Þorvaldr Eiríksson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Þorvaldr Eiríksson (seconda metà del X secolo – inizio XI secolo) è stato un esploratore normanno, figlio di Erik il Rosso e fratello di Leif Erikson. Secondo le saghe islandesi fece parte della spedizione volta all'esplorazione di Vinland.

Esplorazione del Vinland

Nella Grœnlendinga saga sono descritte, sia pure in maniera romanzata e con elementi fantasiosi, la colonizzazione della Groenlandia da parte di Erik il Rosso e le successive spedizioni verso occidente condotte nei primi anni dell'XI secolo dai suoi figli Leif Erikson e Þorvaldr, con la sorella Freydís Eiríksdóttir e un altro esploratore normanno, Thorfinn Karsefni. Essi nel loro viaggio si spinsero verso le terre del Nord America che chiamarono Markland e Vinland, corrispondenti agli attuali Labrador e Terranova. La Saga descrive le ostilità con gli Skræling, termine con cui i Vichinghi chiamavano i popoli indigeni incontrati in quelle terre.

Þorvaldr fu a capo della seconda spedizione verso il Vinland, dove era approdato in precedenza il fratello Leif. Dopo aver installato un accampamento nel luogo dello sbarco, vi trascorsero l'inverno e nella primavera successiva iniziarono ad esplorare i dintorni. In queste circostanze avvennero alcuni scontri con i nativi e durante uno di questi Þorvaldr fu ferito mortalmente da una freccia.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ North Ludlow Beamish, The Discovery of America by the Northmen in the Tenth Century, T. and W. Boome, Londra, 1841
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie