Žemyna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Žemyna è una divinità della terra nell'ambito della mitologia baltica. Per le sue caratteristiche, rassomiglia a Gaia e a Demetra[1].

Aspetto, forme e attributi[modifica | modifica wikitesto]

Impersonifica sia la fertilità che la Madre Terra, e quindi governa le nascite, le riproduzioni e i rinnovamenti della natura, dell'uomo e degli animali. La divinità appartiene ai culti precristiani e quindi ad un periodo precedente al XII secolo, sebbene è possibile che sia stata venerata anche successivamente.

Il rituale officiato è molto rigido e prevede una sequenza di offerte, di canti, di preghiere, di atti simbolici, ben precisa che deve essere rispettata alla lettera[1]. Il cibo offerto consiste in pane, birra, animali (tra cui uccelli e maiali).

La Madre Terra veniva venerata nei picchi montani contenenti grandi massi, in quanto la pietra rappresenta simbolicamente un punto di forza e di potere della terra.

La divinità ascolta le invocazioni, risolve le questioni e i problemi e punisce i trasgressori.

Secondo un'antica tradizione popolare, per ufficializzare un giuramento era necessario tenere un mano un zolla di terra oppure mangiarne un frammento[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]