Ägyptisches Museum und Papyrussammlung

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'Ägyptisches Museum und Papyrussammlung ("Museo egizio e collezione di papiri") è un museo di Berlino, ospitato nel Neues Museum.

Museo egizio e raccolta di papiri
Ägyptisches Museum und Papyrussammlung
Berlin Neues Museum 001.JPG
Il Neues Museum, sede dell' Ägyptisches Museum und Papyrussammlung
Ubicazione
StatoGermania Germania
LocalitàBerlino
Caratteristiche
Tipoarcheologia
Periodo storico collezioniantico Egitto
Istituzione1828
FondatoriAlexander von Humboldt
Sito web

Coordinate: 52°31′12.86″N 13°23′51.87″E / 52.520239°N 13.397742°E52.520239; 13.397742

Collezione[modifica | modifica wikitesto]

Il busto di Nefertiti - verso il 1338 a.C.

Fanno parte della collezione numerose sculture, sarcofagi e frammenti architettonici di varie epoche. Tra le opere esposte sono degne di menzione il busto di Nefertiti e la "Testa verde berlinese" (una testa del IV secolo a.C. ricavata da pietre verdi) e la testa di Amasi in ardesia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini del museo risalgono al 1828, a partire da una collezione del mercante triestino Giuseppe Passalacqua. Nuovi reperti vi si aggiunsero a seguito di una spedizione in Egitto, a Tell el-Amarna, ad opera dell'egittologo Karl Richard Lepsius.

Inizialmente ospitato allo Schloss Monbijou, dal 1850 il museo fu ospitato nel Neues Museum. Il famoso busto di Nefertiti si aggiunse alle collezioni nel 1920.

Durante la seconda guerra mondiale la collezione fu divisa e trasferita in altri luoghi, per proteggerla dai danni dei bombardamenti: l'edificio del Neues Museum fu gravemente danneggiato nel 1943.

Nel dopoguerra la maggior parte della collezione fu ospitata nel Bode-Museum, a Berlino Est. Alcuni pezzi (fra cui il busto di Nefertiti), rimasti a Ovest, furono esposti a Charlottenburg.

Con la riunificazione della città l'intera collezione è stata riunita a Charlottenburg (l'edificio del Bode-Museum è stato chiuso per restauri). Dal 2005 la collezione è stata trasferita all'Altes Museum. Nell'ottobre 2009 l'intera collezione è stata riportata al Neues Museum, sua sede definitiva.

Galleria di reperti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sito ufficiale

Controllo di autoritàVIAF (EN124716958 · ISNI (EN0000 0001 2107 6344 · LCCN (ENn90655341 · GND (DE5035773-6 · BNF (FRcb123070010 (data)