Zwitterione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A sinistra un aminoacido nella sua forma non ionizzata e a destra nella forma zwitterione
Zwitterione

Lo zwitterione (dal tedesco "ione ibrido") o anfoione è una molecola elettricamente neutra nel suo complesso che però presenta sia cariche positive sia negative localizzate.

Tale termine fu introdotto nel 1894 dal chimico tedesco Friedrich Wilhelm Küster.[1]

Un esempio di zwitterione è rappresentato da un amminoacido in forma pura, che risulta contemporaneamente ionizzato negativamente all'estremità acida e positivamente all'estremità amminica.

In genere, i composti che si presentano come zwitterioni sono poco solubili nei solventi organici e abbastanza solubili in acqua, in accordo con la loro natura ionica.

Il valore di pH per il quale un composto esiste sotto forma zwitterionica è definito punto isoelettrico. Uno zwitterione non dà migrazione elettroforetica.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) James Southworth Steen, A Selected Chronological Bibliography of Biology and Medicine
chimica Portale Chimica: Il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia