Șoseaua Kiseleff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Șoseaua Kiseleff
Casa Presei Libere.jpg
Șoseaua Kiseleff, vista da l'Arcul de Triumf
Localizzazione
StatoRomania Romania
CittàBucarest
CircoscrizioneSettore 1
Informazioni generali
Tipoviale alberato
Pavimentazioneasfalto
IntitolazioneA Pavel Dmtrievič Kiselëv
Costruzione1832
Collegamenti
InizioPiazza Victoria
FinePiața Presei Libere
Mappa

Coordinate: 44°28′20.27″N 26°04′31.63″E / 44.472297°N 26.075453°E44.472297; 26.075453

Șoseaua Kiseleff è una strada importante di Bucarest. Si trova nel Settore 1 e collega Piazza della Vittoria e Piazza Stampa Libera. La strada è stata nominata in onore del conte Pavel Dmtrievič Kiselëv che ha guidato l'amministrazione militare russa in Romania tra il 1829 e il 1834.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La strada è stata creata nel 1832 da Pavel Dmtrievič Kiselëv, il comandante delle truppe di occupazione russe in Valacchia e Moldavia. Il nome è stato convertito da Kiselyov a Kiseleff, utilizzando la traslitterazione francese dei nomi russi al momento.

L'8 novembre 1941, dopo che l'esercito romeno è subentrato nell'Operazione Barbarossa, vi furono sfilate di truppe presso l'Arcu de Triumf a fronte di Re Michele I e del Presidente del Consiglio dei Ministri, il maresciallo Ion Antonescu. Șoseaua Kiseleff, è stata rinominata da re Michele I.

La zona non è stata interessata dalle sistematizzazioni dei piani e delle demolizioni di Nicolae Ceaușescu, e conserva ancora edifici precedenti alla seconda guerra mondiale.

Șoseaua Kiseleff

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Piazza della Vittoria (Piata Victoriei) e Casa Presei Libere (Piata Presei Libere) si distinguono nei suoi due punti estremi. La strada ha numerosi musei, parchi (Kiseleff Kiseleff e il Parco Herăstrău), grandi residenze, e l'Arcul de Triumf lungo di essa tra questi punti finali.

Edifici degni di nota[modifica | modifica wikitesto]

Gli edifici notevoli su Șoseaua Kiseleff includono:

Ambasciate

Le ambasciate di:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Argetoianu, Constantin (2008), Însemnări Zilnice. Volumul IX: 11 aprilie - 31 decembrie 1941, București: Editura Machiavelli

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]