficio di Shark, la banca di Rectangular Businessman, il bar di Rhoda, il negozio di alcolici di Liquor, la fattoria di corn dog di Roostre situata nella parte nord-occidentale della città, l'isola Eyeland di Eye nella parte sud-orientale, il magazzino di The New Guy, la prigione di Peanut Cop, la tavola calda di Man-Woman, una stazione di servizio, il negozio di musica Music Void, un grattacielo di 700 piani, il sistema di fognatura e tanti altri posti. È presente anche un cimitero, il quale si scoprirà essere la dimora di Amalochk, creatura dalle tante braccia e tentacoli risvegliato da Pronto tramite la Catena degli Animali.

A nord della città è presente un enorme deserto abitato da strane creature come insetti e cactus con tenaglie e soprattutto da una creatura umana transessuale di nome Leigh.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

I The Sadies hanno suonato alcune musiche del cartone

La colonna sonora di 12 oz. Mouse è caratterizzata principalmente da musica hardcore punk, rock e lounge, con presenza di sfumature blues, jazz e persino country. È composta da 18 tracce, tutte contenute nel DVD della serie pubblicato il 29 febbraio 2008.[37][12][38]

La sequenza di apertura e di chiusura è stata scritta dai Nine Pound Hammer e dal creatore della serie Matt Maiellaro. Scott Luallen, cantante della band, ha avuto anche un ruolo di doppiatore nella serie, dove ha interpretato Roostre.

Il compositore Michael Kohler ha fatto da progettista del suono e prodotto e mixato alcune musiche della serie tramite il suo studio di registrazione Bluetube. Tramite il suo aiuto, Maiellaro ha creato e composto il brano F-Off, interpretato da Mouse Fitzgerald e Skillet e suonato tramite una chitarra a 12 corde e rifatto con una Ibanez RG attraverso il Sansamp di Kohler.[6]Il brano è basato interamente su quello omonimo del gruppo The M-F-Rs, tuttavia è stato riscritto appositamente per la serie.[39][40] Maiellaro e Kohler hanno creato anche il brano Push, utilizzato durante la scena dell'irruzione dalla finestra della casa di Roostre.[6][40][41] Alcune musiche della serie, come quest'ultimo brano, sono state composte con l'audio multicanale 5.1.[39]

Sono presenti anche altri artisti che hanno composto la musica della serie: il rapper Schoolly D, il cabarettista Mike Geier, il batterista Brian Pulito dei Nine Pound Hammer, i gruppi musicali The Sadies e Tongo Hiti, Vishal Roney (che interpreta il personaggio Golden Joe) e il supergruppo svedese Amaranthe.

Matt Maiellaro, dopo l'invenzione della frase "i'll be your krueger and you can be my nancy girl" detta da Golden Joe, chiese al suo doppiatore Vishal Roney di scrivere e registrare una canzone da far cantare al suo personaggio, anche per rispecchiare il carattere dello stesso. Originariamente Roney intitolò la canzone I'm Your Krueger, in riferimento a Freddy Krueger, tuttavia in seguito si decise di rinominarla You're Scaring Me. Secondo Roney, il suo personaggio ha un modo di parlare simile a quello di Chris Tucker sia per l'alta tonalità di voce che per le rime. Roney decise di non voler cantare ed escogitò un modo per rielaborare il brano. Anche se i cori hanno lo stesso titolo deI brano, Roney li scrisse dopo le parti vocali di Golden Joe. In seguito decise di aggiungere una voce femminile che fosse alla portata di cantanti come R. Kelly o Michael Jackson e scelse la cantante Jenny Levine. Secondo Maiellaro, la visione di Roney per la canzone era completamente diversa da quella che lui aveva in mente. Roney decise di contattare Schoolly D e in studio di registrazione, ha voluto che la parte cantante di Scholly D non doveva essere rappata. Nella canzone, Vishal ha voluto inserire riminescenze di celebri film quali Ghost - Fantasma, Psyco e Nightmare.[42]

Il brano non è mai stato inserito in alcun episodio della serie ed è presente esclusivamente come bonus del DVD. You're Scaring Me è stato scritto e prodotto da Vishal Roney e collaborano Jenny Levine e Schoolly D alla voce, quest'ultimo coi testi di Nick Ingkatanuwat, e Michael Kohler alla chitarra e all'ingegneria audio.[42]

Brano Autore
12 Oz. Mouse Intro Nine Pound Hammer
12 Oz. Mouse Close
F-Off Matt Maiellaro

Michael Kohler

Push
Night Shark Theme Schoolly D
Look At The Sun Matt Maiellaro
I Love Pussy
Corndog Song Scott Luallen
Livin' The Good Life
Guns Are Fun
Princess Cruiser Mike Geier

Tongo Hiti

12 Oz. Mouse Jazz Intro Mike Geier

Shannon Newton

Wes Funderburk

Will Scruggs

Will Groth

Rich Rowlinson

Kris Dale

The Ampullae Of Lorenzini Mike Geier

Shannon Newton

Kevin Leahy

Marty Kearns

(Skillet's) Drum Solo Brian Pulito
F-Off Live
Death Of Rhoda The Sadies
Times Up (Gun Assembly Song)
Pronto Hunts In The Night Produzione di 12 oz. Mouse

Sequenza di apertura[modifica | modifica wikitesto]

I Nine Pound Hammer hanno composto e suonato il tema di apertura della serie
Gli Amaranthe hanno realizzato il tema della sequenza di chiusura dello speciale Invictus

La sequenza di apertura e di chiusura della serie è stata girata in un magazzino della Turner Studios con una telecamera di movimento Moco controllata a distanza.[6] Le città di cartone in miniatura progettate per la sigla della serie erano tre: due di queste riprendono le case e gli edifici visti effettivamente durante la sigla, mentre la terza, che non corrispondeva alla città reale, è stata utilizzata per far esplodere gli esplosivi e i fumogeni.[6][20] Le scene di tutte e tre le città sono state poi rimescolate e modificate con gli effetti speciali, per rappresentare il carattere violento e nichilistico del programma. Tutti gli angoli degli edifici hanno uno spazio di circa 15 centimetri per far passare la telecamera di movimento.[6] Gli esplosivi e i fumogeni sono stati inseriti nella città con l'aiuto di Bob Shelley, della Bob Shelley's Special Effects International di Fayetteville, in Georgia.[6][43][44]

Con l'aiuto di Nick Ingkatanuwat e Nicholas Day, nel giro di tre settimane, Matt Maiellaro ha costruito e dipinto lo skyline e la città che comprendeva un totale di ben 340 edifici di cartone.[6] Per costruire gli edifici sono stati utilizzati 3 fogli di compensato da 4 x 8 rinforzati con altre tavole di compensato da 2 x 4 per i bordi e tante scatole per pizza.[6][25] Il giorno prima delle riprese, Maiellaro ha dovuto costruire un orizzonte in modo tale che la telecamera non potesse puntare il set. Poiché l'orizzonte era posizionato lontano dagli edifici, ha dovuto costruire un altro centinaio di edifici. Gli edifici sono stati poi verniciati di nero e di rosso e incollati verso il basso poiché il nastro adesivo era troppo evidente e ingombrante.[6] Secondo Maiellaro, dopo aver finito tutti gli sfondi e gli edifici della città, ha dovuto recarsi da un negozio della Home Depot per comprare una bomboletta di vernice spray nera testurizzata per poter pitturare le strade.[6]

Durante lo sviluppo del primo episodio, Matt Maiellaro ha contattato il gruppo hardcore punk Nine Pound Hammer, per scrivere e cantare un brano incentrato sul tema principale della serie.[6] Michael Kohler è responsabile alla batteria, al basso e alla chitarra acustica.[39] Maiellaro, dopo aver modificato il testo della sequenza di apertura, ha dovuto registrare di nuovo la canzone e mixarla completamente da capo nello studio di Kohler.[6] La sigla principale è stata composta da Maiellaro e Kohler, ma alcune parti del brano sono state cantate da una grande varietà di band e artisti che il creatore conosceva, compresi i The Sadies e Tongo Hiti.[6] La sequenza di chiusura dello speciale Invictus è stata realizzata dal supergruppo svedese Amaranthe.[45]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Trasmissione internazionale[modifica | modifica wikitesto]

Paese Lingua Canali
Prima TV Repliche
Stati Uniti d'America Inglese Cartoon Network (Adult Swim)
Canada Teletoon (Teletoon at Night)
Regno Unito Adult Swim UK
Spagna Spagnolo (Spagna) Cartoon Network (Adult Swim) I.Sat (Adult Swim)
Brasile Portoghese
Russia Russo MTV 2x2 (Adult Swim)

Edizioni home video[modifica | modifica wikitesto]

L'intera serie è stata rilasciata in DVD, sotto forma di film senza tagli, il 29 febbraio 2008 sotto l'etichetta Warner Home Video ed esclusivamente per il Williams Street shop.[37][12][38] La copertina mostra, in chiave parodistica, l'Ultima Cena di Da Vinci, nella quale Fitz è raffigurato come Cristo e gli altri personaggi che sostituiscono i 12 discepoli.[38] Se la copertina viene esposta alla luce nera vengono rivelati gli scheletri dei personaggi, così come le lettere e i simboli che compongono un falso indirizzo email. I 21 episodi della serie qui vengono presentati come un unico grande film con del materiale inedito per coprire lo spazio che c'è tra un episodio e l'altro.[38] Il DVD dispone inoltre di varie promo, interviste dietro le quinte e tutte le musiche del cartone, insieme ad una collezione di fan art inviate dai fan della serie.[46][47] Le fan art potevano essere inviate direttamente alla posta elettronica lavorativa di Ted Murphy, tra il 9 e il 17 agosto 2007.[12] Il 13 ottobre 2009, il DVD è stato adattato, convertito e venduto per i Paesi della regione 4. Attualmente il DVD è aumentato notevolmente di valore per via della sua introvabilità. Il 12 gennaio 2009 la serie è stata interamente pubblicata sul servizio iTunes.[48]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Ascolti[modifica | modifica wikitesto]

I due episodi della seconda stagione Auraphull e Meat Warrior, furono guardati rispettivamente da 460.000 e 431.000 spettatori su broadcast nella fascia 18-49 anni.[32]

Lo speciale televisivo Invictus fu guardato da 478.000 spettatori nella fascia 18-49 anni.[49]

I dati d'ascolto degli altri episodi rimangono sconosciuti al pubblico.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Le critiche sono miste, alcuni lodavano la natura sperimentale della serie, mentre altri si sono sentiti confusi dalla stessa.

Nancy Basile di About.com ha dato alla serie quattro stelle su cinque affermando che "Adult Swim dovrebbe essere più sperimentale, ma in modo semplice e di buon mercato come è stato fatto in questa serie".[50] Inoltra ha trovato l'animazione "grezza e rinfrescante", scherzando sul fatto che "la lentezza della serie potrebbe uccidere gli spettatori dalla noia".[50] Adam Finley di AOL TV ha considerato la serie come "la più semplice da disegnare tra tutti i cartoni di Adult Swim e allo stesso tempo la più complessa in termini di trama".[51] Justin Heckert della rivista Atlanta ha rivelato che "l'animazione e i disegni sembrano essere stati fatti da studenti trovati per caso",[52] mentre Lucy Maher di Common Sense Media ha valutato la serie con una sola stella, criticando la qualità anarchica di Fitz e dichiarando che "i genitori con i ragazzi dovrebbero entrare in sintonia guardando la serie prima in anteprima con un episodio o due, prima di vedere tutta la serie".[53] Felix Staica di Impulse Gamer ha dato, per l'uscita del DVD, un rating di 8.3 su 10, affermando che era un po' confuso dalla serie.[54] Metacritic, ha dato un voto di 6.8 su 10, basato su 8 recensioni.[55]

Merchandise[modifica | modifica wikitesto]

Durante la trasmissione della serie, Adult Swim e i membri del cast di 12 oz. Mouse hanno promosso varie azioni di merchandising legate alle serie, che includono soprattutto la produzione di gadget e magliette.

Gadget[modifica | modifica wikitesto]

Sono stati distribuiti diversi gadget incentrati sulla serie. Tra questi ci sono un poster, un orologio con il logo della serie e il personaggio Clock,[56] una fiaschetta con Fitz che beve una birra e altri.[57][58] Il poster, con una misura di 16x24,[59] è stato progettato da Jacob Escabedo[6] come parte di una promozione di Adult Swim effettuata in vari campus universitari degli Stati Uniti.[59] La Gibson stava pensando anche di mettere in commercio una chitarra simile a quella usata da Fitz durante la serie;[6] tuttavia, la chitarra non è mai stata resa disponibile nel mercato.

Dal 17 ottobre 2018, Adult Swim ha reso disponibile una tazza con una versione stilizzata di Fitz.[60]

Magliette[modifica | modifica wikitesto]

Per la serie sono state prodotte 5 magliette diverse. La prima, di colore nero, con Fitz che beve la birra è stata prodotta da Adult Swim e venduta sul sito ufficiale fino ad esaurimento scorte. La seconda, creata da Ted Murphy, con raffigurato Fitz in stile 007 è stata regalata al San Diego Comic-Con International 2006.[36] Le ultime tre invece sono state create da Matt Maiellaro per promuovere la serie e raffiguravano Skillet che suona la batteria, Eye e Roostre.[6]

Da ottobre 2018, Adult Swim ha reso disponibile un'altra maglietta con raffigurata una versione stilizzata di Fitz.[61]

Citazioni e riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il protagonista Mouse Fitzgerald fa diverse comparse anche in altre serie di Adult Swim. Nell'episodio Tusk della serie animata Perfect Hair Forever, appare Skillet all'interno di un blotter di LSD, mentre nell'episodio Woke Up Drunk appare insieme a Fitz all'interno di alcune fotografie. Negli episodi Muscular Distraction - A e Muscular Distraction - B della stessa serie, Rod the Anime God usa un piccolo giocattolo con le sembianze di Fitz per attirare Catman. Nello speciale Invictus, in uno dei monitor di Shark si può intravedere il tempio di Uncle Grandfather, personaggio di Perfect Hair Forever. Nel film Aqua Teen Hunger Force Colon Movie Film for Theaters, 12 oz. mouse fa un cameo sullo schermo vicino alla scrivania del supereroe Space Ghost, noto per essere il protagonista della serie animata Space Ghost Coast to Coast.[62] Anche Perfect Hair Forever fa un piccolo cameo nel film.[62] Il personaggio di Shark è stato prelevato dall'episodio della prima stagione L’amico degli squali di Sealab 2020 e in seguito fu rivisionato per l'episodio della prima stagione Escape from Leprauchpolis di Aqua Teen Hunger Force.[7] Stessa sorte è accaduta con Felix the Bear, un orso apparso originariamente nell'episodio Kentucky Nightmare di Space Ghost Coast to Coast, che in seguito divenne uno dei personaggi secondari di Perfect Hair Forever. Anche Shark è apparso nello stesso episodio di Space Ghost Coast to Coast.[26] Nel 2006, il duo hip hop Danger Doom ha pubblicato l'EP Occult Hymn, con all'interno il brano Korn Dogz dedicato a 12 oz. Mouse.[8][63] All'interno del brano sono presenti audio clip provenienti dall'episodio Rooster.[64]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b 12 Oz. Mouse: A Cartoon You’ve Never Heard Of – The Bubble, su thebubble.org.uk, 27 maggio 2014. URL consultato il 23 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 27 maggio 2014).
  2. ^ (EN) Is ‘True Detective’ Based on This Obscure Cartoon?, su Observer, 8 luglio 2015. URL consultato il 29 aprile 2019.
  3. ^ CN Confessions, su cn-confessions.tumblr.com, 8 ottobre 2018. URL consultato il 18 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale l'8 ottobre 2018).
  4. ^ a b c d 13 years ago I worked on a show for... - Brad Lee Zimmerman | Facebook, su facebook.com, 15 ottobre 2018. URL consultato il 18 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 15 ottobre 2018).
  5. ^ a b c ’12 oz. Mouse: Invictus’ Opens a New Chapter | NERD HALL, su nerdhall.com, 21 ottobre 2018. URL consultato il 21 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2018).
  6. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al am 12 oz. Mouse: An Interview with Matt Maiellaro (creator/writer/voice actor), su web.archive.org, 16 gennaio 2007. URL consultato il 28 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 16 gennaio 2007).
  7. ^ a b c d e f (EN) The Gritty Guide to… 12 Oz Mouse, in The Gritty Chimp, 17 gennaio 2013. URL consultato il 14 ottobre 2018.
