Torre Santa Susanna

From Wikipedia
Jump to: navigation, search
Torre Santa Susanna
comune
Torre Santa Susanna – Stemma
La chiesa di San Pietro
La chiesa di San Pietro
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione Puglia-Stemma it.png Puglia
Provincia Provincia di Brindisi-Stemma.png Brindisi
Amministrazione
Sindaco Costantino Galasso (lista civica) dal 30/03/2010
Territorio
Coordinate 40°28′00″N 17°44′00″E / 40.466667°N 17.733333°E40.466667; 17.733333 (Torre Santa Susanna)Coordinate: 40°28′00″N 17°44′00″E / 40.466667°N 17.733333°E40.466667; 17.733333 (Torre Santa Susanna)
Altitudine 72 m s.l.m.
Superficie 55,77 km²
Abitanti 10 552[1] (31-12-2010)
Densità 189,21 ab./km²
Comuni confinanti Erchie, Mesagne, Oria, San Pancrazio Salentino
Altre informazioni
Cod. postale 72028
Prefisso 0831
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 074019
Cod. catastale L280
Targa BR
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti torresi
Patrono santa Susanna
Giorno festivo 11 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Torre Santa Susanna
Posizione del comune di Torre Santa Susanna nella provincia di Brindisi
Posizione del comune di Torre Santa Susanna nella provincia di Brindisi
Sito istituzionale

Torre Santa Susanna (Torri in dialetto brindisino) è un comune italiano di 10.537 abitanti della provincia di Brindisi in Puglia.

Geografia fisica[edit | edit source]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Geografia della Puglia.

Il centro nella penisola salentina, a un'altitudine di 70 metri sul livello del mare ed è equidistante dalla costa adriatica e da quella ionica.

Storia[edit | edit source]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Storia del Salento e Storia della Puglia.

Le origini di Torre e l'appellativo "Santa Susanna" sono incerte.

Secondo Girolamo Marciano (1571 - 1628), Annibale avrebbe posto uno dei suoi accampamenti presso il Casale di Crepacore allorché ebbe a combattere gli Oritani per far sua la città di Oria e che in prossimità di quelle zone ci sarebbe stata una cruenta battaglia tant'è che ancora oggi esiste una zona chiamata "La Sconfitta". Il Prefetto di Roma, residente a Oria, per fortificare la città in modo da non subire altri attacchi nemici, avrebbe fatto erigere due castelli con torri nei punti che ritenne più strategici: uno dove sorge attualmente Torre Santa Susanna; l'altro a pochi chilometri a sud-est di Manduria e cioè ad Avetrana, il cui nome è dovuto ai Veterani Romani che presidiavano detti castelli. La leggenda narra che un soldato romano fedele all'Imperatore e nello stesso tempo cristiano, che custodiva insieme ad altri veterani il castello e le torri sorti nella nostra zona, avrebbe dipinto l'effigie di Santa Susanna su una parete di una torre. In seguito cominciarono a sorgere intorno al castello anglomerati di casupole che fu dato il nome di Turris Sanctae Susannae.

I Casali erano piccoli agglomerati di casupole (ormai distrutti): Crepacore - San Giacomo - Galesano - Tubiano e Sorboli, i cui abitanti a causa di pestilenza e terremoti si riversarono in Torre Santa Susanna, essendo questo divenuto ormai un centro abitato più grande, più salubre e stabile, perché sito su una zona rocciosa.

Nel 918 i Saraceni, piombati d'improvviso su Oria, misero a ferro e fuoco tutta la città e, dopo aver ucciso donne e bambini, portarono via, come schiavi, i superstiti. Anche il monastero dei Basiliani[quale? dove era?] fu raso al suolo, i pochissimi monaci sfuggiti, si raccolsero nel Galesano e fondarono l'Abbadia di S. Maria di Galaso (nome preso dalla contrada). L'Abbadia sorgeva a breve distanza dall'allora Casale di Galaso e si estendeva tra i comuni di Veglie, Torre ed Erchie. Anche in questo Casale, nei tempi antichi sono stati ritrovati molti reperti, il De Prezzo scrive di ritrovamenti di ciotole, monete d'oro, una scalinata, alcune colonne, lucerne e moltissime sepolture con all'interno lacrimarum (vasetti delle lacrime).

Società[edit | edit source]

Evoluzione demografica[edit | edit source]

Abitanti censiti[2]

Religione[edit | edit source]

La religione più diffusa a Torre Santa Susanna è il cattolicesimo: il comune fa parte della diocesi di Oria ed è suddiviso nelle due parrocchie di Santa Maria e San Nicola (presso la chiesa matrice) e di Cristo Re. Importante anche la chiesa e il convento dei Carmelitani, che pur non essendo sede parrocchiale ha sempre ospitato una nutrita comunità cristiana.

Persone legate a Torre Santa Susanna[edit | edit source]

Economia[edit | edit source]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Economia della Puglia.

L'economia di Torre Santa Susanna è prevalentemente imperniata sull'agricoltura, con produzione di olio d'oliva, vino e formaggi.

Amministrazione[edit | edit source]

Feste e ricorrenze[edit | edit source]

Festa patronale di S. Susanna l'11 agosto. Le strade si pavesano a festa con luminarie e bancarelle. Oltre ai riti religiosi si svolge anche la festa civile in 2 giorni con un concerto bandistico che si tiene dopo la conclusione della processione del simulacro della Santa nella serata del 10 e l'esibizione di un cantante o gruppo musicale in quella dell'11. Chiusura della festa alle h. 01,00 del 12 con spettacolo di fuochi pirotecnici.

Festa di Maria SS. di Galaso il 25 settembre. Solo riti religiosi con la processione della statua della Madonna.

Il pulcino d'oro: gara canora per bambini nel mese di luglio.

Festa dell'emigrante nel mese di agosto.

Fiere e mercati[edit | edit source]

Mercato settimanale il giovedì

Fiera di Santa Susanna: Si svolge a cavallo del 2 maggio, giorno in cui si commemora un miracolo della Santa, organizzata dal comitato fiera di Santa Susanna.

Fiera Torrese: primo fine settimana di ottobre organizzata dall'associazione turistica Pro Loco.

Note[edit | edit source]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Collegamenti esterni[edit | edit source]

Puglia Portale Puglia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Puglia