(202421) 2005 UQ513

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.png
Il titolo di questa pagina non è corretto per via delle caratteristiche del software MediaWiki. Il titolo corretto è (202421) 2005 UQ513.
2005 UQ513
((202421) 2005 UQ513)
Scoperta21 ottobre 2005
ScopritoriM. E. Brown
D. L. Rabinowitz
C. A. Trujillo
ClassificazioneTNO
Cubewano[1]
Disco diffuso[2]
Designazioni
alternative
2005 UQ513
Parametri orbitali
(all'epoca K172G)
Semiasse maggiore6 454 757 346 km
43,1467737 UA
Perielio5 483 644 265 km
36,6553761 UA
Afelio7 425 870 426 km
49,6381713 UA
Periodo orbitale103519,07 giorni
(283,42 anni)
Inclinazione
sull'eclittica
25,72282°
Eccentricità0,1504492
Longitudine del
nodo ascendente
307,78786°
Argom. del perielio222,58473°
Anomalia media224,55954°
Par. Tisserand (TJ)5,250 (calcolato)
Dati fisici
Dimensioni550-1240 km[3][4]
925 km[5][6]
838 km[7]
513 km[8]
Dati osservativi
Magnitudine app.20,8[9]
Magnitudine ass.3,4

(202421) 2005 UQ513 è un oggetto minore del sistema solare. Si tratta di un oggetto transnettuniano con una magnitudine assoluta di 3,4, quindi di notevoli dimensioni, tanto che è candidato a diventare pianeta nano.

Non ha ancora un nome proprio ed è noto tramite la sua designazione provvisoria. All'inizio del nome si trova il numero progressivo che ha ricevuto nell'elenco generale degli asteroidi.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Il Minor Planet Center (MPC) lo ha classificato come un oggetto classico della fascia di Kuiper[1] mentre il Deep Ecliptic Survey (DES) lo ha classificato come un oggetto del disco diffuso[2].

Osservazioni[modifica | modifica wikitesto]

È stato osservato 51 volte in 9 opposizioni e la prima immagine risale al 1990[3].

Distanza[modifica | modifica wikitesto]

2005 UQ513 è al momento a 48,7 AU dal sole[9] e il prossimo passaggio al perielio avverrà nel febbraio del 2124[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b MPEC 2009-P26 : DISTANT MINOR PLANETS (2009 AUG. 17.0 TT), IAU Minor Planet Center, 7 agosto 2009. URL consultato il 31 agosto 2009.
  2. ^ a b Marc W. Buie, Orbit Fit and Astrometric record for 202421, SwRI (Space Science Department), 2008/11/29 using 51 observations. URL consultato il 12 marzo 2009.
  3. ^ a b c http://ssd.jpl.nasa.gov/sbdb.cgi?sstr=2005UQ513
  4. ^ Absolute Magnitude (H), NASA/JPL. URL consultato il 31 luglio 2008.
  5. ^ Dan Bruton, Conversion of Absolute Magnitude to Diameter for Minor Planets, Department of Physics & Astronomy (Stephen F. Austin State University). URL consultato il 9 dicembre 2008 (archiviato dall'url originale il 12 luglio 2012).
  6. ^ Assuming an albedo of 0.09
  7. ^ Wm. Robert Johnston, List of Known Trans-Neptunian Objects, Johnston's Archive, 22 agosto 2008. URL consultato l'8 dicembre 2008.
  8. ^ if H=4.1 ~513 km;assumed albedo=0.15?, Major News About Minor Objects, 1º settembre 2007. URL consultato il 26 marzo 2009.
  9. ^ a b AstDys (202421) 2005UQ513 Ephemerides, Department of Mathematics, University of Pisa, Italy. URL consultato il 16 marzo 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

V · D · M
L'asteroide 4 Vesta
Pianeti nani CererePlutoidi: Plutone ( ) · Haumea ( ) · Makemake ( ) · Eris ( )
Raggruppamenti asteroidali VulcanoidiNEA (Apollo · Aten · Amor) • Fascia principale • Planetosecanti (Mercurio · Venere · Terra · Marte · Giove · Saturno · Urano · Nettuno) • Troiani (della Terra · di Marte · di Giove · di Nettuno) • CentauriTNO (Fascia di KuiperPlutini · Cubewani · Twotini – · Disco diffuso) • Gruppi e famiglie (Famiglie collisionali)
Classi spettrali Tholen: B · F · G · C · S · X · M · E · P · A · D · T · Q · R · V SMASS: C · B · S · A · Q · R · K · L · X · T · D · Ld · O · V
Altro Asteroidi principaliLista completaSatelliti asteroidaliAsteroidi binariFamiglie asteroidali
Sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare