11 Lacertae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
11 Lacertae
Classificazione gigante arancione
Classe spettrale K2 III-IIIb
Distanza dal Sole 302 anni luce
Costellazione Lucertola
Coordinate
(all'epoca J2000)
Ascensione retta 22h 40m 30s
Declinazione 44° 16′ 34″
Lat. galattica −12,57°
Long. galattica 99,57°
Dati fisici
Raggio medio 26 R
Volume
Massa
1,2 M
Velocità di rotazione
(all'equatore)
17 km/s
Temperatura
superficiale
4300 K (media)
Indice di colore (B-V) +1,307(B-V)
Metallicità 72 % del Sole[1]
Dati osservativi
Magnitudine app. 4,50
Magnitudine ass. −0,33
Parallasse 0,0108 sec
Moto proprio AR: −0,00877 mas/anno
Dec: −0,01006 mas/anno
Velocità radiale −10 km/s
Nomenclature alternative
* Catalogo HD: HD 214868

11 Lacertae (11 Lac) è una stella situata nella costellazione della Lucertola, e distante circa 302 anni luce.

Osservazione[modifica | modifica wikitesto]

La sua posizione moderatamente boreale fa sì che questa stella sia osservabile specialmente dall'emisfero nord, in cui si mostra alta nel cielo nella fascia temperata; dall'emisfero australe la sua osservazione risulta invece più penalizzata, specialmente al di fuori della sua fascia tropicale. La sua magnitudine pari a +4,50, fa sì che possa essere scorta solo con un cielo sufficientemente libero dagli effetti dell'inquinamento luminoso.

Il periodo migliore per la sua osservazione nel cielo serale ricade nei mesi compresi fra fine agosto e dicembre; nell'emisfero nord è visibile anche fino alla metà dell'inverno, grazie alla declinazione boreale della stella, mentre nell'emisfero sud può essere osservata in particolare durante i mesi della primavera australe.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica wikitesto]

Di classe spettrale K2 III, è una stella gigante arancione che ha quindi terminato la propria fase di stabilità all'interno della sequenza principale. Gli studi hanno dimostrato una metallicità (l'abbondanza di elementi più pesanti dell'elio) più bassa di quella solare, con un valore che varia da [Fe/H] = −0,14[2] a [Fe/H] = −0,28[3]; possiede una massa che supera di circa 1,1 volte quella solare[4], mentre il raggio misura 26 volte quello della nostra stella[4].

L'età stimata è di circa 8 miliardi di anni[4] e questo, oltre al fatto che questa stella potrebbe far parte della Corrente delle Iadi, indica che in passato possa essere stata una stella di classe A o B.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ www.astrostudio.org, astrostudio.org. URL consultato il 6 giugno 2012.
  2. ^ Extended Hipparcos Compilation (XHIP) (Anderson+, 2012)
  3. ^ Spectroscopic analysis of 348 red giants (Zielinski+, 2012)
  4. ^ a b c Spectroscopic analysis of 348 red giants (Zielinski+, 2012)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni