Zoot suit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Zoot Suit)
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il film, vedi Zoot Suit (film).
Cinque uomini con indosso zoot suit moderni

Lo zoot suit (a volte chiamato zuit suit) è un abbigliamento da uomo consistente in una lunga giacca a spalle molto larghe e pantaloni a vita altissima. Tale stile di abbigliamento divenne molto popolare nelle comunità afroamericane, chicane e italoamericane intorno agli anni quaranta.[1][2]

Gli zoot suit sono spesso accompagnati da un capello borsalino coordinato con il colore del vestito (occasionalmente decorato con un lungo piumaggio) e da delle scarpe stile francese. Altra caratteristica è la presenza di un orologio a taschino nella tasca laterale, penzolante dalla cintura fino al ginocchio.

Gli zoot suit presentano una leggera somiglianza, nella lunghezza della giacca, con gli abiti dai colori vivaci con risvolti in velluto tipici della cultura Teddy Boy in Gran Bretagna.[3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Zoot suit indossato da Cab Calloway, esposto al Baltimora City Hall

Lo zoot suit fu originariamente associato ai musicisti afroamericani e alla loro sub-cultura. Secondo l'Oxford English Dictionary, la parola zoot verrebbe da una reduplicazione di suit. La creazione e la denominazione di zoot suit sono state variamente attribuite a Harold C. Fox, commerciante di Chicago e trombettista in un'orchestra jazz;[4] Louis Lettes, un sarto di Memphis;[5] e Nathan (Toddy) Elkus, un rivenditore di Detroit.[6][7]

I tumulti giovanili anti-messicani avvenuti a Los Angeles durante la Seconda Guerra Mondiale sono conosciuti come Zoot Suit Riots (le rivolte dello zoot suit). Nel frattempo, era stato vietato l'uso dello zoot suit per tutta la durata della guerra,[8] apparentemente perché usava troppa stoffa.[9]

Nella cultura popolare[modifica | modifica wikitesto]

  • Un giovane Malcolm X ebbe molto da ridire e criticò la moda degli zoot suit, definendoli come "capotti assassini con forma a drappo, e pieghe e spalle imbottite come la cella di un pazzo".[10]
  • Il cortometraggio L'abito fa il monaco della serie Tom & Jerry (1944) è una parodia sugli zoot suit e alcuni tratti obsoleti della cultura popolare di quei anni.
  • Il film Zoot Suit (1981) tratta delle Zoot Suit Riots degli anni quaranta e dei ragazzi di origine latino-americana che vennero ingiustamente accusati di un omicidio nei pressi di Los Angeles.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Walker, John. (1992) "Zoot suits". Glossary of Art, Architecture & Design since 1945, 3rd. ed. Retrieved 19 January 2012.
  2. ^ Heather Maddan, Zooting up / Brighten prom night with flash, dash - and panache in The San Francisco Chronicle, 29 aprile 2007.
  3. ^ http://www.mensusa.com/Zoot_Suit_USA/zoot_suit_usa.htm
  4. ^ Robert McG. Thomas, Harold Fox, Who Took Credit For the Zoot Suit, Dies at 86 in New York Times, 1º agosto 1996. URL consultato l'11 settembre 2012.
  5. ^ Christiane Bird, The Da Capo Jazz And Blues Lover's Guide To The U.S., Da Capo Press, 2001, ISBN 978-0-306-81034-3.Template:Page needed
  6. ^ Nathan Elkus, 89, Detroit retailer in Daily News Record, 2 gennaio 1992. URL consultato l'11 settembre 2012.
  7. ^ Philip L. Elkus, Zoot Suit Required Cutting and Cajoling in New York Times, 4 agosto 1996. URL consultato l'11 settembre 2012.
  8. ^ People & Events: The Zoot Suit Riots of 1943, American Experience; accessed 2013.06.03.
  9. ^ War, Politics & Suits: The Zoot Suit
  10. ^ John Lennard, Walter Mosley: "Devil in a Blue Dress" (e-book), Humanities-Ebooks, 2007, p. 45, ISBN 978-1-84760-042-4. URL consultato il 22 aprile 2009.
Moda Portale Moda: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Moda