.223 Remington

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
.223 Remington
30-30.jpg
Da sinistra una cartuccia 5.56 x 45 NATO, una .30-30 Winchester e una .308 Winchester
Descrizione
Tipo Cartuccia per fucile o fucile d'assalto
Origine Stati Uniti Stati Uniti
Storia
Data progettazione 1962
Produttore Remington Arms
Periodo produzione 1964 - presente
Varianti .223 Ackley Improved, 5,56 × 45 mm NATO
Specifiche tecniche
Diametro proiettile 5,7 mm
Diametro collo 6,4 mm
Diametro spalla 9,0 mm
Diametro base 9,6 mm
Diametro fondello 9,6 mm
Spessore fondello 1,1 mm
Lunghezza bossolo 45 mm
Lunghezza cartuccia 57 mm
Capacità cartuccia 28,8 grani (1,87 ml H2O)
Pressione massima 55,000 psi (380 MPa)
Massimo CUP 52000 CUP

[1]

voci di munizioni presenti su Wikipedia

Il .223 Remington è una cartuccia creata in USA negli anni 60 del XX secolo. Prodotta dalla Remington Arms, è molto simile al 5,56 × 45 mm adottato dalla NATO nel 1980. È disponibile in diverse varianti, tra cui FMJ e JHP.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Da sinistra a destra: .222 Remington, .223 Remington e .222 Remington Magnum

Nel 1957 iniziarono i primi progetti circa lo sviluppo di una nuova cartuccia, voluta dallo U.S. Continental Army Command ed alla quale furono invitate a partecipare diverse aziende quali la Remington e Winchester.

I tentativi portarono dapprima al concepimento del modello .222 e del .222 Remington Magnum nel 1958 e successivamente ad un nuovo tipo migliorato, chiamato .223, che entrò in produzione a partire dagli anni '60. Negli USA venne immessa sul mercato civile per la prima volta nel 1963 ed utilizzata nel fucile Remington 760. Nel 1963 venne adottata come munizione per l'M16, in una versione per uso militare denominata M193, e la sua produzione iniziò nel 1964[2][3]. Nel 1980 la NATO adottò universalmente la cartuccia 5,56 × 45 mm NATO, che andò a sostituire la .223 Remington[2].

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La sua elevata velocità (oltre 950 m/sec alla bocca) unità alla sua instabilità (che lo fa rotolare sul suo asse una volta colpito il bersaglio), gli permette di causare ferite devastanti ma di avere un potere d'arresto basso tuttavia in grado di abbattere animali come lepri, volpi più difficilmente daini e non adatta affatto per cinghiali.

Il confronto con l'5,56 x 45 mm NATO[modifica | modifica wikitesto]

Schema di un proiettile .223 Remington

Pur essendo molto simili, le cartucce NATO e le .223 Remington non sono identiche, le prime infatti possiedono all'interno del proiettile un penetratore d'acciaio che invece è assente nelle seconde, le SS109 sprigionano una maggiore pressione durante lo scoppio (62,366 psi contro i 55,000 psi delle .223 Remington), inoltre tra le due cartucce esistono delle differenze nella forma e nelle misure del bossolo.

In generale però si può dire che un'arma militare progettata per le munizioni NATO non dovrebbe avere problemi con le .223, ma viceversa un fucile civile potrebbe avere dei problemi con le SS109, incluse possibili esplosioni della camera di scoppio dovute alla maggiore pressione sprigionata dalla cartuccia.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b 223 Rem + 223 AI Cartridge Guide, 6mmbr.com. URL consultato il 05/10/17.
  2. ^ a b A 5.56 X 45mm "Timeline", thegunzone.com. URL consultato il 05/10/17 (archiviato dall'url originale il 9 febbraio 2004).
  3. ^ M14 VS. M16 IN VIETNAM, smallarmsreview.com. URL consultato il 05/10/17.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]