Tuppe tuppe, Marescià!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da È permesso maresciallo?)
Tuppe tuppe, Marescià!
Titolo originaleTuppe tuppe, Marescià!
Paese di produzioneItalia
Anno1958
Durata92 min
Dati tecniciB/N
Generecommedia
RegiaCarlo Ludovico Bragaglia
SoggettoEttore Maria Margadonna e Luciana Corda
SceneggiaturaEttore Maria Margadonna e Luciana Corda
ProduttoreDanilo Marciani
Produttore esecutivoGilberto Carbone
FotografiaRaffaele Masciocchi
MontaggioMario Serandrei
MusicheCarlo Savina
ScenografiaAlfredo Melidoni
CostumiGiulia Mafai
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Tuppe tuppe, Marescià! (distribuito anche con il titolo È permesso Maresciallo?) è un film del 1958 diretto da Carlo Ludovico Bragaglia.

Il film offre un affresco dell'Italia di provincia del dopoguerra, sulla scia del successo di Pane, amore e fantasia e di Pane, amore e gelosia di cui è un'ideale continuazione. Le riprese sono state effettuate a Castel San Pietro Romano come i primi due film della tetralogia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

A Sagliena, il carabiniere Pietro Stelluti è diventato maresciallo dei carabinieri e saluta la foto del suo ex superiore Antonio Carotenuto (Vittorio De Sica), oramai in congedo dall'arma, mentre ai suoi ordini è rimasto il collega Baiocchi promosso al grado inferiore di brigadiere. In un dialogo tra Stelluti e Baiocchi, viene rivelato che la storia d'amore con la "Bersagliera" è finita male. Ora il giovane maresciallo si è innamorato di Maria, una ragazza che ha un bar sulla piazza del paese, ma la sua timidezza gli impedisce di dichiararsi. Intanto Maria viene chiesta in sposa da Percuoco, un maturo parvenu che è rientrato in paese dopo aver fatto fortuna in Francia. Maria rifiuta le avances di quest'ultimo che poi, per costringerla alla resa, apre un altro locale e assume Carmelina, una procace cameriera che attira tutti i vecchi clienti di Maria nel nuovo bar.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha molti intermezzi musicali, tanto che potrebbe annoverarsi tra i "musicarelli".

Le canzoni, interpretate da Maria Paris a cui è affidata la parte di Ninetta, l'amica di Maria, sono:

  • Tuppe tuppe mariscià di De Mura - Gigante - Aracri, presentata al Festival di Napoli del 1958 dalla Paris.
  • Suonno a Marechiare di A. Vian - N. Fiore
  • Nun fa cchiù 'a francesa di V. De Crescenzo - F. Rendine
  • Tarantella napoletana di R. Murolo - Tagliaferri
  • Vita bella di V. De Crescenzo - C. Savina
  • Colonel Bogey di Kenneth J. Alford

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema