Éric de Moulins-Beaufort

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Éric Marie de Moulins d'Amieu de Beaufort
arcivescovo della Chiesa cattolica
Paris - veillée pour la vie - Mgr Éric de Moulins-Beaufort - 1.jpg
Monsignor de Moulins d'Amieu de Beaufort nel 2015.
Template-Metropolitan Archbishop.svg
Il entrera et il sortira
 
TitoloReims
Incarichi attuali
Incarichi ricoperti
 
Nato30 gennaio 1962 (58 anni) a Landau in der Pfalz
Ordinato diacono8 settembre 1990 dal cardinale Jean-Marie Lustiger
Ordinato presbitero29 giugno 1991 dal cardinale Jean-Marie Lustiger
Nominato vescovo21 maggio 2008 da papa Benedetto XVI
Consacrato vescovo5 settembre 2008 dal cardinale André Armand Vingt-Trois
Elevato arcivescovo18 agosto 2018 da papa Francesco
 

Éric Marie de Moulins d'Amieu de Beaufort (Landau in der Pfalz, 30 gennaio 1962) è un arcivescovo cattolico francese, dal 18 agosto 2018 arcivescovo metropolita di Reims.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Éric Marie de Moulins d'Amieu de Beaufort è nato a Landau in der Pfalz il 30 gennaio 1962 ed è figlio di Jean-Louis de Moulins, che è stato autorizzato con decreto del 18 settembre 1954 ad aggiungere al suo nome quello di Amieu de Beaufort,[1] e di Françoise Liénard.

Formazione e ministero sacerdotale[modifica | modifica wikitesto]

Ha conseguito la laurea in scienze economiche all'Università Panthéon-Assas di Parigi e il diploma in scienze politiche all'Istituto di studi politici di Parigi. È entrato in seminario e ha frequentato l'Istituto di studi teologici di Bruxelles e il Pontificio Seminario Francese a Roma fino alla licenza in teologia.[2] Ha terminando gli studi all'Istituto teologico di Tolosa dove ha conseguito il dottorato con una tesi intitolata: "L'esprit de l'homme ou la présence de Dieu en l'homme: Anthropologie et mystique selon Henri de Lubac".

L'8 settembre 1990 è stato ordinato diacono per l'arcidiocesi di Parigi nella chiesa di Saint-Étienne-du-Mont a Parigi dal cardinale Jean-Marie Lustiger. Il 29 giugno successivo è stato ordinato presbitero nella cattedrale di Notre-Dame a Parigi dal cardinale Jean-Marie Lustiger. In seguito è stato insegnante e direttore del seminario di Parigi dal 1992 al 2008; cappellano del Liceo Montaigne dal 1992 al 1993 poi del Liceo Louis-le-Grand dal 1993 al 1994; insegnante alla Facoltà Notre-Dame dell'Ecole Cathédrale dal 1995; responsabile della Maison Saint-Roch del seminario di Parigi dal 1997 al 2000; parroco della parrocchia di San Paolo e San Luigi dal 2000 al 2005; segretario particolare del cardinale arcivescovo André Armand Vingt-Trois dal 2005 al 2008 e vicario generale dal 2008.

Ministero episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 maggio 2008 papa Benedetto XVI lo ha nominato vescovo ausiliare di Parigi e titolare di Cresima.[3] Ha ricevuto l'ordinazione episcopale il 5 settembre successivo nella cattedrale di Notre-Dame a Parigi dal cardinale André Armand Vingt-Trois, arcivescovo metropolita di Parigi, co-consacranti l'arcivescovo metropolita di Rennes Pierre Paul Oscar d'Ornellas e il vescovo di Pontoise Jean-Yves Riocreux.

Nel novembre del 2012 ha compiuto la visita ad limina.

Il 18 agosto 2018 papa Francesco lo ha nominato arcivescovo metropolita di Reims.[4] Ha preso possesso dell'arcidiocesi il 28 ottobre successivo con una cerimonia nella cattedrale arcidiocesana.[5]

In seno alla Conferenza episcopale di Francia è stato presidente della commissione dottrinale. Il 3 aprile 2019 è stato eletto presidente della Conferenza episcopale ed è entrato in carica il 1º luglio successivo.[6] Come tale è anche co-presidente del Consiglio delle Chiese cristiane in Francia.

È membro del consiglio direttivo dell'Associazione internazionale Cardinal Henri de Lubac, del consiglio di redazione della rivista Communio e del consiglio di redazione della Nouvelle Revue Théologique.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Autore[modifica | modifica wikitesto]

  • Anthropologie et mystique selon Henri de Lubac: «l'esprit de l'homme», ou la présence de Dieu en l'homme, Éditions du Cerf, 2003
  • L'Église face à ses défis, CLD, septembre 2019 ISBN 9782854436013

In collaborazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Vatican II, une boussole pour notre temps : Plus de quarante ans après qu'est devenu le Concile ?, Parole et Silence, 2010
  • Henri de Lubac et le mystère de l’Église. Actes du colloque du 12 octobre 1996 à l’Institut de France, Éditions du Cerf, 1999

Prefazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Dominique Struyf, Noëlle Hausman, La vie consacrée. Lumières et obscurités, Cahiers de la NRT, CLD, 2019
  • Le « sensus fidei » dans la vie de l'Église, Commission théologique internationale, Éditions du Cerf, 2014
  • Inspiration et vérité de l'Écriture sainte : la parole qui vient de Dieu et parle de Dieu pour sauver le monde, Pontificia commissione biblica, Éditions du Cerf, 2014
  • Dieu trinité, unité des hommes: le monothéisme chrétien contre la violence, Commissione teologica internazionale, Éditions du Cerf, 2014

Editore scientifico[modifica | modifica wikitesto]

  • Henri de Lubac, Œuvres complètes, tomo XXIII : La pensée religieuse du père Pierre Teilhard de Chardin, Éditions du Cerf, 2002
  • Henri de Lubac, Œuvres complètes, tomo XV : Corpus mysticum, l'Eucharistie et l'Église au Moyen Âge : étude historique, Éditions du Cerf, 2010
  • Gouvernance mondiale et éthique au XXIe siècle, Collège des Bernardins, Lethielleux Éditions, 2013

Direttore di pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Henri de Lubac, Œuvres complètes, tomo IV : Révélation divine, affrontements mystiques, athéisme et sens de l'homme, Éditions du Cerf, 2006
  • Henri de Lubac, Œuvres complètes, tomo V : La foi chrétienne : essai sur la structure du symbole des apôtres, Éditions du Cerf, 2008

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pierre-Marie Dioudonnat, Encyclopédie de la fausse noblesse et de la noblesse d'apparence, 1994, pag. 508.
  2. ^ «Mgr Éric de Moulins-Beaufort, nommé archevêque de Reims», eglise.catholique.fr, 18 agosto 2018.
  3. ^ Comunicato sul sito web della Conferenza episcopale di Francia.
  4. ^ Nomination de Mgr Éric de Moulins-Beaufort: communiqué officiel de l’Archevêché de Reims – Le diocèse, in www.catholique-reims.fr. URL consultato il 18 agosto 2018.
  5. ^ Valérie Coulet, VIDÉO. À Reims, première messe pour le nouvel archevêque à la cathédrale Notre-Dame, in L'Union, 28 ottobre 2018. URL consultato il 28 ottobre 2018.
  6. ^ Monseigneur de Moulins-Beaufort, un nouveau chef de file pour l'Église de France, in Le Figaro, 3 aprile 2019. URL consultato il 3 aprile 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN85239615 · ISNI (EN0000 0001 1450 3416 · LCCN (ENno2003122582 · GND (DE143492780 · BNF (FRcb14444270x (data) · WorldCat Identities (ENno2003-122582