  8. ^ a b c Turner Content Solutions Online Catalogue, su turnercontentsolutions.com, 6 maggio 2014. URL consultato il 28 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 6 maggio 2014).
  9. ^ a b Lear Bunda, LEAR BUNDA REEL 2018, 21 febbraio 2018. URL consultato il 25 maggio 2019.
  10. ^ Brian Ellis, Brian Ellis Animation Demo Reel 2016, 19 gennaio 2016. URL consultato il 26 maggio 2019.
  11. ^ a b CakeMadeOfBees, DemoReel 2018, 26 ottobre 2018. URL consultato il 5 giugno 2019.
  12. ^ a b c d e 12 oz. Mouse Central, su web.archive.org, 14 gennaio 2012. URL consultato il 12 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 14 gennaio 2012).
  13. ^ Enter the Sandmouse - 12 oz. Mouse - Adult Swim, su Adult Swim. URL consultato il 10 marzo 2018.
  14. ^ (EN) Development Meeting - Thursday, June 14th, 2018 - Adult Swim Streams, su www.adultswim.com. URL consultato il 22 giugno 2018.
  15. ^ a b c (EN) A Half-Hour “12 oz Mouse” Special Is Airing Next Month On Adult Swim, in Bubbleblabber. URL consultato il 25 settembre 2018.
  16. ^ Watch 12 oz. Mouse Episodes and Clips for Free from Adult Swim, su adultswim.com, 18 settembre 2018. URL consultato il 18 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 18 settembre 2018).
  17. ^ Live Stream - Adult Swim Streams, su adultswim.com, 12 ottobre 2018. URL consultato il 12 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 12 ottobre 2018).
  18. ^ (EN) r/adultswim - 12 oz. Mouse - SPECIAL - INVICTUS, su reddit. URL consultato il 12 ottobre 2018.
  19. ^ (EN) Adult Swim Rumors: 12 oz Mouse & Ballmastrz 9009 Get Ordered To Additional Seasons, in Bubbleblabber. URL consultato il 15 ottobre 2018.
  20. ^ a b c d e f Lauren Henneberg, Goliath Groupers in the Gulf of Mexico, 24 gennaio 2019. URL consultato il 21 maggio 2019.
  21. ^ 12 Oz Mouse DVD on eBay, in BumpWorthy. URL consultato l'8 ottobre 2018.
  22. ^ Bradford D. Smith II, Demo Reel 2016, 4 maggio 2016. URL consultato il 16 maggio 2019.
  23. ^ 12 oz. Mouse - An Overview of 12 oz. Mouse on Adult Swim, su web.archive.org, 5 luglio 2015. URL consultato il 19 febbraio 2019 (archiviato dall'url originale il 5 luglio 2015).
  24. ^ Brad Lee Zimmerman, su www.facebook.com. URL consultato il 15 ottobre 2018.
  25. ^ a b c d e joman66, History of Adult Swim (Week 3) - 12 Oz. Mouse / Minoriteam, 21 settembre 2017. URL consultato il 4 giugno 2018.
  26. ^ a b Kentucky Nightmare - Space Ghost Coast to Coast - Adult Swim, su Adult Swim. URL consultato il 4 giugno 2018.
  27. ^ Adult Swim, su www.facebook.com. URL consultato il 4 giugno 2018.
  28. ^ (EN) 12oz Mouse Credits, su Awesome Inc.. URL consultato il 22 gennaio 2019.
  29. ^ Awesome Inc su Instagram: "Our design and VFX artists cooked up some epic closing credits for the new 12oz Mouse special! Tune in Sunday @ 12:30am on @adultswim.", su Instagram. URL consultato il 30 novembre 2018.
  30. ^ Awesome Inc | An Animation & Design Studio, su awesomeinc.com, 30 novembre 2018. URL consultato il 30 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 30 novembre 2018).
  31. ^ Robert Denby, Mentally Divergent Audio/Visual Club: Auraphull, to aid in your celebration of ZOO DAY, su Mentally Divergent Audio/Visual Club, 22 febbraio 2014. URL consultato il 29 aprile 2019.
  32. ^ a b Power Rankings, in BumpWorthy. URL consultato il 22 giugno 2018.
  33. ^ 12 oz. Mouse (TV Series 2005–2007). URL consultato il 20 ottobre 2017.
  34. ^ (EN) Reddit AMA Recap: Dave Willis talks final season of ‘Aqua Teen Hunger Force’, in Bubbleblabber. URL consultato il 14 ottobre 2018.
  35. ^ (EN) WORK, su KURT SOCCOLICH. URL consultato il 14 ottobre 2018.
  36. ^ a b -interviewnet-, su web.archive.org, 17 settembre 2011. URL consultato il 25 novembre 2018.
  37. ^ a b DVD: 12 oz. Mouse - Volume One, su williamsstreet.com, 27 febbraio 2008. URL consultato il 5 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 27 febbraio 2008).
  38. ^ a b c d 12 Oz. Mouse DVD, in BumpWorthy. URL consultato l'8 ottobre 2018.
  39. ^ a b c (EN) AS: 12oz Mouse | Bluetube, su Bluetube. URL consultato il 14 ottobre 2018.
  40. ^ a b Nothing here yet. Stay tuned., su web.archive.org, 20 gennaio 2012. URL consultato il 25 novembre 2018.
  41. ^ 12oz Mouse - Push. URL consultato il 28 aprile 2019.
  42. ^ a b SpeedBeatz, 12 Oz Mouse - The Making Of You're Scaring Me, 2 giugno 2019. URL consultato il 3 giugno 2019.
  43. ^ Bob Shelley, su IMDb. URL consultato il 20 giugno 2018.
  44. ^ (EN) Home, su Bob Shelley's Special Effects International, Inc.. URL consultato il 14 ottobre 2018.
  45. ^ (EN) Review: 12 oz Mouse “Invictus”, in Bubbleblabber. URL consultato il 15 ottobre 2018.
  46. ^ (EN) 12 oz. Mouse Volume 1, Adult Swim. URL consultato il 28 maggio 2018.
  47. ^ 12 oz. Mouse DVD news: Announcement for 12 Oz. Mouse - Volume 1 | TVShowsOnDVD.com, su tvshowsondvd.com, 29 aprile 2014. URL consultato il 28 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 29 aprile 2014).
  48. ^ (EN) 12 oz. Mouse on iTunes, su iTunes. URL consultato il 15 gennaio 2018.
  49. ^ SHOWBUZZDAILY’s Top 150 Sunday Cable Originals & Network Finals: 10.14.2018 | Showbuzz Daily, su web.archive.org, 16 ottobre 2018. URL consultato il 29 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 16 ottobre 2018).
  50. ^ a b 12 oz. Mouse Review, su animatedtv.about.com, 13 aprile 2014. URL consultato il 28 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2014).
  51. ^ 12 Oz Mouse is coming back, su aoltv.com, 6 maggio 2014. URL consultato il 28 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 6 maggio 2014).
  52. ^ (EN) Emmis Communications, Atlanta Magazine, Emmis Communications, 2005-10. URL consultato il 28 maggio 2018.
  53. ^ (EN) 12 oz. Mouse - TV Review. URL consultato il 28 maggio 2018.
  54. ^ 12 oz. MOUSE: The Movie DVD Review - www.impulsegamer.com -, su impulsegamer.com, 17 gennaio 2013. URL consultato il 28 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 17 gennaio 2013).
  55. ^ 12 oz. Mouse. URL consultato il 28 maggio 2018.
  56. ^ 12 Oz. Mouse - Adult Swim Message Boards, in archive.is, 28 giugno 2013. URL consultato il 24 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 28 giugno 2013).
  57. ^ 12 oz. Mouse Drinking Flask -- Adult Swim Shop, su adultswimshop.com, 27 dicembre 2010. URL consultato il 24 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 27 dicembre 2010).
  58. ^ 12 Oz Mouse Flask, in BumpWorthy. URL consultato l'8 ottobre 2018.
  59. ^ a b (EN) The Zen Cart™ Team and others, 12 OZ MOUSE - Poster [adult swim ] 12 OUNCE MOUSE NR! [BB-3-A] - $14.96 : Posters57.com, Your Source for Posters, su www.posters57.com. URL consultato il 24 giugno 2018.
  60. ^ Adult Swim – 12 Oz. Mouse Cups, su asseenonadultswim.com, 18 ottobre 2018. URL consultato il 18 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 18 ottobre 2018).
  61. ^ Adult Swim – 12 Oz. Mouse T-Shirt, su asseenonadultswim.com, 18 ottobre 2018. URL consultato il 18 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 18 ottobre 2018).
  62. ^ a b (EN) Aqua Teen Hunger Force Colon Movie Film for Theaters, in New University, 16 aprile 2007. URL consultato il 23 settembre 2018.
  63. ^ [adult swim] | Danger Doom - Occult Hymn, su adultswim.com, 14 giugno 2006. URL consultato il 5 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 14 giugno 2006).
  64. ^ Wayback Machine (MP3), su i.adultswim.com, 13 giugno 2006. URL consultato il 5 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 13 giugno 2006).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]